Norwegian Wood

Tokyo Blues

Di

Editore: Einaudi

4.2
(21081)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 379 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Chi tradizionale , Spagnolo , Portoghese , Tedesco , Russo , Catalano , Francese , Svedese , Lettone , Sloveno , Olandese , Croato , Danese , Coreano , Finlandese , Polacco , Ceco

Isbn-10: 880618315X | Isbn-13: 9788806183158 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Giorgio Amitrano ; Prefazione: Giorgio Amitrano

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Norwegian Wood?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi è anche il libro più intimo, introspettivo di Murakami, che qui si stacca dalle atmosfere oniriche e surreali che lo hanno reso famoso, per esplorare il mondo in ombra dei sentimenti e della solitudine. Norwegian Wood è anche un grande romanzo sull'adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli "altri" per entrare vittoriosi nella vita adulta e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi, costi quel costi. Come il giovane Holden, Toru è continuamente assalito dal dubbio di aver sbagliato o poter sbagliare nelle sue scelte di vita e di amore, ma è anche guidato da un ostinato e personale senso della morale e da un'istintiva avversione per tutto ciò che sa di finto e costruito. Diviso tra due ragazze, Naoko e Midori, che lo attirano entrambe con forza irresistibile, Toru non può fare altro che decidere. O aspettare che la vita (e la morte) decidano per lui.
Ordina per
  • 5

    Mi sorprende quanto mi sia piaciuto questo libro. Prima di tutto, la vita di Watanabe non sarà forse proprio quella del tipico universitario ma in gran parte del romanzo, non propriamente allegro, la ...continua

    Mi sorprende quanto mi sia piaciuto questo libro. Prima di tutto, la vita di Watanabe non sarà forse proprio quella del tipico universitario ma in gran parte del romanzo, non propriamente allegro, la vita del protagonista scorre tra eventi normalissimi come mangiare al ristorante, andare a lezione e così via (che Murakami sa rendere estremamente interessanti). Poi, lo stile di scrittura è semplice e scorrevole, in tipico stile giapponese. Insomma, non sono dei difetti, ma nemmeno degli elementi che solitamente mi spingono a dare un voto così alto a un libro. Però era da un po’ che un libro non mi catturava così tanto. Non l’ho finito in un paio di giorni solo perché non ho materialmente così tanto tempo libero. Non so spiegare che cos’è quel misterioso qualcosa che mi ha stregato, forse è quel qualcosa che rende uno scrittore un grande scrittore.

    ha scritto il 

  • 5

    Il miglior libro di Murakami (li ho letti tutti) e uno dei migliori che abbia mai letto. I personaggi vi rimarranno dentro per molto molto tempo, libro di una sensibilità fuori dall'ordinario, belliss ...continua

    Il miglior libro di Murakami (li ho letti tutti) e uno dei migliori che abbia mai letto. I personaggi vi rimarranno dentro per molto molto tempo, libro di una sensibilità fuori dall'ordinario, bellissimo, tenero e triste come di solito sono le adolescenze, nostalgico

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Consiglio di lettura di Marzo 2017 di RC

    "La morte non è qualcosa di opposto, ma di intrinseco alla vita."

    Non è il primo libro che leggo di uno scrittore giapponese, ma il primo di Murakami. Il modo di scrivere è sicuramente differente da q ...continua

    "La morte non è qualcosa di opposto, ma di intrinseco alla vita."

    Non è il primo libro che leggo di uno scrittore giapponese, ma il primo di Murakami. Il modo di scrivere è sicuramente differente da quello utilizzato da altri scrittori.

    "Per quando uno possa raggiungere la verità, niente può lenire la sofferenza di perdere una persona amata. Non c'è verità, sincerità, forza, dolcezza che ci possa guarire da una sofferenza del genere. L'unica cosa che possiamo fare è superare la sofferenza attraverso la sofferenza, possibilmente cercando di trarne qualche insegnamento, pur sapendo che questo insegnamento non ci sarà di nessun aiuto la prossima volta che la sofferenza ci colpirà all'improvviso."

    Questo libro mi ha lasciato molta tristezza addosso, forse anche perché l'ho finito di leggere la sera prima dell'anniversario della morte accidentale di un amico.
    Un libro in cui si intrecciano i tempi ed i modi così estranei al mondo occidentale. La capacità di parlare di un argomento come la morte, ma anche della depressione, che qui si cerca sempre di nascondere o soffocare. Parole semplici, eppure di una tale brutalità, da rimanere quasi sconcertati in alcuni punti del libro.
    Il fatto di poter assistere ad ogni pensiero di Watanabe, ogni gesto, anche sessuale, fa capire come si senta intrappolato nel mezzo. Fra la morte e la vita.
    Non siamo forse un po' tutti quanti come lui? Essersi trovati ad un bivio, ad un funerale, a cercare poi la scintilla della vita in tutto ciò che ci circonda.
    Triste, eppure un libro che mi è piaciuto molto, che ha toccato corde nel profondo.

    ha scritto il 

  • 4

    Romanzo introspettivo, dove il racconto viene accompagnato da riferimenti musicali tra cui "Norwegian Wood"(Beatles) e riferimenti letterari classici. E' scritto con un ritmo da blues, lento, malincon ...continua

    Romanzo introspettivo, dove il racconto viene accompagnato da riferimenti musicali tra cui "Norwegian Wood"(Beatles) e riferimenti letterari classici. E' scritto con un ritmo da blues, lento, malinconico ma non troppo. Racconta di un adolescente in Giappone, Toru, della sua solitudine rispetto agli altri, dei suoi dubbi durante l'adolescenza. Inno alla sensibilità verso le difficoltà emozionali di chi sta crescendo e di chi è accanto, inno all'essere corretti e crescere senza rinunciare a sè stessi per più facili strade. Intorno al 1980, un pò lento nell'incedere, si è avvolti dalle atmosfere di una Tokyo studentesca vista da chi non si integra completamente per non rinunciare al proprio modo di essere, da chi faticosamente arriverà comunque alla propria maturità. E' un romanzo meditativo, romantico, anche triste ma dopotutto positivo, delicato e radicato nella realtà della crescita di sè. Ho dato 4 stelline e non 5 perchè non è perfettamente il mio genere.

    ha scritto il 

  • 5

    Romanzo Bellissimo!

    Romanzo bellissimo!...la lettura mi ha catturato si dalle prime pagine ed è stato un piacere immergersi nella prosa utilizzata da Murakami...a molti la storia può risultare deprimente...ma forse è pro ...continua

    Romanzo bellissimo!...la lettura mi ha catturato si dalle prime pagine ed è stato un piacere immergersi nella prosa utilizzata da Murakami...a molti la storia può risultare deprimente...ma forse è proprio questo che (a tratti) voleva trasmettere l'autore...

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro che stritola ma fa innamorare dei suoi personaggi... pregno di mal di vivere, di disagio, di grandi sensibilità ma anche di entusiasmo e di speranza. E in fondo vince la vita e la gioia, anch ...continua

    Un libro che stritola ma fa innamorare dei suoi personaggi... pregno di mal di vivere, di disagio, di grandi sensibilità ma anche di entusiasmo e di speranza. E in fondo vince la vita e la gioia, anche se malinconica

    ha scritto il 

  • 4

    Come un sogno

    La dimensione in cui si entra leggendo anche solo le prime pagine di "Norwegian Wood" è quella onirica. Pieno di lunghe introspezioni personali ma mai noiose. Murakami ha la grandezza di accompagnare ...continua

    La dimensione in cui si entra leggendo anche solo le prime pagine di "Norwegian Wood" è quella onirica. Pieno di lunghe introspezioni personali ma mai noiose. Murakami ha la grandezza di accompagnare il lettore quasi per mano nell mondo dell' "io" dai contorni poco definiti.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per