Rosispri
Ha scritto il 12/04/18
Non avevo mai letto niente di Nevo e l’ho trovato interessante. Molto diverso dai grandi Oz,Grosmann,Yehoshua,rappresenta la voce giovane della nuova generazione di scrittori israeliani. Più voci narranti ci introducono in un mondo dove non si parla...Continua
Arnaldo Maccarone
Ha scritto il 05/12/17
Sempre molto belli i libri di Eshkol Nevo, che riesce a narrare vicende private di grande intensità intrecciandole con la storia travagliata di quei luoghi, senza che la dimensione pubblica le schiacci, ma anzi facendo in modo che i due aspetti si in...Continua
cris56
Ha scritto il 05/10/17
Nostalgia non ha il fascino di La simmetria dei desideri o di Neuland, è disomogeneo e a volte noioso, anche se a tratti si ritrova la bellezza della scrittura di Nevo, la sua attenzione alle persone e ai loro sentimenti. Laici e ortodossi, arabi...Continua
Giodigio2
Ha scritto il 25/08/17

Sembra che per avere successo un autore israeliano debba sempre sputtanare Israele. Peccato, rende tutto così propagandistico da perdere di credibilità

Armando Plaia
Ha scritto il 23/07/17

Romanzo scorrevole, a tratti un po' noioso e incocludente, ma comunque nel complesso piacevole e interessante. Un autore da conoscere meglio. È una letteratura ebraica molto distante da quella di Roth.


Donnainbici
Ha scritto il Aug 05, 2016, 17:16
"Voglio prendermi il tempo che ci vuole, per non perdere tempo."
Pag. 409
Furettocurioso
Ha scritto il Jul 10, 2016, 09:36
Meno di cinquanta chilometri ed è come andare all'estero. Persino la luce qui è completamente diversa. A Gerusalemme abbacina, è bianca, brucia gli occhi. Mentre qui è torbida, sempre mischiata con qualcosa d'altro. Da casa di zia Ruti, la sorella di...Continua
Sandroman
Ha scritto il May 10, 2015, 19:24
Se siamo veri, non ci sentiremo soffocare. Se ognuno di noi abbandona la fantasia che aveva sull'altro prima di cominciare a vivere insieme, allora abbiamo una possibilità. E poi, siamo ancora in fase di bozze. Possiamo permetterci di sbagliare e cor...Continua
Pag. 397
Sandroman
Ha scritto il May 10, 2015, 19:23
Sì, ma che ne è di tutto il dolore che non lasciamo entrare. Non è che sparisce così. Forse si riversa nel mare. Come la fogna ? Esatto
Pag. 395
Sandroman
Ha scritto il May 10, 2015, 19:21
Essere triste accanto a lui senza vergognarmi, debole accanto a lui senza vergognarmi. Parlarci a metà giornata e sentirmi completamente capita, vedermi nei suoi occhi, vederlo chino sui libri, ascoltare le sue piccole storie, litigare con lui, esser...Continua
Pag. 389

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi