Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Novecento

By Alessandro Baricco

(241)

| Paperback | 9781849430388

Like Novecento ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

A dramatic monologue published in English for the first time.

1850 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Giuro che l'ho letto senza alcun tipo di pregiudizio; anzi, mi sono sforzato di non pensare chi ne fosse l'autore.
    Però niente: roba per casalinghe annoiate.

    Is this helpful?

    gab non porta imbottiture da hockey said on Sep 29, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Uno strano racconto. Non mi era piaciuto molto, alla prima lettura, e ho scoperto con grande sorpresa che viene proposto ad alunni di prima media, e che a loro piace! Così mi è capitato di rileggerlo, e devo dire che la scrittura fluisce bene, senz'a ...(continue)

    Uno strano racconto. Non mi era piaciuto molto, alla prima lettura, e ho scoperto con grande sorpresa che viene proposto ad alunni di prima media, e che a loro piace! Così mi è capitato di rileggerlo, e devo dire che la scrittura fluisce bene, senz'altro, ma continuo a trovarlo strano. Un po' troppo strano.

    Is this helpful?

    Tabathua said on Sep 26, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un monologo di appena cinquanta pagine, in grado di emozionarti come pochi.
    Una bella storia da raccontare a chi, ha la pazienza di ascoltare.
    Uno personaggio, Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, un nome che la dice lunga.
    Destinato alla grandezza, ...(continue)

    Un monologo di appena cinquanta pagine, in grado di emozionarti come pochi.
    Una bella storia da raccontare a chi, ha la pazienza di ascoltare.
    Uno personaggio, Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, un nome che la dice lunga.
    Destinato alla grandezza, ufficialmente mai nato, sarà un uomo che vi travolgerà con il suo semplice stare al mondo. Mai sceso dalla nave da crociera: Virginian, solca gli oceani, incantando tutti con la soave melodia del suo piano.
    La sua semplicità, la sua stravaganza, il suo essere al di là della vita, lo rende uno dei personaggi più interessanti della scrittura italiana.
    Sembra quasi una storia surreale ma se per un attimo, fai finta che sia tutto vero, non puoi fare a meno di incantarti.
    Umiltà, ingegno, genialità, è ciò che rende questo libro: unico.

    Is this helpful?

    Toglietemi tutto, ma non i miei libri said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Troppe formule ripetitive, ma bello!

    C'è originalità, la trama è forte e il monologo riesco superbamente. Le immagini brevi e le dinamiche riescono molto bene ma non ho apprezzato formule ripetitive teatrali, utilizzate fin troppo. Ciononostante lo stile e il contenuto mi hanno molto pr ...(continue)

    C'è originalità, la trama è forte e il monologo riesco superbamente. Le immagini brevi e le dinamiche riescono molto bene ma non ho apprezzato formule ripetitive teatrali, utilizzate fin troppo. Ciononostante lo stile e il contenuto mi hanno molto preso.
    Merita una nota di spicco la parte relativa al quadro che cade dal muro. Notevole.

    Is this helpful?

    Niccolò said on Sep 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vero è che leggere Baricco dopo Marquez non depone certo a favore del primo e ammetto di averlo letto con la segreta intenzione di poterne parlare male con consapevolezza.
    Invece, resta sempre Baricco, con la sua estrema e a tratti insopportabile car ...(continue)

    Vero è che leggere Baricco dopo Marquez non depone certo a favore del primo e ammetto di averlo letto con la segreta intenzione di poterne parlare male con consapevolezza.
    Invece, resta sempre Baricco, con la sua estrema e a tratti insopportabile caratterizzazione dei personaggi, con le ripetizioni e le frasi a effetto, ma "Novecento" ha un pizzico di magia in più, sembra quasi di sentire l'odore del porto, le luci di New York dagli oblò del Virginian, la paura dell'infinito davanti alla città.

    Letto tra un sipario e l'altro. Bello.

    Is this helpful?

    Valeria said on Sep 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A Baricco piace tantissimo Bartleby Lo scrivano. E si è sempre chiesto perché Bartleby si comportasse in quel modo. Ma Melville non lo ha mai detto a nessuno. O scritto da qualche parte. E allora Baricco ha voluto scrivere una sua versione di un racc ...(continue)

    A Baricco piace tantissimo Bartleby Lo scrivano. E si è sempre chiesto perché Bartleby si comportasse in quel modo. Ma Melville non lo ha mai detto a nessuno. O scritto da qualche parte. E allora Baricco ha voluto scrivere una sua versione di un racconto con un personaggio singolare, che compie gesti singolari per tutta la vita fino ad un gesto estremo. Che rinuncia per tutta la vita. Ma, a differenza di Melville, non ci lascia nel mistero.
    Questo per me è Novecento, racconto breve e bello con una storia, come direbbe Hemingway, di quelle buone da raccontare.

    Is this helpful?

    Albe said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book

Groups with this in collection