Nel salotto londinese degli Shaw, in Harley Street a Londra, la giovane Margaret Hale osserva con distacco, e velato rimpianto al contempo, quel mondo di lustrini, balli e convenevoli sociali che si è ridestato intorno alla famiglia per festeggiare l ...Continua
Nebbia
Ha scritto il 30/07/18
Non posso certo dire che sia un brutto libro, però non mi ha appassionato e coinvolto come pensavo e speravo. Margaret non è il tipo di eroina che piace a me (anche se verso la fine mi è diventata molto più simpatica, così come anche altri personaggi...Continua
betulle&peonie
Ha scritto il 27/06/18
Elizabeth Gaskell non ha la prosa briosa e pungente della Austen, né la capacità di approfondimento di Charlotte Bronte e di George Eliot, ma ha una tale sensibilità e una tale capacità di osservazione delle miserande vite degli uomini, del dolore e...Continua
✿ Haydée ✿
Ha scritto il 12/05/18
che bella scoperta!

Quel "Margaret" finale è di una dolcezza disarmante!

Angigames (anche...
Ha scritto il 05/04/18
John, OH John!
Peccato per la velocità degli ultimi capitoli, perché questo classico è un gioiellino prezioso! Amo l'ambientazione, amo come l'autrice con il suo stile che non annoia mai, GIURO non annoia mai, neanche nelle descrizioni più lunghe!, abbia accompagna...Continua
Il giardino dei...
Ha scritto il 18/03/18
Ho letto "North & South" sull'onda lunga dell'entusiasmo con cui ho guardato, per ben tre volte, l'omonima miniserie prodotta dalla BBC. La vicenda narra della giovane Margaret Hale che, da un pittoresco paesino dell'Inghilterra del Sud, si trasferis...Continua

Elly Chan10
Ha scritto il Mar 02, 2017, 15:02
Le persone particolarmente felici e fortunate sono troppo inclini a prendere alla leggera le disgrazie degli altri.
Elly Chan10
Ha scritto il Mar 02, 2017, 07:12
Io la mia coscienza la tengo sempre chiusa ben stretta come una scatola a sorpresa, perché quando salta fuori e prende vita mi sorprende per la sua grandezza.
Elly Chan10
Ha scritto il Mar 02, 2017, 07:11
Niente come l'atto del mangiare rende gli uomini uguali. Morire non è nulla in confronto. Il filosofo muore sentenziando, il fariseo ostentando, l'onesto con umiltà, il povero idiota senza coscienza, come il passerotto che cade a terra; il filosofo e...Continua
Camilla
Ha scritto il Jul 05, 2012, 19:31
If Mr. Thornton was a fool in the morning, as he assured himself at least twenty times he was, he did not grow much wiser in the afternoon.
Pag. 208
Camilla
Ha scritto il Jul 05, 2012, 19:29
She told her son that she wished (...) that there had been no such useless languages as Latin and Greek ever invented.
Pag. 240

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi