Non tutti i bastardi sono di Vienna

Voto medio di 737
| 185 contributi totali di cui 158 recensioni , 27 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Maggiore, la guerra è assassinio, sempre... voi ora volete solo dare un esempio: uccidere dei signori non è come uccidere dei contadini! Negando la grazia voi contribuite... sto dicendo voi, barone von Feilitzsch, perché qui ci siete voi... ...Continua
Ha scritto il 13/02/17
Un gioiellino che con tratti leggeri racconta la grande guerra vista dalle retrovie, anzi da una villa signorile a poca distanza dal Piave. Nonostante le requisizioni e la parziale occupazione da parte degli ufficiali nemici (ma molto piu vicini, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/01/17
Aggraziato
Ultimamente l'accoppiata Sellerio-vincitore premio Campiello funziona piuttosto bene: Fontana con "Morte di un uomo felice", Balzano con "L'ultimo arrivato", e allora decido di provarne un altro, ché non c'è due senza tre. E devo dire che anche il ...Continua
  • 22 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 02/10/16
Insipido
L’hanno fatto notare già altri su aNobii: questo libro non decolla mai. La vicenda è drammatica, ambientata nel Veneto occupato dopo Caporetto; non mancano i colpi di scena; i personaggi sembrerebbero ideali per far emergere conflitti; ma la ...Continua
Ha scritto il 19/06/16
Anche una storia molto semplice, se ben raccontata, può diventare un'opera letteraria. E' il caso di questo romanzo, in cui l'atrocità, la stupidità e l'inutilità strategica della Grande Guerra sono il lascito, in un crescendo emozionale ben ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 15/05/16
Incompiuto
Villa Spada, a due passi dal Piave vede il susseguirsi delle vicende della omonima nobile famiglia intrecciarsi con quelle dell’esercito di occupazione austro-ungarico durante la I Guerra Mondiale, narrato in prima persona dal più giovane dei ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il May 21, 2014, 17:43
"Queste sbarre che mi imprigionano io le ho costruite piano piano, giorno dopo giorno, negli anni. Sono fatte della mia paura di disturbare il mondo."
Pag. 171
Ha scritto il Jul 16, 2013, 08:57
<<Le vittorie hanno ben poco da dire, è la sconfitta che insegna>> diceva il nonno.
Pag. 360
  • 1 commento
Ha scritto il Jul 16, 2013, 08:55
I luoghi hanno il vizio di sopravviverci.
Pag. 345
  • 1 commento
Ha scritto il Jul 16, 2013, 08:55
Stupidità e sfortuna giocano a rubamazzo anche nella casa dei signori.
Pag. 343
Ha scritto il Jul 16, 2013, 08:53
La guerra è un turbine grigio. Sono grigie le minestre, e le divise, le strade, i camion, i muli, le facce, le mitragliatrici. Anche la puzza di nafta, di sudore rappreso, di sterco e di ferro, ha qualcosa di grigio.
Pag. 295
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi