Non luogo a procedere

Voto medio di 121
| 49 contributi totali di cui 45 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In questo romanzo violento, tenero e appassionato, Claudio Magris si confronta con l'ossessione della guerra di ogni tempo e paese, quasi indistinguibile dalla vita stessa: una guerra universale, rossa di sangue, nera come le stive delle navi ... Continua
Ha scritto il 24/06/17
SPOILER ALERT
È un libro che parla di guerra (non solo il conflitto mondiale che vede Hitler come maggiore e unico responsabile ma tantissime guerre, ad esempio quella fra Uruguay e Paraguay in cui a patirne di più sarà la tribù dei Chamacoco che non sapeva ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/03/17
Ho fatto fatica a finirlo. Nonostante la scrittura ineccepibile, non mi ha coinvolta quasi per niente. Forse mi aspettavo che l'argomento storico venisse trattato diversamente, così com'è l'ho trovato faticoso, emotivamente poco coinvolgente.
Ha scritto il 07/03/17
Quando la cronaca e la storia si incontrano possono produrre frutti incredibili e coinvolgenti, soprattutto se a coglierne i nessi sono la capacità, l’intelligenza e la sensibilità di uno scrittore come Claudio Magris. In questo lavoro gli ..." Continua...
  • 1 commento
Ha scritto il 14/02/17
Non luogo a procedere
Nulla da dire sulla qualità di cui Magris ne ha in abbondanza. Il tono del romanzo tuttavia mi pare rimanga un tono dimesso e la storia non mi mi ha particolarmente coinvolto se non a tratti.
  • 1 commento
Ha scritto il 27/12/16
Appassionante, evocativo, a tratti oscuro. Imperdibile.

Ha scritto il Feb 09, 2016, 23:04
Messo sul treno che lo portava ad Auschwitz, Aaron Lieukant manda un bigliettoai figli, Bertha e Simon, "D'estate, quando siete sudati, non bevete bevande ghiacciate". E quegli imbecilli in camicia bruna e svastica potevano crdere di distruggere ... Continua...
Pag. 172
Ha scritto il Nov 29, 2015, 15:19
Oggi ho chiesto a mio padre: "Papà, chi è Io?". "Sei tu", mi ha risposto. Sono rimasto male.
Pag. 23
  • 1 mi piace
Ha scritto il Nov 29, 2015, 15:07
Poveri uomini folli che si illudono di uccidere e distruggere; come se uno spegnendo la luce credesse di far sparire per sempre le cose d'un tratto indistinguibili nel buio.
Pag. 19
Ha scritto il Nov 29, 2015, 15:06
(...) senza accorgersi della vita che frusciava intorno a lui come a tutti, minacciando morte e rovina - non la buona morte già morta che non fa male a nessuno, ma il vivo e continuo morire del corpo e del cuore, la luce sempre più fioca ... Continua...
Pag. 13

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi