Non so che viso avesse

Quasi un'autobiografia

Voto medio di 514
| 132 contributi totali di cui 127 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Montanaro di pianura, nato a Modena, diffidente, avaro di sé, sobrio e bevitore, pigro e serissimo, ma chiacchierone instancabile, Francesco Guccini ha scelto, per la prima volta, di raccontare la sua vita. E ci è riuscito, in questo libro bello e ... Continua
Ha scritto il 08/04/15
Una fiera del riciclo!
  • Rispondi
Ha scritto il 14/03/15
Quattro anni e quattro mesi. Precisi al millesimo, lo dice la tabella: 14 novembre 2010 - 14 marzo 2015.Ci ho messo quattro anni e quattro mesi a leggere 'sto libro.O meglio, le prime 113 pagine - il libro vero, le robe di Guccini scritte da Guccini ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 09/09/14
Interessante la prima parte
Non è mia abitudine abbandonare un libro, solitamente porto a termine le mie letture, anche quelle che non mi entusiasmano.La prima parte del libro (scritta da Guccini) è scorrevole anche se, a mio parere, a tratti frammentaria e a volte ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 10/04/14
Diviso in due parti
La prima parte è una sorta di autobiografia in cui il cantautore rievoca origini familiari, legate al grande mulino di famiglia, infanzia, adolescenza, sino ad arrivare alle prime esperienze come redattore e come musicista.Il tono è leggero e la ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 18/09/13
Ripeto quello che in molti hanno scritto: prima parte carina (autobiografia a spezzoni scritta da Guccini), anche se sembra un riassunto di altri libri, seconda parte a tratti interessante, ma soprattutto prolissa e eccessivamente tecnica.
  • Rispondi

Ha scritto il Oct 25, 2011, 17:09
[...] spesso Guccini parte da un dato culturale alto, è un erudito e soprattutto un lettore onnivoro, curioso e instancabile. Poi, trasforma tale dato e lo rende comunicabile, lo volgarizza senza però banalizzarlo mai. Per questo non è difficile ... Continua...
Pag. 125
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 25, 2011, 17:05
L'osteria è morta, ma non gridiamo, come per i re: "Viva l'osteria!". In questi casi, se le cose vanno per un verso, giusto che ci vadano. I tempi sono tempi. Ed è inutile piangere sul latte, pardon, sul vino versato.L'osteria è un luogo mitivo, ... Continua...
Pag. 79
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 25, 2011, 16:57
Non sono sempre stato fedele, ma le amo tutte e loro (sono convinto) amano me, anche se non le suono con grandissima maestria. Ma mi sopportano come vecchie mogli affezionate.
Pag. 47
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 25, 2011, 16:56
Per inciso mi piace sottolineare anche che questa mia nonna è stata colei che mi ha regalato la prima armonica a bocca e la prima chitarra: e forse già da allora potevo scegliere solo se essere mago o cantautore.
Pag. 35
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 15, 2010, 20:49
Autografato dall' autore
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi