Non ditelo allo scrittore

di | Editore: Garzanti
Voto medio di 249
| 61 contributi totali di cui 45 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
A Vani basta notare un tic, una lieve flessione della voce, uno strano modo di camminare per sapere cosa c’è nella testa delle persone. Una empatia innata che Vani mal sopporta, visto il suo odio per qualunque essere vivente le stia intorno. Una capa ...Continua
Myrddin Emrys
Ha scritto il 05/07/18
Adoro Vani Sarca. Mi piace lei, le persone che le girano attorno, il lavoro folle che fa e come ragiona la sua testolina. Credo dia dipendenza e non vedo l’ora di iniziare il nuovo “caso”. Piacevole anche scorgere la mia Torino in filigrana nei suoi...Continua
Babx
Ha scritto il 01/07/18
"«E comunque», conclude Reale, «tutto questo per dire: la carta è infiammabile, si usa per dare fuoco alla miccia delle rivoluzioni. Ricordatevelo sempre. Quando studiate letteratura, non studiate soltanto libri: studiate la miccia della storia.»" "A...Continua
Shari
Ha scritto il 14/06/18
Vani si sta addolcendo?
Il secondo libro di Alice Basso mi è piaciuto un po' meno del secondo. Lo stile è sempre molto fresco e spigliato, ma la storia mi è sembrata un po' più debole. Vani mi è apparsa un leggermente più dolce, meno aspra. Ad ogni modo penso che Alice Bass...Continua
Xander Lavelle ...
Ha scritto il 15/05/18
I migliore dei tre: non si spaccia per giallo, ha il solito tono che adoro, si parla di libri e autori e c'è un coté sentimentale che non guasterebbe se fosse rimasto sul tono solito dei libri di questa autrice. Storie e personaggi, come sempre e anc...Continua
Gresi
Ha scritto il 30/04/18
Ci sono persone che ritengono che la vera cultura sia fatta di saggistica e di manualistica, ma evidentemente si tratta di studiosi che hanno avuto la fortuna di vivere rintanati nelle loro torri d'avorio foderate di libri.
Sulle prime ero sconcertata, poi mi ricordai di Vani Sarcia e del suo piacevole sarcasmo che altri non era che un modo per trincerarsi dagli attacchi esterni. Sconfiggere il mondo. Mi piacerebbe scoprire il segreto di questa noncuranza. Di quest'avve...Continua

Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:44
Che è colto di sorpresa che quasi perde l'equilibrio - quando si ha la flessibilità vertebrale di un attaccapanni, ogni destabilizzazione può essere fatale.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:43
Marotta è rigido come se si fosse seduto per sbaglio su uno scovolino da damigiane.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:42
Forse Marotta mi è stato mandato dal cielo per aiutarmi a distrarmi dalle faccende di Berganza. Certo che a guardare Marotta viene da pensare che, fosse anche caduto dal cielo, dev'essere di certo atterrato molto male.
Elisa Benni
Ha scritto il Aug 30, 2017, 10:40
Per un attimo mi immagino una schiera di supereroi in calzamaglia il cui superpotere consista nella capacità di produrre ricorsi o documenti formali alla velocità della luce, per ridurre al minimo le tempistiche dei tribunali, della sanità o dell'ass...Continua
Pucci58
Ha scritto il Aug 14, 2017, 13:56
...il prof. Reale ha letto J. Donne, "Nessun uomo è un'isola" e a Vani è quasi venuto da piangere: a lei che l'ultima volta che ha avuto gli occhi umidi era nel passeggino controvento.
Pag. 104

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi