Notte eterna. Nocturna

Di ,

Editore: Mondadori

0.0
(0)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 380 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Greco , Inglese , Spagnolo , Olandese , Tedesco , Francese , Portoghese

Isbn-10: 8804614897 | Isbn-13: 9788804614890 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Gaetano Luigi Staffilano

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Notte eterna. Nocturna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sono trascorsi due anni da quando il virus diffuso dai vampiri ha invaso il mondo, ormai sull'orlo della distruzione. Il Padrone, il potentissimo capo degli strigoi, dopo aver annientato qualunque forma di resistenza da parte degli umani, ha rinchiuso in vasti campi di prigionia i sopravvissuti e ne ha selezionati alcuni per la produzione di sangue o come schiavi per svolgere lavori di manovalanza. Persino l'ambiente viene modificato: una coltre di ceneri nucleari ricopre infatti il pianeta Terra. La resistenza è guidata da una banda improvvisata di combattenti liberi che, sebbene accomunati dall'unico scopo di scongiurare l'apocalisse, formano un gruppo alquanto disgregato: Ephraim Goodweather, capo dell'Ente controllo e prevenzione malattie infettive, è impegnato nella ricerca del figlio Zack, rapito dalla madre Kelly, cambiata in vampiro; la dottoressa Nora Martínez, una sua ex collega, è preoccupata per le sorti dell'anziana madre e sentimentalmente indecisa tra Ephraim e il disinfestatore russo Vasiliy Fet; il misterioso signor Quinlan, il vampiro bastardo, persegue invece un obiettivo tutto suo. Le creature del male sembrano avere vinto su tutti i fronti e lo strapotere del Padrone appare invincibile, ma anche lui ha un punto debole, sebbene siano in pochi a conoscerlo. Solo un uomo è in grado di approfittarne, ma ci si può fidare di lui?
Ordina per
  • 3

    Última parte de la trilogía que sirve de apéndice para el explicar el origina y el final de los strigoi. Ello no hace que, al igual que en las dos primeras, se sucedan escenas de acción frenética.
    Sin ...continua

    Última parte de la trilogía que sirve de apéndice para el explicar el origina y el final de los strigoi. Ello no hace que, al igual que en las dos primeras, se sucedan escenas de acción frenética.
    Sin dejar de estar entretenido, es la parte que menos atractiva me ha resultado ya que a pesar de que no es una parte que quede de "pegote" como en tantas sagas, no me hubiera pasado nada por no leerla. Quizás me entretuvieron más las otras dos por la novedad, además el desarrollo de los personajes de esta me ha gustado bastante menos.

    ha scritto il 

  • 2

    Il peggiore della trilogia.

    Riuscitissimo nella sua componente "dark", senza dubbio il più oscuro, opprimente e soffocante dei tre Nocturna, ma allo stesso tempo anche il meno piacevole.
    Si sente la mancanza di alcuni personaggi ...continua

    Riuscitissimo nella sua componente "dark", senza dubbio il più oscuro, opprimente e soffocante dei tre Nocturna, ma allo stesso tempo anche il meno piacevole.
    Si sente la mancanza di alcuni personaggi celebri dell'opera, e quelli rimanenti sono praticamente irriconoscibili, ridotti ad uno spettro delle identità che avevamo imparato a conoscere nei lunghi flashback e nelle apposite digressioni.
    Le alleanze si tengono in piedi appese a un filo, i dialoghi sono ridotti ad una serie di insulti e tentativi di corruzione, i capitoli sono privi di passaggi interessanti o eroiche resistenze ed i vampiri stessi, fulcro dell'opera, sono ormai solo una citazione che si muove nell'ombra del mistero.
    La sensazione del romanzo è quella di un'opera che voglia avviarsi rapidamente alla conclusione con quelle due o tre idee rimaste ma che, per farlo dignitosamente, riempe di storie ed episodi il racconto.

    ha scritto il 

  • 3

    Finalmente i vampiri tornano ad essere vampiri

    Questo volume conclude la trilogia di Hogan e Del Toro iniziata con 'La Progenie' e proseguita con 'La Caduta'.
    Devo dire che ho apprezzato maggiormente l'inizio della storia e la sua prosecuzione, pi ...continua

    Questo volume conclude la trilogia di Hogan e Del Toro iniziata con 'La Progenie' e proseguita con 'La Caduta'.
    Devo dire che ho apprezzato maggiormente l'inizio della storia e la sua prosecuzione, piuttosto che questo finale, ma in ogni caso questa saga ha i suoi meriti.
    Innanzitutto vorrei sottolineare, dopo aver letto la tetralogia di Twilight, che in questo caso i vampiri tornano ad essere finalmente vampiri.
    Non abbiamo succhiasangue politicamente corretti che vanno a caccia di animali per rispettare le vite umane.
    Non abbiamo potenziali mostri assassini che vestono griffato, guidano l'ultimo modello di Volvo e abitano in una villa padronale in mezzo ad uno splendido bosco.
    Quì i vampiri si nascondono nelle fogne, puzzano, ammazzano umani in quantità e se esposti alla luce del sole non si mettono a brillare come addobbi natalizi.
    Nessuno di loro si innamora perdutamente e nessuno di loro contende l'amore della sua vita con un rivale licantropo.
    Hogan e Del Toro costruiscono un inizio di saga contornato da un efficacissimo livello di tensione con personaggi ben delineati che si ritrovano ad affrontare una pandemia a sviluppo esponenziale.
    E' chiaramente una lettura di svago che ottiene il suo discreto risultato, ovvero riproporre i vampiri senza ricalcare storie già scritte in passato.

    ha scritto il 

  • 4

    Termine della trilogia

    Ho iniziato questi libri incuriosita dalla serie tv e volevo sapere di piu,correre alla fine senza aspettare la trasmissione delle puntate. Bello! Mi sono proprio piaciuti! Sempre piu emozionante il l ...continua

    Ho iniziato questi libri incuriosita dalla serie tv e volevo sapere di piu,correre alla fine senza aspettare la trasmissione delle puntate. Bello! Mi sono proprio piaciuti! Sempre piu emozionante il libro della trasposizione cinematografica...

    ha scritto il 

  • 2

    El peor de todos

    Eterna es con diferencia el peor libro de los tres que conforman la trilogía de la oscuridad. Además no voy desencaminada si advierto que es la novela que se ha cargado la historia, que sin ser un por ...continua

    Eterna es con diferencia el peor libro de los tres que conforman la trilogía de la oscuridad. Además no voy desencaminada si advierto que es la novela que se ha cargado la historia, que sin ser un portento, era por lo menos entretenida y curiosa.

    Para empezar no existe una correlación real entre el segundo libro, Oscura, y este. Además de la diferencia temporal (este libro está narrado dos años después del anterior), parece que los personajes e incluso el propio argumento han cambiado tanto que al lector le resultan irreconocibles.

    Los personajes son para darles de comer a parte. La construcción de los mismos no era brillante en las dos entregas anteriores, pero en esta es pésima. Los personajes han cambiado totalmente, tanto física como psicológicamente. Y lo más aberrante, es que al lector no le explican el cambio, ni cuando se ha producido, ni en que consiste exactamente. Por lo que vas a ciegas con ellos a lo largo de la novela.

    Pero la historia es lo peor de todo. Como en toda trilogía, esperas que los autores respondan todas las dudas que te han ido surgiendo, y aquí lo hacen. Pero de forma tan absurda e incoherente, que te dan ganas de partirte de la risa, incluso para ser ciencia-ficción.

    En resumen, una grandísima decepción. Un libro que para mi, ha destrozado la trilogía y que parece escrito de forma precipitada y sin ningunas ganas.

    ha scritto il 

  • 5

    ¡¡Último libro fantástico!!

    Tengo que seguir aplaudiendo a éstos dos estupendos autores que han mantenido un ritmo muy alto, unas instrospecciones muy interesantes, sobretodo en uno de los personajes, también han conseguido mant ...continua

    Tengo que seguir aplaudiendo a éstos dos estupendos autores que han mantenido un ritmo muy alto, unas instrospecciones muy interesantes, sobretodo en uno de los personajes, también han conseguido mantener el interés hasta la última línea, todo ésto sin tocar el tema vampírico de la misma manera en que se ha hecho en los últimos años, lo cual es de agradecer. En definitiva no os lo podéis perder, os lo recomiendo de verdad. Como digo en el título: ¡¡Un libro fantástico!!

    ha scritto il 

  • 4

    In Guillermo we Trust

    La saga “Nocturna” creata da Guillermo Del Toro e Chuck Hogan termina in questo ottimo volume, che mantiene tutte le caratteristiche, ritmo alto, azione e introspezione ben bilanciate, in particolare ...continua

    La saga “Nocturna” creata da Guillermo Del Toro e Chuck Hogan termina in questo ottimo volume, che mantiene tutte le caratteristiche, ritmo alto, azione e introspezione ben bilanciate, in particolare scopriamo tutto su Mr. Quinlan, a mani basse il Bad-Ass della serie insieme a Fet :D

    Diciamo che quando i nostri mettono le mani su una certa Bomba, intuisci come potrebbe finire, detto questo la lettura incolla, la ricostruzione di questo mondo in cui la notte è eterna funziona, un Olocausto a livello globale, gestito in maniera sensata dagli autori, il genio di Del Toro si mescola bene alla prosa diretta di Hogan.

    Il risultato è un passo in avanti nella letteratura di Vampiri, pieno di gustosi momenti Horror, semprei n equilibrio tra Biologia, Folklore e religione, insomma, ottima…Del Toro è una sicurezza :D

    ha scritto il