Note azzurre

Di

Editore: Adelphi

4.4
(26)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 912 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8845925382 | Isbn-13: 9788845925382 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Dante Isella ; Contributi: Niccolò Reverdini

Disponibile anche come: Cofanetto , Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Note azzurre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Tutti sanno che nel 1964 Dante Isella restituì magistralmente il testo delle Note azzurre – affidato a sedici quaderni autografi dalla copertina azzurro oltremare –, consentendoci così di accedere a un immenso diario in cui le notazioni autobiografiche si alternano a giudizi letterari e politici spregiudicati, a infiniti spunti di novelle e romanzi mai scritti, ad aforismi esemplari, a sarcasmi violenti e a fantasiose ironie, ad aneddoti non di rado scabrosi su contemporanei illustri o poco noti. Pochi però sanno che già nel 1955 Isella aveva allestito per Ricciardi un'edizione nella quale figurava un mannello di dodici note splendidamente insolenti tralasciate, per motivi di opportunità, nel 1964 (parimenti, alcuni nomi propri furono sostituiti da asterischi), e che quella magnifica e preziosa edizione non venne mai pubblicata: resa dall'editore agli eredi dopo la rinuncia da parte di Ricciardi a distribuirla, la tiratura di circa 1.000 esemplari è rimasta per oltre cinquant'anni relegata negli archivi della Casa Pisani Dossi di Corbetta presso Magenta. In occasione del centenario della scomparsa dello scrittore (avvenuta il 16 novembre 1910), essa vede, finalmente, la luce, accompagnata da un ampio saggio di Niccolò Reverdini che ne ricostruisce l'intricata, e appassionante, vicenda.
Ordina per
  • 0

    Conconi mi racconta del pittore Bertini, figlio del noto Pompeo, il quale dice “sono uomo robusto perchè mia madre è di Rho e mio padre di Busto”.

    341. Una lettera della Ballerina Carmine a Ro ...continua

    Conconi mi racconta del pittore Bertini, figlio del noto Pompeo, il quale dice “sono uomo robusto perchè mia madre è di Rho e mio padre di Busto”.

    341. Una lettera della Ballerina Carmine a Rovani finiva “e se non mi comprendi, indovinami!”

    685. Ci sono scrittori che sono magazzini, cave di pensieri, come per es. Plutarco - Montaigne - Richter.
    Lavorare nelle loro cave è però piacevole

    1350. Una bella ragazza deve lasciare copie di sè.
    sì oggi sarebbero fotocopie...

    1477. In ogni cosa, a me fu sempre più facile l'astenermi che il moderarmi.

    1589. il meditare da solo è onanismo - il pensare con altri (conversare) è coito.

    ha scritto il 

  • 3

    Ormai introvabile se non in biblioteche ben fornite. Fortunatamente è invece reperibile in formato elettronico: http://www.liberliber.it/biblioteca/d/dossi/note_azzurre/pdf/note_a_p.pdf
    I lettori pazi ...continua

    Ormai introvabile se non in biblioteche ben fornite. Fortunatamente è invece reperibile in formato elettronico: http://www.liberliber.it/biblioteca/d/dossi/note_azzurre/pdf/note_a_p.pdf
    I lettori pazienti, quelli che supereranno le molte pagine inutili e a volte noiose di questo diario, troveranno una vera miniera di aneddoti, etimologie curiose, giudizi taglienti sui contemporanei.
    Un assaggio lo trovate nelle Note a margine...
    Per chi volesse leggere le note espunte perché condiderate troppo osé al tempo della pubblicazione (Manzoni accusato di pederastia, Tommaseo frequentatore di bordelli, una contessa che prostituisce la figlia, le ossessioni erotiche di Vittorio Emanuele II): http://archiviostorico.corriere.it/1993/gennaio/14/ecco_note_azzurre_luci_rosse_co_0_930114616.shtml

    ha scritto il 

  • 5

    Dossi è uno degli autori italiani meno citati, meno letti (credo) e più godibili dell'800 italiano. Perfido, cattivo, ironico, a volte barocco.

    Le Note Azzurre sono fuori catalogo a dimostrazione come ...continua

    Dossi è uno degli autori italiani meno citati, meno letti (credo) e più godibili dell'800 italiano. Perfido, cattivo, ironico, a volte barocco.

    Le Note Azzurre sono fuori catalogo a dimostrazione come non si finirà mai di tirare abbastanza accidenti sul fatto che grandi libri diventino introvabili e non più in commercio.

    ha scritto il 

Ordina per