Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Non ora, non qui

By Erri De Luca

(920)

| Softcover | 9788807013898

Like Non ora, non qui ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Questo breve e intenso primo libro di Erri De Luca porta già impressi in ogni frase - mi sembra - i segni di un vero scrittore: un tono di voce che appena si coglie diventa inconfondibile, e la integrità di uno sguardo che sa mettere nel giusto fuoc Continue

"Questo breve e intenso primo libro di Erri De Luca porta già impressi in ogni frase - mi sembra - i segni di un vero scrittore: un tono di voce che appena si coglie diventa inconfondibile, e la integrità di uno sguardo che sa mettere nel giusto fuoco i pensieri e i sentimenti. Qui la memoria non è consolazione, ma è un dramma, e il tempo gioca un suo gioco crudele stabilendo distanze insormontabili tra chi narra e la materia del proprio racconto. Una luce bianca e densa come quella che filtra da nuvole alte bagna queste pagine. E la luce in cui il protagonista de "Il posto delle fragole" di Bergman vedeva i propri genitori ancor giovani intenti a pescare con la canna sulle rive di un lago. Leggendo questo libro che rievoca i momenti di un'infanzia trascorsa a Napoli e per sempre scomparsa, ho ripensato a quell'immagine struggente che dice con assoluta e trasparente immediatezza il dolore per la vita che tutto cancella e ci rende estranei a noi stessi e al nostro passato." (Raffaele La Capria)

357 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    denso

    Erri de Luca scrive poesie. Questo è un romanzo breve, autobiografico, il primo romanzo della sua carriera. Usa le parole giuste, intesse le frasi corte, misurate, ma meravigliosamente dense. E’ un racconto amoroso di ricordi, sopratutto della sua in ...(continue)

    Erri de Luca scrive poesie. Questo è un romanzo breve, autobiografico, il primo romanzo della sua carriera. Usa le parole giuste, intesse le frasi corte, misurate, ma meravigliosamente dense. E’ un racconto amoroso di ricordi, sopratutto della sua infanzia, che lo scrittore fa alla madre che non c’è più. poche pagine che valgono più di mille pagine piene di solo di parole...

    Is this helpful?

    lore said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ora nella fotografia che ci ferma io potrei scendere a questa fermata. Ti verrei incontro attraversando la strada. Potremmo ancora avere un seguito.
    Verrei a darti il braccio. Cosa faremmo? Noi capiremmo. Sottobraccio capiremmo tutta la nostra vit
    ...(continue)

    Ora nella fotografia che ci ferma io potrei scendere a questa fermata. Ti verrei incontro attraversando la strada. Potremmo ancora avere un seguito.
    Verrei a darti il braccio. Cosa faremmo? Noi capiremmo. Sottobraccio capiremmo tutta la nostra vita. La vedremmo nelle separazioni che non ci hanno indebolito l’affetto, nei ritorni che non ce l’hanno rinsaldato.
    […]
    Sorrideremo dei nostri vizi. Quali? Quelli di darci per scontati, come se dovessimo esserci sempre come il suono delle campane, come se dovessimo morire insieme ed esser nati insieme, sempre: vizio venuto perché un piccolo spago di giorni si sgomitolava e ci faceva ritrovare.
    Povera abitudine: raro che uno si accorgesse che l’altro era cambiato dalla sera prima. Raro che ci si accorgesse che il suo umore metteva una pausa diversa tra il giorno già pronto e il buongiorno scambiato, che un sogno aveva sforzato gli zigomi, che un’ombra mai avuta cadeva dalla lampada sulla guancia.
    Sorrideremo del vizio che ci fa vedere uguali e capiremo i fitti nostri mutamenti e stupiremo che siano stati così numerosi.
    Capiremo, questo ci accadrà per una volta.
    Potrei scendere a questa fermata ed incontrarti.

    Is this helpful?

    Dimitja said on Mar 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    - mi hai amato sempre
    - non l'ho fatto apposta
    tra madre e figli non accade il progresso, non si evolve civiltà: le parole saranno sempre poche e saranno solo parole, rare, conservate. non sostituiscono niente, né i colpi né le carezze

    * in questo p ...(continue)

    - mi hai amato sempre
    - non l'ho fatto apposta
    tra madre e figli non accade il progresso, non si evolve civiltà: le parole saranno sempre poche e saranno solo parole, rare, conservate. non sostituiscono niente, né i colpi né le carezze

    * in questo periodo della mia vita, De Luca mi conforta come un vecchio padre, che incarna un cuore di mamma.
    una madre presente, viva, che mi chiede come sto!!!

    Is this helpful?

    Fabiola e Famiglia said on Mar 18, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una confessione intima, delicata. Che si legge con il cuore, più che con gli occhi.
    Tra i tanti libri di Erri De Luca amati da mia madre, ho scelto proprio questo. Senza sapere niente. D'istinto.
    "E' il racconto di una voce interiore".
    La sua. ...(continue)

    Una confessione intima, delicata. Che si legge con il cuore, più che con gli occhi.
    Tra i tanti libri di Erri De Luca amati da mia madre, ho scelto proprio questo. Senza sapere niente. D'istinto.
    "E' il racconto di una voce interiore".
    La sua.
    Ma un po' anche mia.

    Is this helpful?

    Lola said on Feb 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ... e mezzo.

    Questo piccolo libro è un'autobiografia ridotta di Erri De Luca.
    Corta e concisa, oserei dire, ma che arriva dritta al cuore, specialmente per le tematiche toccate come la guerra.
    Erri De Luca è un maestro delle parole, non importa di che storia vog ...(continue)

    Questo piccolo libro è un'autobiografia ridotta di Erri De Luca.
    Corta e concisa, oserei dire, ma che arriva dritta al cuore, specialmente per le tematiche toccate come la guerra.
    Erri De Luca è un maestro delle parole, non importa di che storia voglia parlare nei suoi libri. Qualsiasi essa sia, ti rimane dentro.
    Certi passi ti rimangono in testa e non te li togli più, neanche fossero tabelline matematiche.
    Nonostante questo libro mi sia piaciuto sotto tanti punti di vista, l'ho trovato un po' povero. Volevo che la storia di Erri continuasse. Questa storia sembra troppo condensata in poche pagine. Credo che ci sia molto di più da raccontare, specialmente se si tratta di De Luca.
    Nonostante questo, consiglio di leggere questo libro. Non ne rimarrete delusi.

    Is this helpful?

    Postcards from far away. [Ebook] said on Feb 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book