Notti bianche

Di

Editore: Rizzoli (BUR)

4.1
(8642)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 99 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Chi tradizionale , Spagnolo , Russo , Portoghese , Polacco

Isbn-10: 8817033235 | Isbn-13: 9788817033237 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giovanni Faccioli ; Prefazione: Erri De Luca

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , CD audio , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Filosofia

Ti piace Notti bianche?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Due anime si parlano dal profondo, senza mai essersi viste prima, come si conoscessero da sempre. Tutto inizia e finisce in quattro notti bianche, nella magia di una Pietroburgo deserta. Un uomo e una donna si incontrano: lui è un sognatore, di ritorno dai suoi vagabondaggi notturni per la città; lei, dall’altra parte della strada, è immobile, appoggiata a un parapetto, e piange. Tutto avverrà in quella panchina e in quello scorcio di canale: il rapporto che nascerà tra loro due sarà tra i più lirici di tutta la letteratura, immune da ogni sentimentalismo, da ogni contraffazione. E se alla fine verrà un giorno di pioggia a rompere l’incanto, nulla di ciò che è stato fatto o soltanto immaginato potrà più svanire.
Secondo Erri De Luca, Dostoevskij “scrive a bassa voce”, ma “rende eroico il più misero soggetto e trascina il lettore di Notti bianche nell’azzardo di un amore notturno tra due creature piccole e grandiose. Si tengono le mani e affidano a quelle gli abbracci promessi”.
C’è qualcosa di insolito in questo racconto, di insospettabilmente chiaro: lo spazio del cielo è grande sopra una città inconsueta, rarefatta e radiosa. La magia notturna della primavera nordica si fa protagonista e diventa il regno della possibilità. Tutto allora può accadere, anche un incontro fatale che sembra sognato o un sogno che prende l’aspetto della realtà. Così si congeda il tormentato, sensibilissimo sognatore dostoevskijano: “Un intero minuto di felicità! È forse poco sia pure in tutta la vita di un uomo?”.
Ordina per
  • 2

    Questo è un libro che non sono sicura consiglierei.
    La storia di un "sognatore" che incontra di notte una ragazza, si raccontano e si rincontrano per diverse notti. Lui si innamora di lei, lei non è c ...continua

    Questo è un libro che non sono sicura consiglierei.
    La storia di un "sognatore" che incontra di notte una ragazza, si raccontano e si rincontrano per diverse notti. Lui si innamora di lei, lei non è chiaro: aspetta un altro uomo che tarda ad arrivare ma magari col sognatore può "sistemarsi" per la vita!
    A fine libro ho provato un po di amarezza: mi aspettavo più racconto, più verità, più trama, più descrizione.

    ha scritto il 

  • 4

    Breve e intenso ( e comunque no, non basta un minuto di beatitudine per colmare la vita di un uomo)

    Piccolo libro molto intenso.
    A Pietroburgo un sognatore approfitta delle sue “notti bianche”per girare la città osservando le case , le persone, scrutando i loro volti, per indovinarne le storie. Di ...continua

    Piccolo libro molto intenso.
    A Pietroburgo un sognatore approfitta delle sue “notti bianche”per girare la città osservando le case , le persone, scrutando i loro volti, per indovinarne le storie. Distaccato dalla realtà ma desideroso di farne parte.
    Si imbatte in una ragazza che cattura la sua attenzione. Ne diventa l'amico più caro e l'innamorato fervente, in un crescente di parole che si fanno sempre più intime nel tempo di quatto sole notti.
    In questo breve tempo l'intensità delle emozioni, l'alternarsi delle sensazioni, la messa a nudo dell'anima e, infine, la delusione.
    Nulla sarà più come prima, nell'anima del sognatore.

    “Io sono un sognatore; ho vissuto così poco la vita reale che attimi come questi non posso non ripeterli nei sogni. Vi sognerò per tutta la notte, per tutta la settimana, per tutto l’anno. Senz’altro domani ritornerò qui, proprio qui, in questo luogo, e proprio a quest’ora, e sarò felice ricordando l’accaduto.”
    “Dio mio! Un minuto intero di beatitudine! E’ forse poco per colmare tutta la vita di un uomo?”

    ha scritto il 

  • 4

    Un sogno di breve durata

    Un giovane Dostoevskij, fresco e puro, che non ha ancora affrontato le sue più dure prove ci porta nelle strade di Pietroburgo, nelle splendenti notti bianche, in compagnia di un sognatore solitario c ...continua

    Un giovane Dostoevskij, fresco e puro, che non ha ancora affrontato le sue più dure prove ci porta nelle strade di Pietroburgo, nelle splendenti notti bianche, in compagnia di un sognatore solitario che per qualche notte si illude di aver cambiato la sua vita. Ma l'illusione dura poco...
    Oh, no, questo mai, mai! Sia limpido il tuo cielo, sia luminoso e sereno il tuo caro sorriso, sii benedetta tu per l’attimo di beatitudine e di felicità che hai donato a un altro cuore solitario e riconoscente! Mio Dio! Un intero attimo di felicità! È forse poco, foss’anche esso il solo in tutta la vita di un uomo?...

    ha scritto il 

  • 3

    Il mio primo Dostoevskij

    Per approcciarmi a questo autore ho scelto un breve libro che, pur non avendomi suscitato un amore travolgente, mi ha ispirato interesse e voglia di approfondire la conoscenza della sua bibliografia.
    ...continua

    Per approcciarmi a questo autore ho scelto un breve libro che, pur non avendomi suscitato un amore travolgente, mi ha ispirato interesse e voglia di approfondire la conoscenza della sua bibliografia.
    Lo stile classico non appesantisce la lettura, che invece risulta molto scorrevole.
    Il contenuto è la classica, ma sempre attuale, storia "lui ama lei ma lei ama un altro"

    ha scritto il 

Ordina per