Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Novecento. Un monologo

Di

4.3
(17374)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 64 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Spagnolo , Svedese , Catalano , Ungherese , Giapponese , Portoghese , Rumeno , Polacco , Olandese , Inglese , Chi semplificata

Isbn-10: 8807921790 | Isbn-13: 9788807921797 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , CD audio , eBook

Genere: Fiction & Literature , Musica , Travel

Ti piace Novecento. Un monologo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Che dire...in principio, ho avuto paura di leggerlo. Da questo monologo hanno tratto il mio film preferito. E vederlo ridotto in questo piccolo testo avevo paura che mi lasciasse delusa. E invece no. ...continua

    Che dire...in principio, ho avuto paura di leggerlo. Da questo monologo hanno tratto il mio film preferito. E vederlo ridotto in questo piccolo testo avevo paura che mi lasciasse delusa. E invece no. Come al solito Baricco è molto bravo e mi sorprende per come riesce a scolpire le parole nella mente, per come crea delle immagini nonostante il linguaggio asciutto e poetico al tempo stesso.

    "...Quella è gente che da sempre c'aveva già quell'istante stampato nella vita. E quando erano bambini, tu potevi guardarli negli occhi, e se guardavi bene, già la vedevi, l'America."

    "Suonava non so che cavolo di musica, ma piccola e...bella" "...Avrebbe voluto dire molte cose,....Così quel che disse fu:"Novecento, tutto questo è assolutamente contrario al regolamento"...."In culo il regolamento"."

    ha scritto il 

  • 5

    Un regalo davvero apprezzato

    Come da titolo, questo libro è stato un dono davvero apprezzato. Donatomi anni fa da un amica era rimasto nel cassetto, visto che avevo dato la priorità ad altre letture. Conoscevo la storia di ...continua

    Come da titolo, questo libro è stato un dono davvero apprezzato. Donatomi anni fa da un amica era rimasto nel cassetto, visto che avevo dato la priorità ad altre letture. Conoscevo la storia di Nick Novecento per aver visto una parte del film. Ma come succede spesso il libro ti sorprende come nessun film mai saprà fare. Bellissimo, peccato questo testo teatrale risulti un po' troppo breve, ma ciò non toglie fascino al suo contenuto. Da leggere assolutamente.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico, lineare, breve e per questo brioso dalla prima all'ultima pagina. Lo stile come il genere che fa da tema musicale - il jazz - sono intrisi di poesia, vita, energia. Sebbene Baricco ...continua

    Un classico, lineare, breve e per questo brioso dalla prima all'ultima pagina. Lo stile come il genere che fa da tema musicale - il jazz - sono intrisi di poesia, vita, energia. Sebbene Baricco sembri ricercare una confidenza e una spontaneità che non riescono mai a prevalere il risultato è molto piacevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Saper scrivere

    Un autore sa scrivere quando dipinge davanti a te un quadro e tu ci sei dentro: lo vedi, lo annusi, lo ascolti, lo tocchi, lo gusti. Baricco, in tutta la sua saccenza, lo sa fare, non c'è niente da ...continua

    Un autore sa scrivere quando dipinge davanti a te un quadro e tu ci sei dentro: lo vedi, lo annusi, lo ascolti, lo tocchi, lo gusti. Baricco, in tutta la sua saccenza, lo sa fare, non c'è niente da dire.

    ha scritto il 

  • 5

    "Negli occhi della gente si vede quello che vedranno, non quello che hanno visto."

    La prova che sono sufficienti 62 pagine per emozionare. Poche righe per trasmettere un oceano di emozioni.

    "La terra, quella è una nave troppo grande per me. E un viaggio troppo lungo. E una donna ...continua

    La prova che sono sufficienti 62 pagine per emozionare. Poche righe per trasmettere un oceano di emozioni.

    "La terra, quella è una nave troppo grande per me. E un viaggio troppo lungo. E una donna troppo bella. E un profumo troppo forte. E una musica che non so suonare. Perdonatemi. Ma io non scenderò. Lasciatemi tornare indietro."

    ha scritto il 

  • 5

    Non sono pazzo, fratello. Non siamo pazzi quando troviamo il sistema per salvarci! Siamo astuti come animali affamati. Non c'entra la pazzia. E' genio, quello. E' geometria. Perfezione. I desideri ...continua

    Non sono pazzo, fratello. Non siamo pazzi quando troviamo il sistema per salvarci! Siamo astuti come animali affamati. Non c'entra la pazzia. E' genio, quello. E' geometria. Perfezione. I desideri stavano strappandomi l'anima. Potevo viverli, ma non ci sono riuscito. Allora li ho incantati. E a uno a uno li ho lasciati dietro di me. Geometria. Un lavoro perfetto.

    ha scritto il 

  • 4

    Frasi dal libro

    “Questo me l’ha insegnato Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista che abbia mai suonato sull’Oceano. Negli occhi della gente si vede quello che vedranno, non quello che ...continua

    “Questo me l’ha insegnato Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista che abbia mai suonato sull’Oceano. Negli occhi della gente si vede quello che vedranno, non quello che hanno visto. Così diceva, quello che vedranno…”

    http://frasiarzianti.wordpress.com/2014/10/01/novecento-a-baricco/

    ha scritto il 

Ordina per