Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Novecento

pianiste

By

Editeur: Mille et Une Nuits

4.3
(17389)

Language:Français | Number of pages: 91 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , German , Italian , Spanish , Swedish , Catalan , Hungarian , Japanese , Portuguese , Romanian , Polish , Dutch , English , Chi simplified

Isbn-10: 2842053877 | Isbn-13: 9782842053871 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Fiction & Literature , Music , Travel

Aimez-vous Novecento ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 5

    Novecento

    Una sola parola: poesia. Pura poesia. E' straordinario come poche frasi, poche righe, possano evocare immagini e sensazioni. Un po' diverso rispetto al film (il mio film preferito), ma è giusto così, perchè questo monologo è stato scritto per un'opera teatrale. Mentre lo leggevo, tutto d'un fiato ...continuer

    Una sola parola: poesia. Pura poesia. E' straordinario come poche frasi, poche righe, possano evocare immagini e sensazioni. Un po' diverso rispetto al film (il mio film preferito), ma è giusto così, perchè questo monologo è stato scritto per un'opera teatrale. Mentre lo leggevo, tutto d'un fiato, scorrevano davanti a me le scene, l'attore che recitava, la scenografia, tutto com'è scritto sul libro. Mi sono sentita una spettatrice che pendeva dalle labbra dell'attore. Da leggere e rileggere almeno un centinaio di volte! :)

    dit le 

  • 5

    "E suonavano il ragtime, perchè è la musica su cui Dio balla, quando nessuno lo vede."

    In fila per il concerto di George Ezra a Milano, sono il numero 36, mancano circa due ore all'apertura del locale e fa freddo, tanto freddo, quel freddo che si infiltra sotto i vestiti e attraverso i guanti. Prendo in mano questo libro, convinta che tanto dopo poche righe l'avrei lasciato, perchè ...continuer

    In fila per il concerto di George Ezra a Milano, sono il numero 36, mancano circa due ore all'apertura del locale e fa freddo, tanto freddo, quel freddo che si infiltra sotto i vestiti e attraverso i guanti. Prendo in mano questo libro, convinta che tanto dopo poche righe l'avrei lasciato, perchè non c'era l'atmosfera, perchè ero stanca e infreddolita. E invece non l'ho più lasciato, divorandolo in un'oretta come fosse una cena calda quando si ha fame. Ne avevo bisogno.

    dit le 

  • 0

    Pendolarismi

    Sono sempre a far su e giù dai traghetti Di qua e di là lungo una camicia senza maniche Ho seriamente pensato all'opzione di imbarcarmi

    dit le 

  • 5

    Che dire...in principio, ho avuto paura di leggerlo.
    Da questo monologo hanno tratto il mio film preferito.
    E vederlo ridotto in questo piccolo testo avevo paura che mi lasciasse delusa.
    E invece no. Come al solito Baricco è molto bravo e mi sorprende per come riesce a scolpire le parole nella me ...continuer

    Che dire...in principio, ho avuto paura di leggerlo. Da questo monologo hanno tratto il mio film preferito. E vederlo ridotto in questo piccolo testo avevo paura che mi lasciasse delusa. E invece no. Come al solito Baricco è molto bravo e mi sorprende per come riesce a scolpire le parole nella mente, per come crea delle immagini nonostante il linguaggio asciutto e poetico al tempo stesso.

    "...Quella è gente che da sempre c'aveva già quell'istante stampato nella vita. E quando erano bambini, tu potevi guardarli negli occhi, e se guardavi bene, già la vedevi, l'America."

    "Suonava non so che cavolo di musica, ma piccola e...bella" "...Avrebbe voluto dire molte cose,....Così quel che disse fu:"Novecento, tutto questo è assolutamente contrario al regolamento"...."In culo il regolamento"."

    dit le 

  • 5

    Un regalo davvero apprezzato

    Come da titolo, questo libro è stato un dono davvero apprezzato.
    Donatomi anni fa da un amica era rimasto nel cassetto, visto che avevo dato la priorità ad altre letture.
    Conoscevo la storia di Nick Novecento per aver visto una parte del film.
    Ma come succede spesso il libro ti sorprende come nes ...continuer

    Come da titolo, questo libro è stato un dono davvero apprezzato. Donatomi anni fa da un amica era rimasto nel cassetto, visto che avevo dato la priorità ad altre letture. Conoscevo la storia di Nick Novecento per aver visto una parte del film. Ma come succede spesso il libro ti sorprende come nessun film mai saprà fare. Bellissimo, peccato questo testo teatrale risulti un po' troppo breve, ma ciò non toglie fascino al suo contenuto. Da leggere assolutamente.

    dit le 

  • 4

    Un classico, lineare, breve e per questo brioso dalla prima all'ultima pagina. Lo stile come il genere che fa da tema musicale - il jazz - sono intrisi di poesia, vita, energia. Sebbene Baricco sembri ricercare una confidenza e una spontaneità che non riescono mai a prevalere il risultato è molto ...continuer

    Un classico, lineare, breve e per questo brioso dalla prima all'ultima pagina. Lo stile come il genere che fa da tema musicale - il jazz - sono intrisi di poesia, vita, energia. Sebbene Baricco sembri ricercare una confidenza e una spontaneità che non riescono mai a prevalere il risultato è molto piacevole.

    dit le 

  • 5

    Saper scrivere

    Un autore sa scrivere quando dipinge davanti a te un quadro e tu ci sei dentro: lo vedi, lo annusi, lo ascolti, lo tocchi, lo gusti. Baricco, in tutta la sua saccenza, lo sa fare, non c'è niente da dire.

    dit le 

Sorting by