Ha scritto il 20/08/17
"Qualsiasi cosa accada, nella vita non intendo trovare pretesti"
Un libro delicato che racconta l'amore alla maniera di V. Woolf. Due donne diverse innamorate dello stesso uomo nell'immenso ed inaspettato gioco della vita.
Ha scritto il 27/05/16
"Un libro scritto a letto durante lassi di tempo di mezz’ora, tediosissimo d ricordare, e come mi è stato detto, tediosissimo da leggere. Per niente al mondo lo leggerei, ma grazie alla tua lettera, è ancora circondato da un lieve bagliore ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 02/10/15
la rosa traduzione di maria vittoria malvano con una nota di nadia fusini
Ha scritto il 15/02/15
L'ho trovato favoloso!Si sente che è un romanzo scritto prima dell'evoluzione verso il modernismo, ho trovato molte similitudini con lo stile di Proust. Splendida l'introspezione dei personaggi come le parti descrittive di Londra.Davvero un ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 20/01/15
Ho letto moltissimo di Virginia Woolf, ma questo romanzo è stato per me del tutto inatteso: si sentono, fortissimi, gli echi della letteratura vittoriana, si sente addirittura un po' il profumo di Jane Austen.
  • 1 commento

Ha scritto il Aug 17, 2013, 14:06
Ma lei non riusciva a tradurre in parole la sua visione, perché non era un’unica forma a colori su un fondo buio, ma piuttosto un’eccitazione generale, un’atmosfera e, quando cercava di visualizzarla, prendeva le sembianze di un vento che ...Continua
Pag. 258
Ha scritto il Aug 17, 2013, 14:03
se quasi tutti nella vita sono costretti a sfruttare le loro doti più infime e a sprecare quelle preziose, bisogna per forza ammettere che c’è ben poco di valido, e anche poco di utile, in ciò che un tempo ritenevamo fosse la parte più nobile ...Continua
Pag. 87
Ha scritto il Aug 17, 2013, 13:55
«Credimi, Katharine, ripenserai a questo periodo più avanti; ricorderai tutte le cose stupide che hai detto, e scoprirai che tutta la tua vita è stata costruita su di esse. Il meglio dell’esistenza si fonda su quello che diciamo quando siamo ...Continua
Pag. 190
Ha scritto il Aug 17, 2013, 13:54
Con un cervello e un corpo entrambi funzionanti, si poteva tenere il passo con la massa e non venire sorpresi a girare a vuoto per via della mancanza della cosa essenziale, cioè la coscienza di ciò che si è.
Pag. 162
Ha scritto il Aug 17, 2013, 13:49
Mai le voci sono belle quanto in una sera d’inverno, quando l’oscurità quasi nasconde il corpo, e sembrano provenire dal nulla con un tono familiare che di giorno è difficile sentire.
Pag. 119

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi