Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Non ti muovere

By Margaret Mazzantini

(5789)

| Paperback | 9788804536581

Like Non ti muovere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una giornata di pioggia e di uccelli che sporcano le strade, una ragazza di quindici anni che scivola e cade dal motorino. Una corsa in ambulanza verso l'ospedale. Lo stesso dove il padre lavora come chirurgo. E' lui che racconta l'accerchiamento ter Continue

Una giornata di pioggia e di uccelli che sporcano le strade, una ragazza di quindici anni che scivola e cade dal motorino. Una corsa in ambulanza verso l'ospedale. Lo stesso dove il padre lavora come chirurgo. E' lui che racconta l'accerchiamento terribile e minuzioso del destino. Il padre in attesa, immobile nella sua casacca verde, in un salotto attiguo alla sala operatoria. E in questa attesa, gelata dal terrore di un evento estremo, quest'uomo, che da anni sembra essersi accomodato nella sua quieta esistenza di stimato professionista, di tiepido marito di una brillante giornalista, di padre distratto di un'adolescente come tante, è di colpo messo a nudo, scorticato, costretto a raccontarsi una verità straniata e violenta.

1104 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    meraviglioso!

    questo è sicuramente uno dei più bei libri che ho letto. un po' triste, ma davvero bello.

    Is this helpful?

    punjabi said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il rumore dell'assenza...

    Con questo libro ho provato davvero cosa significhi empatia tra i personaggi di un romanzo e il lettore. Quando ho concluso la lettura, ho continuato per anni ad avere l'impressione che la storia e il flusso di ricordi di Timoteo continuassero da qua ...(continue)

    Con questo libro ho provato davvero cosa significhi empatia tra i personaggi di un romanzo e il lettore. Quando ho concluso la lettura, ho continuato per anni ad avere l'impressione che la storia e il flusso di ricordi di Timoteo continuassero da qualche altra parte. Credo che la Mazzantini abbia dato davvero il meglio di sé in questo romanzo, ha saputo rendere benissimo il punto di vista, i pensieri e comportamenti del personaggio principale...un uomo! Magistrale la scelta di utilizzare proprio i pensieri del protagonista come voce narrante, un uomo che può essere davvero se stesso solo nel suo intimo. Una storia che parla molto di quelle assenze che pesano, che ci parlano in ogni momento della nostra vita, quelle assenze piene di rimpianti, di "se" e "ma". Eccezionale anche il film (soprattutto grazie a Castellitto e alla Cruz), ma fin troppo "silenzioso"(avrebbero potuto utilizzare una voce fuori campo costante, per rendere davvero giustizia allo stile narrativo).

    Is this helpful?

    Emma_Blunotte said on Sep 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La Mazzantini è sempre la migliore...

    Crudo ed emozionante,la Mazzantini è riuscita a farmi avere sempre la stessa smania irrefrenabile di conoscere il finale al più presto, ho assaporato ogni pagina ed ogni parola, non c'è nient'altro da dire...tra i libri più belli che abbia mai letto

    Is this helpful?

    Marsiglia Chiara said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mmm, mmm. Si tratta di un romanzo che non sento assolutamente di dovere metaforicamente cestinare senza appello, ma su cui ho comunque qualche riserva.

    Si tratta della prima opera di Mazzantini che mi trovo a leggere e non sapevo assolutamente cosa ...(continue)

    Mmm, mmm. Si tratta di un romanzo che non sento assolutamente di dovere metaforicamente cestinare senza appello, ma su cui ho comunque qualche riserva.

    Si tratta della prima opera di Mazzantini che mi trovo a leggere e non sapevo assolutamente cosa aspettarmi da questa autrice, tanto osannata quanto criticata. Fra i punti forti, devo dire che si legge in fretta e con voglia. Sarà forse uno stratagemma di bassa lega, ma non sapere fino all’ultimo che fine farà Angela mi ha spinto a divorarlo con una certa curiosità. Ho trovato le descrizioni pregnanti, soprattutto per quanto riguarda emozioni e sentimenti, e credo vada riconosciuta all’autrice un’ottima capacità di mantenere il discorso fluido e naturale sebbene ancorato alla difficile scelta della seconda persona.

    Pollice verso invece per la scelta del linguaggio. Accostamenti troppo fantasiosi, ai limiti dell’assurdo, per la serie «se nessuno li ha usati fino adesso ci sarà ben un motivo». L’acqua, che io sappia, non «pascola» e i capezzoli non sono «appesi addosso» alle persone. Inoltre, mentre la prima parte è intrisa di un realismo fin troppo crudo (per dirla in parole povere, sulla testa di Timoteo piovono sfighe a ripetizione), verso la fine ogni verosimiglianza viene buttata allegramente all’aria. Mazzantini ci rende partecipi fin dall’inizio delle conoscenze mediche del protagonista, di professione chirurgo, con tanto di dettagli sulle procedure. Salvo poi chiudere la vicenda con avvenimenti assolutamente improponibili, ai limiti della fantascienza.

    Tre stelline sono una buona via di mezzo.

    Is this helpful?

    Snoopina said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book