Non vi lascerò orfani

Voto medio di 1.924
| 420 contributi totali di cui 411 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La sopravvivenza dei figli ai genitori è vista in tutte le tradizioni come un fatto naturale. A maggior ragione quando la scomparsa del genitore non lascia un piccolo orfano ma un orfano adulto. Eppure il dolore dell'orfano adulto non è meno ... Continua
Ha scritto il 30/07/17
Storia familiare che non mi ha particolarmente esaltato, mi aspettavo qualcosa di più introspettivo.
Ha scritto il 10/07/17
Sciapo
'Non vi lascero' orfani' e' sostanzialmente una panoramica dell'albero genealogico della famiglia Bignardi, condita qua e la' da brevi riflessioni sulla famiglia, sulla crescita, sulla morte. Si fa leggere e si legge velocemente, ma non mi ha ...Continua
Ha scritto il 19/06/17
Ben scritto,ma banale,non mi ha lasciato niente.
Ha scritto il 13/03/17
Apprezzo tantissimo Daria Bignardi, ha una scrittura molto piacevole che crea attorno al lettore una cupola in cui si riesce ad isolare e ogni suo libro scorre veloce come un venticello di primavera. Tutti i suoi libri li ho letti in pochi giorni o ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 01/03/17
È un libro che non potró piú dimenticare. La morte dei genitori era un tema molto lontano da me e ho iniziato a lggerlo con serenitá in un pomeriggio di inizio febbraio, dopo tre ore mi arriva la notizia che mio padre si é sentito male e che lo ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Dec 04, 2014, 14:19
Ma perdere un genitore a quarant'anni fa più male che a venti. A venti è uno strazio, ma sei in corsa e corri. A quaranta è un dolore che non passa più. Non potrai più decidere s andarlo a trovare o no. Non potrai più fargli un regalo, ...Continua
Pag. 28
Ha scritto il Dec 04, 2014, 14:15
Questo è la morte, oltre alla mancanza di chi non c’è più: è la vita, con tutti i suoi ricordi. E amore. Tutto l’amore che chi se ne va ci ha dato, buono o cattivo che sia stato. Per quello soffriamo tanto quando ci muoiono i genitori: ...Continua
Pag. 11
Ha scritto il Dec 04, 2014, 14:11
E' bello stare accanto a chi muore. Quella notte mi era sembrato di partorirlo io, mio padre, mentre se ne andava dolorosamente: per niente sereno, per niente forte, umano come Cristo in croce.
Pag. 9
Ha scritto il Feb 25, 2013, 13:17
Mi piace dare un senso a tutto, e immaginare un lieto fine per ogni cosa. Ho sofferto per i nostri litigi, ma quanto mi hanno temprato, e insegnato a combattere: io almeno me la racconto così. Tanto ormai è così che è andata.
Pag. 128
Ha scritto il Mar 25, 2012, 19:23
Ma l'amore è amore. E' quando non c'è più che capisci quanto ti manca, anche se è faticoso da sopportare.
Pag. 64

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi