Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Non sono scarabocchi

Come interpretare i disegni dei bambini

Di ,

Editore: Mondadori

3.7
(31)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 262 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804532637 | Isbn-13: 9788804532637 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Education & Teaching , Da consultazione

Ti piace Non sono scarabocchi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per i bambini il disegno è un modo spontaneo di esprimere se stessi: i segnilasciati dalla matita sul foglio mostrano aspetti del carattere dei piccoliche non traspaiono dai gesti e dalle parole, illuminandone così i significatipiù profondi. Per questo, saper "leggere" i loro disegni, fin dagliscarabocchi dei primissimi anni di vita, permette di capire più a fondo leloro esigenze e le loro paure. In questo volume due esperti del settore ciinsegnano cosa osservare e come interpretare i disegni dei bambini: ladimensione della figura umana, la proporzione tra le parti, il numero dioggetti, i colori scelti, il tratto, le forme più frequenti...
Ordina per
  • 3

    Sintetico

    Più vicino ad essere un manuale scolstico (e di tale ambito ne ho fatto conoscenza) che un manuale applicabile "In famiglia", il libro assolve in modo buono la sua funzione nella prima parte del medesimo, con esempi puntuali e sufficientemente definiti. Nella seconda parte perde -a mio avviso- l' ...continua

    Più vicino ad essere un manuale scolstico (e di tale ambito ne ho fatto conoscenza) che un manuale applicabile "In famiglia", il libro assolve in modo buono la sua funzione nella prima parte del medesimo, con esempi puntuali e sufficientemente definiti. Nella seconda parte perde -a mio avviso- l'obiettivo, sconfinando nell'ambito del disagio sociale che, sebbene intimamente legato alla lettura/interpretazione "degli scrabocchi" del titolo, è troppo confuso o da addetti ai lavori (o da spiegare, appunto, in ambito scolastico). Ottima la premura di una non-interpretazione letterale (invito ad chiave di lettura critica, approccio indubbiamente etico) che troviamo nelle premesse del libro.

    ha scritto il