Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Non sparare, baciami

Di

Editore: Mondadori

3.5
(132)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 268 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804548010 | Isbn-13: 9788804548010 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Nicoletta Lamberti

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , Humor , Romance

Ti piace Non sparare, baciami?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
E mentre sullo schermo scorrevano i titoli di coda, Jane Spring comprese qualcosa di assolutamente esplosivo riguardo a Doris Day. Qualcosa che non aveva mai notato. Doris acchiappava SEMPRE il suo uomo. Era lei la donna che gli uomini volevano. Perchè? Jane Spring ha trentaquattro anni, vive a New York e lavora come viceprocuratore distrettuale collezionando un successo dopo l'altro. Lo stesso non si può dire della sua vita sentimentale: pur trovandola molto attraente e simpatica gli uomini scappano dopo il primo appuntamento, e Jane non capisce bene il perché. Cresciuta secondo le rigide regole militari dal padre vedovo - un generale pluridecorato che ha combattuto in Vietnam -, Jane non ha mai avuto un modello femminile a cui ispirarsi, ma fin da bambina le sono stati inculcati concetti come l'onore, il dovere, il comando e l'obbedienza, e non ha mai potuto esprimere la sua femminilità, mostrando al mondo solo gli aspetti più duri e autoritari del suo carattere. Eppure Jane adorerebbe avere un uomo al suo fianco, qualcuno che la ami per quello che è. E proprio questo è il punto. Un giorno, di colpo giunge rilluminazione. Bloccata a casa da una tempesta di neve, Jane vede in televisione una serie di film con Doris Day e qualcosa le scatta dentro, capisce ciò che gli uomini desiderano davvero: una donna come Doris, con sani principi morali, sì, ma soprattutto femminile, premurosa, sottomessa, zuccherosa, tutto quello insomma che lei non è. La decisione non tarda ad arrivare: con ferrea determinazione, e con quella disciplina che ben conosce, Jane si trasforma in una copia perfetta dell'attrice che imperversava sugli schermi cinquant'anni fa. E a questo punto, dopo il comprensibile stupore generale, il successo è garantito. Costruito come la perfetta commedia d'amore americana degli anni Cinquanta e Sessanta, e scandito da tempi perfetti, Non sparare, baciami è un romanzo che diverte e ci regala una protagonista il cui sincero candore e impegno lasciano davvero spiazzati. Ispirandosi ai dialoghi memorabili tra Doris Day e Rock Hudson, Sharon Krum riesce a ricreare con notevole senso dell'umorismo quelle atmosfere rétro, offrendoci una favola vincente sull'arte di essere donna.
Ordina per
  • 4

    Chick lit sì, ma...

    decisamente divertente! E poi in qualche modo una piccola parte di me riconosce quella povera anima di Jane... carino, carino, carino! Ma non fatelo leggere ad un uomo, alla seconda perfetta descrizione dell'abbigliamento di lei si suiciderebbe... :D

    ha scritto il 

  • 4

    Qui si parte da un dilemma fondamentale: esistono ancora ai nostri tempi delle icone femminili che abbiano mantenuto inalterati fascino e sicura presa sull'altro sesso?


    In altre parole, a chi potrebbe ispirarsi per trovare il Vero Amore una ragazza di buoni propositi ma ancora nubile, figl ...continua

    Qui si parte da un dilemma fondamentale: esistono ancora ai nostri tempi delle icone femminili che abbiano mantenuto inalterati fascino e sicura presa sull'altro sesso?

    In altre parole, a chi potrebbe ispirarsi per trovare il Vero Amore una ragazza di buoni propositi ma ancora nubile, figlia di un generale e sorella di militari, cresciuta in una base e unica della famiglia ad essere stata inviata tra i famigerati "civili" (niente meno che a fare il sostituto procuratore)?

    Detto fatto, con caschetto cotonato (più in alto è la messa in piega, più si è vicini a Dio...) e con i tailleur coordinati della nonna, pure la terribile Jane in versione Doris Day è pronta per buttarsi nel grande gioco, anche se questo può avere influenza sul processo penale che sta seguendo. Tra avvocati della difesa con abbronzatura perenne, detective burberi ma affascinanti, e giurie confuse, si sorride, si ride e si rimane deliziati in questa commedia scritta oggi ma che strizza l'occhio agli anni '50-`60.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Troppo forzato e poco divertente

    Ho voluto leggere questo romanzo di evasione, del tipo-Kinsella (autrice di cui ho parlato abbastanza bene in due occasioni). Peccato che non mi abbia fatto evadere più di tanto :-(


    Non è che io mi aspettassi un capolavoro, ma almeno con la Kinsella di "La regina della casa" e "Ho il tuo n ...continua

    Ho voluto leggere questo romanzo di evasione, del tipo-Kinsella (autrice di cui ho parlato abbastanza bene in due occasioni). Peccato che non mi abbia fatto evadere più di tanto :-(

    Non è che io mi aspettassi un capolavoro, ma almeno con la Kinsella di "La regina della casa" e "Ho il tuo numero" mi sono rilassata e divertita, pur nell'inverosimiglianza di alcune situazioni, inevitabilmente un pò esasperate per creare l'effetto-fiaba moderna e arrivare al lieto fine desiderato.

    Nel caso di "Non sparare, baciami!" invece mi sono ritrovata spesso a scorrere le pagine in fretta perche' mi stavo un po' annoiando.

    La storia è quella di una giovane donna in carriera (un avvocato per la precisione) figlia di un generale dell'esercito vedovo e fissato per la disciplina militare che l'ha cresciuta come un uomo. E questo ci può anche stare, entro certi limiti. Invece ti dico che qui la situazione e' portata ad un'esagerazione tale da non poter reggere assolutamente.

    Il personaggio della protagonista non è credibile neppure di striscio. E lo diventa ancora meno quando decide di cambiare totalmente il suo modo di essere per provare a trovare l'anima gemella, dato che fino a quel momento (come è ovvio) nessun uomo ha mai voluto avere a che fare con lei oltre il primo appuntamento.

    Il suo modello diventa Doris Day, la famosissima attrice degli anni sessanta, che in tante commedie aveva immancabilmente fatto innamorare di sè l'imperturbabile burbero oppure il don giovanni di turno facendo leva solo su un'ingenuità disarmante e su una femminilità zuccherosa, tutta sorrisi e abitini dai colori pastello.

    Non sto qui a raccontare come avviene questa trasformazione, ma davvero è una cosa che non sta in piedi. Ripeto, so che non è di un libro impegnato che stiamo parlando, però un minimo di credibilità dovrebbe pur esserci. Leggendolo, al contrario, vien fuori che le giurie dei processi per omicidio, invece di dibattere sulle prove e sul verdetto, in sala di consiglio si mettono a disquisire sul delizioso completino verde mela dell'avvocato dell'accusa e su come sia dolce il suo sorriso e di come sia impossibile che una donna di quella gentilezza ed educazione possa mai dire qualcosa che non sia la verità!

    Se si vuol leggere un romanzo rosa per passare il tempo, ok: questo potrebbe anche andare. A patto di essere consapevoli che non vi si troverà molto ritmo nè molto humor. Solo personaggi preconfezionati e prevedibili, per un finale che emoziona giusto un pò.

    Eppure è un best seller. Sarò io che sono un pò troppo esigente, anche in fatto di romanzi di puro svago...chi lo sa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Calamity Jane

    Carino, strappa qualche sorriso, forse l’autrice si è dilungata un po’ troppo in alcune parti.
    Per fortuna Jane, alla fine, è tornata fuori; la psicopatica Doris mi faceva un po’ paura. Il mix delle due anime di Jane/Doris è la persona perfetta ^^
    Ho scoperto che il titolo è lo stesso del film di ...continua

    Carino, strappa qualche sorriso, forse l’autrice si è dilungata un po’ troppo in alcune parti. Per fortuna Jane, alla fine, è tornata fuori; la psicopatica Doris mi faceva un po’ paura. Il mix delle due anime di Jane/Doris è la persona perfetta ^^ Ho scoperto che il titolo è lo stesso del film di Doris Day su Calamity Jane a cui, evidentemente, la scrittrice si è ispirata ^^ infatti potrebbe benissimo essere la sceneggiatura di un film. Scaricato gratis da Amazon ^^

    ha scritto il 

  • 4

    Terminato "Non sparare, baciami - Sharon Krum"


    Jane avvocato e' cresciuta da un padre severo, generale dell'esercito, e ha sviluppato un carattere aggressivo e poco femminile. Un giorno stufa dei continui rifiuti da parte degli uomini di uscire con lei, si chiede che cosa vogliono gli uomi ...continua

    Terminato "Non sparare, baciami - Sharon Krum"

    Jane avvocato e' cresciuta da un padre severo, generale dell'esercito, e ha sviluppato un carattere aggressivo e poco femminile. Un giorno stufa dei continui rifiuti da parte degli uomini di uscire con lei, si chiede che cosa vogliono gli uomini da una donna: Doris Day, personaggio televisivo degli anni 60 la illumina! Un libro divertente, spassoso con cui passare delle ore spensierate. Un ripescare le vecchie maniere di comportamento, abbigliamento, e valori.. Un po' rivedere un vecchio film di Doris Day

    ha scritto il