Novecento

Letto da Stefano Benni

Voto medio di 18683
| 2301 contributi totali di cui 1963 recensioni , 337 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Audiolibro. CD Audio formato MP3Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un ... Continua
Ha scritto il 15/08/17
Bella la storia, che del resto già conoscevo dal film, carino il personaggio, ma lo stile di Baricco, come di quasi tutti gli italiani, non mi piace.
  • Rispondi
Ha scritto il 24/07/17
no, v'è 100
ahaaaaaaaaaaaa! mi sembrava di avercelo in libroteca, e infatti c'era e risultava "abbandonato". Lo ripiglio, lo rileggo e mi imbatto in codesta frase: "su cui dio ballava, se solo era negro". Che "suona" proprio male.Avendo visto il film 3-4 volte, ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 18/07/17
Novecento è un gioiello che terrei volentieri a memoria, una musica che ho ascoltato e mi ha commosso, una storia che leggerò ai miei figli.
  • Rispondi
Ha scritto il 15/07/17
Sono trentadue anni che lo vedi, il mare, Novecento. Da qui, io lo voglio vedere da là. Non è la stessa cosa.
Che spettacolo! È una meraviglia!
  • Rispondi
Ha scritto il 14/06/17
Romanzetto melenso scritto in doppiaggese.
  • Rispondi

Ha scritto il Aug 15, 2017, 08:42
Più il conto saliva, più ridevamo. E se io ci ripenso, mi sembra che era quella cosa lì, essere felici.
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 08, 2017, 18:50
Suonavamo per farli ballare, perché se balli non puoi morire e ti senti Dio. E suonavamo il ragtime perché è la musica su cui Dio balla, quando nessuno lo vede.
Pag. 13
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 18, 2017, 17:50
È un lavoro di cesello. Ho disarmato l'infelicità. Ho sfilato via la mia vita dai miei desideri. Se tu potessi risalire il mio cammino, li troveresti uno dopo l'altro, incantati, immobili, fermati lì per sempre a segnare la rotta di questo ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 18, 2017, 17:49
Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi suonare. Loro sono 88, tu sei ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 13, 2017, 14:27
se non sai cos'è, allora è jazz
  • 1 mi piace
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Nov 24, 2015, 11:52
Collocazione: NR 11
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi