Nostra signora della solitudine

Voto medio di 922
| 86 contributi totali di cui 62 recensioni , 23 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Nel caldo torrido dell'estate cilena, Carmen Lewis Avila, scrittrice di successo, scompare. Dopo che la polizia ha archiviato il caso, Rosa Alvallay,una detective privata, viene incaricata di ritrovarla. Rosa non è una persona molto appariscente, ... Continua
Ha scritto il 12/04/16
Una storia di donne
Libro scritto sapientemente ma, a mio avviso, povero di reali contenuti. La trama potrebbe essere intrigante se fosse stata sviluppata con un linguaggio meno negativo. Da questa scrittrice mi aspettavo qualcosa di più.Ovviamente questo è il mio ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 13/03/16
La storia parte bene: l'intreccio c'è, la suspense pure, i personaggi sembrano giusti, le protagoniste solide. Ma ad un certo punto tutto si perde e diventa confuso e il finale decisamente affrettato; anche la scrittura ne risente, quasi la ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 24/06/15
meglio prima
è l'ultimo libro della Serrano, ma apprezzavo di più il genere precedente, aveva tanto da insegnare, questo è proprio un romanzo fine a se stesso, un investigatrice privata sulle tracce di una famosa scrittrice scomparsa.
  • Rispondi
Ha scritto il 28/07/14
<< Aveva una bella dose di vita interiore ... >>
Non avevo mai letto Marcela Serrano e in generale non mi è dispiaciuta, credo che leggerò altro di questa autrice.La trama è un po’ lieve: una scrittrice in parte cilena in parte americana, tale Carmen Lewis Avila, scompare nel nulla. Ad ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 11/03/14
Carino ma insipido
Il fascinoso Messico e l'impronta femminista sono caratteri tipici del mondo letterario di Marcela Serrano: anche questo romanzo non fa eccezione. La protagonista, sulle tracce di una scrittrice scomparsa e in seguito a varie vicende, avrà modo di ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Nov 18, 2012, 16:37
Voglio essere ancora più precisa: la solitudine è come una luce senza sole. Quando questo si consuma, le rimane la purezza.
Pag. 170
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 18, 2012, 16:36
Poi ci penso su: non vale la pena conservare le cose. Il passato è soltanto quello che oggi ci resta - per quanto soggettivo e menzognero possa essere -, non i fatti reali, ma ciò che il cuore considera vero dopo che il lavorio del tempo li ha ... Continua...
Pag. 157
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 18, 2012, 16:35
Lo scrittore la osserva mentre cerca il portafoglio nella taschina interna della borsetta, lo trova e ne tira fuori una banconota. Lei gli restituisce lo sguardo. Allora lui le sorride: e come quando l'obiettivo della telecamera interrompe un ... Continua...
Pag. 142
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 18, 2012, 11:38
E il ventaglio delle possibilità si apre come la coda di un pavone: a una donna depressa può accadere qualunque cosa. Le sue risposte perdono in sagacia, lo stato di allerta viene meno, la lucidità si affievolisce e il formicaio umano diventa ... Continua...
Pag. 100
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 18, 2012, 11:35
La maschera... rapidamente il suo corpo selvaggio si costringe, si conforma e ora, oppressa, soffocata, si trasforma nella moglie del rettore. La partecipazione all'evento di quel giorno, come a quello di un altro giorno, di qualunque altro giorno, ... Continua...
Pag. 51
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 14, 2016, 10:51
863.7
SER 7869
Letteratura Spagnola
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi