Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Norwegian Wood

By

Publisher: Vintage

4.2
(19580)

Language:English | Number of Pages: 400 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi simplified , Chi traditional , Spanish , Portuguese , Italian , German , Russian , Catalan , French , Swedish , Latvian , Slovenian , Dutch , Croatian , Danish , Korean , Finnish , Polish , Czech

Isbn-10: 0099554569 | Isbn-13: 9780099554561 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Library Binding , Audio CD , Softcover and Stapled , Others , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Norwegian Wood ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
When he hears her favourite Beatles song, Toru Watanabe recalls his first love Naoko, the girlfriend of his best friend Kizuki. Immediately he is transported back almost twenty years to his student days in Tokyo, adrift in a world of uneasy friendships, casual sex, passion, loss and desire - to a time when an impetuous young woman called Midori marches into his life and he has to choose between the future and the past.
Sorting by
  • 2

    libro scelto dal gruppo di lettura per gennaio 2015


    È stata una lettura veramente difficile da portare a termine, e il senso di "depressione" e tristezza costante che accompagna i personaggi del libro non ha di certo aiutato ad arrivare alla fine. La malinconia, il senso di abbando ...continue

    libro scelto dal gruppo di lettura per gennaio 2015

    È stata una lettura veramente difficile da portare a termine, e il senso di "depressione" e tristezza costante che accompagna i personaggi del libro non ha di certo aiutato ad arrivare alla fine. La malinconia, il senso di abbandono nei confronti degli eventi e la mancanza di reazione sono costanti, un non voler reagire e combattere i propri demoni interiori e abbandonarsi all'oscurità e al oblio. Questa mancanza di "vitalità" e di reazione è probabilmente il motivo per cui ho faticato così tanto a finire il libro, proprio perché non amo chi si sconforta e si abbandona alla vita senza reagire e combattere, chi lascia che le proprie paure e le proprie insicurezze abbiano la meglio e condizionino un'intera esistenza.

    said on 

  • 5

    Il migliore

    Ho letto già alcuni libri di Murakami e l'ho trovato sempre godibile, ma questo è il migliore. I protagonisti veri sono i tre personaggi femminili, indimenticabili. Davvero vale la pena!

    said on 

  • 5

    Coinvolgente

    Bisogna leggerlo. Almeno una volta, bisogna entrare nei panni di questi personaggi così lontani, ma in fondo così vicini alla nostra realtà. Una situazione e un'atmosfera angoscianti e pressanti dalla prima all'ultima pagina, ma non posso negarlo: io ai personaggi mi sono affezionato in maniera i ...continue

    Bisogna leggerlo. Almeno una volta, bisogna entrare nei panni di questi personaggi così lontani, ma in fondo così vicini alla nostra realtà. Una situazione e un'atmosfera angoscianti e pressanti dalla prima all'ultima pagina, ma non posso negarlo: io ai personaggi mi sono affezionato in maniera indelebile. Se chiudo gli occhi me li immagino. Lo stile di Murakami in questo libro è diverso, ma penso che, come ho fatto io, prima di leggere questo libro bisognerebbe leggerne altri dell'autore, come per esempio Kafka sulla spiaggia.

    said on 

  • 4

    Libro emotivamente coinvolgente ma è necessario avere una predisposizione d'animo equilibrata per poterlo leggere in serenità: un velo di tristezza sottende a tutto il romanzo, caratteristica propria degli autori giapponesi. Nonostante la malinconia diffusa la storia si dipana bene tra debolezze ...continue

    Libro emotivamente coinvolgente ma è necessario avere una predisposizione d'animo equilibrata per poterlo leggere in serenità: un velo di tristezza sottende a tutto il romanzo, caratteristica propria degli autori giapponesi. Nonostante la malinconia diffusa la storia si dipana bene tra debolezze difficoltà e delusioni dei protagonisti. Vale la pena leggerlo; da consigliare a chi intende cimentarsi con gli autori giapponesi, meglio Murakami o Yoshimoto che hanno uno stile scorrevole e delicato, aspettatevi perô la cura del dettaglio e la descrittività talvolta esasperata e fine a se stessa, molto ben articolati in ogni caso!

    said on 

  • 3

    Che una pagina tiri l'altra non si può negare. Che sia poetico nemmeno. Che sia esagerato e a volte fastidioso neppure. Per non parlare della sensazione irritante che ti lasciano alcuni personaggi, con la loro sfrontatezza, debolezza, inspiegabile mancanza di autocontrollo. Non credo leggerò altr ...continue

    Che una pagina tiri l'altra non si può negare. Che sia poetico nemmeno. Che sia esagerato e a volte fastidioso neppure. Per non parlare della sensazione irritante che ti lasciano alcuni personaggi, con la loro sfrontatezza, debolezza, inspiegabile mancanza di autocontrollo. Non credo leggerò altro di Murakami. Questo romanzo mi è bastato (che è diverso dall'avermi lasciata soddisfatta).

    said on 

  • 2

    Ma adesso capisco. Capisco che in fondo a poter riempire quel contenitore imperfetto che è la scrittura, sono solo ricordi e pensieri altrettanto imperfetti.

    Mi sono avvicinata a questo libro piena di aspettative, ma ho trovato un Murakami che non conoscevo. Avevo già un rapporto di odio e amore con lui, amo i suoi libri ma i loro finali mi lasciano sempre spiazzata. Pensando di ritrovare la stessa magia che questo autore riesce sempre a trasmettermi, ...continue

    Mi sono avvicinata a questo libro piena di aspettative, ma ho trovato un Murakami che non conoscevo. Avevo già un rapporto di odio e amore con lui, amo i suoi libri ma i loro finali mi lasciano sempre spiazzata. Pensando di ritrovare la stessa magia che questo autore riesce sempre a trasmettermi, mi sono schiantata invece contro un muro, che per un periodo ha anche arrestato la mia lettura di questo romanzo che, mi spiace, proprio non mi è piaciuto.
    Deciso ad abbandonare per un po' i toni onirici e fantastici dei suoi libri precedenti, troviamo qui un Murakami che si cimenta in un'opera in perfetto stile romanzo di formazione dell'Ottocento europeo. Big mistake, a parer mio. Quello che mi è sempre piaciuto dei suoi romanzi era proprio quella nota irreale, quella decostruzione della realtà e la sua successiva interpretazione soggettiva e magica, e anche l'introspezione dei personaggi, il loro spessore, il loro smarrimento di fronte a qualcosa di nuovo e sconosciuto. Bene, in Norwegian Wood non ho trovato nulla di tutto questo.
    Norwegian Wood è un romanzo d'amore, realistico, verosimile e, purtroppo, noiso. La vicenda non riesce ad acquistare lo spessore che dovrebbe, non coinvolge, non è accattivante. Mi sono ritrovata a leggere la vita di un ragazzo universitario raccontata come se fosse un lungo elenco di cose che gli accadono, che sono però cose normalissime e un po' noiose, anche perchè il protagonista stesso è un ragazzo noioso e annoiato dalla vita. Vive senza uno scopo vero e proprio, senza progetti, facendo quello che fa senza interesse e senza quasi accorgersene. Il grande conflitto interiore e la grande scelta che secondo l'introduzione di Amitrano egli si ritrova a dover compiere, io sinceramente non li ho trovati.
    Naoko è una presenza-assenza, incomprensibile, troppo eterea ed evanescente, troppo accennata. I suoi comportamenti mi hanno spesso fatta innervosire, come anche quelli di Toru, che sembra accettare quello che gli accade intorno senza mai provare a cambiarlo o ad agire perchè succeda ciò che veramente vuole. Midori e Reiko sono i personaggi più interessanti dell'intero libro, sviluppati bene, ma non bastano a rendere accattivante il romanzo.
    Unico pregio è lo stile di Murakami, che è comunque sempre molto scorrevole e liscio, semplice e godibile. Solo questo, insieme alla mia testardaggine, mi hanno aiutata a finire il romanzo, che avrei volentieri abbandonato a metà.

    said on 

  • 5

    2015年重讀.

    1. 仍然覺得他可以定義在色情小說的範圍內,對於不太讀書的讀者來說,看完這套書也許就能變成村上春樹的書迷也不一定.

    2.比起之前閱讀這本書的心得,這次重讀,我對於那個腦內的螺絲波的一聲鬆掉的過程感到非常有興趣.
    我們多少都處於有點歪斜不正常的世界裡面,而螺絲是否鬆掉的差別,只是在於我們能不能適應著跟著一起把自己變歪斜而已.

    我想到那天小川要睡覺,我們打算拿卡通來哄女兒不要吵弟弟時,嘴裡一邊說著沒有我們沒有要放卡通喔,然後一邊用手指放在嘴唇上作出"噓,我們是騙弟弟的".然後我那五歲的女兒看著我們的手勢,聽著我們說的反話 ...continue

    2015年重讀.

    1. 仍然覺得他可以定義在色情小說的範圍內,對於不太讀書的讀者來說,看完這套書也許就能變成村上春樹的書迷也不一定.

    2.比起之前閱讀這本書的心得,這次重讀,我對於那個腦內的螺絲波的一聲鬆掉的過程感到非常有興趣.
    我們多少都處於有點歪斜不正常的世界裡面,而螺絲是否鬆掉的差別,只是在於我們能不能適應著跟著一起把自己變歪斜而已.

    我想到那天小川要睡覺,我們打算拿卡通來哄女兒不要吵弟弟時,嘴裡一邊說著沒有我們沒有要放卡通喔,然後一邊用手指放在嘴唇上作出"噓,我們是騙弟弟的".然後我那五歲的女兒看著我們的手勢,聽著我們說的反話,露出喔我了解了的表情.

    這或許就是人生變成歪斜的開始吧,我們從小就開始接受這一類的訓練啊.

    said on 

  • 0

    Mi aspettavo di più. Narrazione prolissa. Ai disagi giovanili dei protagonisti andava dato più spazio. Ė scorrevole ma mi ha un pò deluso.

    said on 

  • 4

    Libro interessante che esplora gli stati d'animo dei protagonisti alle prese con le tragedie della vita.
    Mi chiedo questo: se lo avessi letto quando avevo vent'anni sarebbe stato diverso il giudizio?

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by