Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Note sul cinematografo

Di

Editore: Marsilio

4.0
(37)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Altri

Isbn-10: 8831748963 | Isbn-13: 9788831748964 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: G. Bompiani

Genere: Art, Architecture & Photography , Non-fiction , Philosophy

Ti piace Note sul cinematografo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La ripetizione e la sovrabbondanza di immagini hanno fatto progressivamenteimpoverire il linguaggio audiovisuale. Occorre allora, oggi più che mai,recuperarne le originarie possibilità espressive, riflettendo sui modi in cuil'immaginazione si pone di fronte alla realtà. In questo volume il regista di"Un condannato a morte è fuggito", di "Lancillotto e Ginevra" e de "L'argent"ha raccolto le note di lavoro, scritte in circa venticinque anni, chetestimoniano come il suo mestiere sia sempre stato una ostinata e coerentericerca.
Ordina per
  • 4

    Lo stoico regista

    Robert Bresson (1901-1999) con i suoi 13 film è stato uno dei cineasti più importanti e grandi della storia del cinema. Le riflessioni in forma d'aforisma contenute qui esulano dal medium ...continua

    Robert Bresson (1901-1999) con i suoi 13 film è stato uno dei cineasti più importanti e grandi della storia del cinema. Le riflessioni in forma d'aforisma contenute qui esulano dal medium cinematografico raggiungendo una universalità rara. Più che note sul cinema sono note di scrittura (lui scriveva con la camera) che, quasi muovendosi (forse inconsapevolmente) tra stoicismo e buddismo, diventano regole esistenziali preziose anche per chi vive e ragiona fuori da un'ottica cinematografica o artistica.
    Alcuni brani:
    "La forza eiaculatrice dell'occhio."
    "Quando basta un violino non usarne due."
    "Chi può con il meno può con il più. Chi può con il più non può necessariamente con il meno."
    "Niente di troppo, niente che manchi."
    "Il cinema sonoro ha inventato il silenzio."
    "E' durevole solo ciò che è catturato in un ritmo."
    "Forgiarsi leggi di ferro, non foss'altro che per obbedirle o disobbedirle difficilmente."

    ha scritto il 

  • 4

    "Cinematografo: modo nuovo di scrivere, dunque di sentire"
    "Opporre al rilievo del teatro il levigato del cinematografo"
    "Costruisci un film sul bianco, sul silenzio e sull'immobilità"
    Ora non mi ...continua

    "Cinematografo: modo nuovo di scrivere, dunque di sentire"
    "Opporre al rilievo del teatro il levigato del cinematografo"
    "Costruisci un film sul bianco, sul silenzio e sull'immobilità"
    Ora non mi rimane che (ri)guardare i suoi film...

    ha scritto il 

  • 5

    "non è importante quel che mi fanno vedere ma quel che mi nascondono e soprattutto quel che non sospettano che vi sia in loro"

    "non abbellire né imbruttire. non snaturare"

    "commuovere non con ...continua

    "non è importante quel che mi fanno vedere ma quel che mi nascondono e soprattutto quel che non sospettano che vi sia in loro"

    "non abbellire né imbruttire. non snaturare"

    "commuovere non con immagini commoventi, ma con rapporti di immagini che le rendono insieme vive e commoventi"

    "a un pubblico pronto a sentire prima di capire, quanti film che mostrano e spiegano tutto"

    "infischiatene di una cattiva reputazione. temine piuttosto una buona che non potresti sostenere"

    (gli appunti di uno dei registi per me fondamentali. illuminanti e intelligenti)

    ha scritto il 

Ordina per