Northern Lights

By

Publisher: Scholastic

4.1
(5511)

Language: English | Number of Pages: 397 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , Chi simplified , Spanish , Chi traditional , Catalan , German , Italian , Japanese , Portuguese , Swedish , Dutch , Czech

Isbn-10: 1407130226 | Isbn-13: 9781407130224 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Audio CD , Audio Cassette , School & Library Binding , Library Binding , Unbound , Others

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Northern Lights ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Lyra Belacqua and her animal daemon live half-wild and carefree among scholars of Jordan College, Oxford. The destiny that awaits her will take her to the frozen lands of the Arctic, where witch-clans reign and ice-bears fight. Her extraordinary journey will have immeasurable consequences far beyond her own world...
Sorting by
  • 4

    Lyra e il suo daimon si mossero nella crescente penombra del salone, bene attenti a restare da un lato, dove non potevano esser visti dalla cucina. Le tre lunghe tavole che correvano da un capo all'al ...continue

    Lyra e il suo daimon si mossero nella crescente penombra del salone, bene attenti a restare da un lato, dove non potevano esser visti dalla cucina. Le tre lunghe tavole che correvano da un capo all'altro del salone erano già apparecchiate, con cristalli e argenti scintillanti sui quali si raccoglieva la scarsa luce, e con le panche già sistemate, pronte per accogliere gli ospiti. In alto, nel buio, erano appesi i ritratti dei precedenti Maestri.

    said on 

  • 5

    Non è un adult fantasy. Assolutamente no. E' un fantastico travestimento dalla duplice interpretazione : il ragazzo legge di una fantastica avventura , l'adulto lo viviseziona in tutte le sue topich ...continue

    Non è un adult fantasy. Assolutamente no. E' un fantastico travestimento dalla duplice interpretazione : il ragazzo legge di una fantastica avventura , l'adulto lo viviseziona in tutte le sue topiche sfaccettature. Primo argomento che emerge è sicuramente una critica verso la chiesa , in particolare quella cattolica, e varie sono le citazioni filosofiche in particolare al Paradise Lost di Milton. lo stile dell'autore è scorrevole e tuttavia molto minuzioso con una accorta analisi sul modo di riflettere che hanno i bambini, con tutte le loro peculiarità positive e negative. io l ho letto a 20 anni dalla sua pubblicazione, un po' per la poca pubblicità e un po' per il poco incoraggiamento dato (a mio avviso) dal titolo che ovviamente in inglese è tanto più accattivante. consigliatissimo .

    said on 

  • 4

    Divorato...

    ... raramente le aspettative vengono rispettate ma in questo caso si fà un eccezione e si và oltre le più rosee aspettative.
    Il romanzo è perfetto. Il ritmo, l'ambientazione, i personaggi, il messaggi ...continue

    ... raramente le aspettative vengono rispettate ma in questo caso si fà un eccezione e si và oltre le più rosee aspettative.
    Il romanzo è perfetto. Il ritmo, l'ambientazione, i personaggi, il messaggio di fondo creano una sinfonia perfetta che ti catapulta dentro l'esperienza (perchè di esperienza stiamo parlando) di leggere questo romanzo.
    Consigliato.

    said on 

  • 4

    La bussola d'oro è il primo libro della triologia "Queste oscure materie" di Philip Pullman, pubblicato nel 1996 in Italia da Salani.

    Ne è stato tratto anche un film nel 2007 prodotto dalla New Line C ...continue

    La bussola d'oro è il primo libro della triologia "Queste oscure materie" di Philip Pullman, pubblicato nel 1996 in Italia da Salani.

    Ne è stato tratto anche un film nel 2007 prodotto dalla New Line Cinema (la stessa de "Il signore degli Anelli") con Dakota Blue Richards, Daniel Craig e Nicole Kidman, che sebbene sia abbastanza piacevole non è minimamente all'altezza del romanzo.

    Il libro è ambientato in un mondo parallelo al nostro che, nonostante abbia più o meno la stessa geografia sembra più simile all'Europa nei primi anni del Novecento: ci sono zeppelin, carrozze a corrente elettrica... E un dominio incontrastato mondiale basato sulla religione che si chiama Magisterium, con sede in Svizzera.

    La principale differenza tra i due mondi è che nel mondo di Pullman tutti gli esseri umani hanno un daimon, una sorta di animale-guida che cambia continuamente forma durante l'infanzia per poi stabilizzarsi nel passaggio all'età adulta.

    Lyra è una ragazzina che vive nel college di Oxford, e a 12 anni non ha particolari interessi se non quelli di scorrazzare per gli edifici della scuola e nelle vie della cittadina in compagnia di Roger, suo amico, e di altri bambini gyziani (l'equivalente dei nostri gitani).

    All'improvviso la sua vita viene sconvolta dal passaggio degli Ingoiatori, che rubano i bambini insieme ai loro daimon per portarli nell'estremo nord; è il caso del suo amico Roger, che lei giura di salvare, grazie all'aiuto di un manufatto incredibile chiamato alietometro (la bussola d'oro), in grado di svelare la verità e quindi la strada da percorrere.

    Forse un romanzo fantasy meno conosciuto e fondamentale di tanti altri, ma decisamente piacevole e con un odio e una critica aspra e pungente alla religione che non può non piacere a chi ha avuto qualche problema con il dominio incontrastato della Chiesa Cattolica nell'Occidente (e soprattutto in Italia). Se siete credenti lasciate stare, potreste non apprezzarlo fino in fondo...

    said on 

  • 0

    Queste oscure materie: La bussola d'oro | La lama sottile | Il cannocchiale d'ambra

    His Dark Materials: Northern Lights (US title, The Golden Compass), 1995 | The Subtle Knife, 1997 | The Amber Spyglass, 2000

    biblioteca; gdl Il giardino segreto; THE GOLDEN COMPASS, 1995
    PRENDERE DI N ...continue

    His Dark Materials: Northern Lights (US title, The Golden Compass), 1995 | The Subtle Knife, 1997 | The Amber Spyglass, 2000

    biblioteca; gdl Il giardino segreto; THE GOLDEN COMPASS, 1995
    PRENDERE DI NUOVO

    said on 

  • 4

    Un manuale di strategia

    Quando si cresce si perde la propria parte mobile. Bel personaggio la ragazzina. Chi fa il bene sa esattamente che cosa è il male. Anche la ragazzina giovane e ancora inesperta. Non serve vedere con c ...continue

    Quando si cresce si perde la propria parte mobile. Bel personaggio la ragazzina. Chi fa il bene sa esattamente che cosa è il male. Anche la ragazzina giovane e ancora inesperta. Non serve vedere con chiarezza le cose ma bisogna imparare a guardare. Scrive benissimo probabilmente anche tradotto bene.

    said on 

  • 5

    Questo è il primo volume della trilogia di Philip Pullman e l’unica critica che devo fare riguarda il titolo italiano, il quale secondo me è totalmente fuorviante. Non c’è nessuna bussola d’oro nel li ...continue

    Questo è il primo volume della trilogia di Philip Pullman e l’unica critica che devo fare riguarda il titolo italiano, il quale secondo me è totalmente fuorviante. Non c’è nessuna bussola d’oro nel libro ma è presente un aletiometro, un oggetto che assomiglia per forma ad una bussola ma che in realtà è in grado di rivelare la verità a coloro che la sanno decifrare, i punti cardinali non c’entrano assolutamente niente.
    La protagonista della storia è Lyra, una bambina di 11 anni che vive in un college inglese perché i suoi genitori sono morti, ma suo zio è riuscito a convincere gli accademici a farla vivere con loro finché non sarà grande. La vita di Lyra trascorre normalmente fino a quando non ascolta una conversazione segreta sulla Polvere, una misteriosa materia che si trova sugli adulti e che è stata fotografata per la prima volta nel lontano Nord. Tutte le persone importanti vogliono sfruttare questa sostanza ma nessuno sa perfettamente di cosa si tratti né come ottenerla. Nel frattempo cominciano a scomparire alcuni bambini in tutta l’Inghilterra e Lyra si troverà immischiata in lotte politiche, salvataggi impossibili e scoperte scioccanti.
    L’universo creato da Pullman è incredibile, in alcuni momenti sembra di essere nel nostro mondo e poi improvvisamente spuntano dal nulla degli orsi polari o delle streghe, e il lettore è di nuovo catapultato nella fantasia dell’autore. Lyra non è una bambina qualunque, non solo perché il destino di questo universo sarà determinato dalle sue scelte o dai suoi errori, ma soprattutto perché è la tipica persona che non si arrende di fronte a nulla. Quando la situazione diventa impossibile e qualsiasi adulto si sarebbe fatto prendere dalla disperazione, Lyra va avanti perché sa che qualcun altro dipende da lei e non può deluderlo. Sa reagire con coraggio e determinazione, e sfrutta le sue doti con maestria riuscendo a convincere con le sue scaltre bugie persino un re. Un’“invenzione” che ho trovato geniale è quella dei daimon: animali che accompagnano gli umani e che rappresentano una parte della loro anima, in questo modo nessuno può sentirsi mai solo.

    said on 

  • 4

    Notevole, tanto per cominciare, che sia ambientato in paesaggi tipicamente europei, in un tempo praticamente contemporaneo: dunque si può fare fantasy anche senza quel finto medioevo dove i luoghi e ...continue

    Notevole, tanto per cominciare, che sia ambientato in paesaggi tipicamente europei, in un tempo praticamente contemporaneo: dunque si può fare fantasy anche senza quel finto medioevo dove i luoghi e le persone hanno nomi illeggibili pieni fitti di "Y", "TH" e "LL".

    said on 

Sorting by