Novecento

Un monologo

Voto medio di 18915
| 2.140 contributi totali di cui 1.822 recensioni , 317 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Il Virginian era un piroscafo. Negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America, con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi. Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecn ...Continua
Barb Conc
Ha scritto il 30/05/18

se solo si potessero mettere più di 5 stelle!!! lo amo!

Fenikso
Ha scritto il 26/03/18
Poetico
Intenso e bellissimo. Per condensare tanta Bellezza in un libricino così piccolo, ci vuole davvero un grande scrittore. A me Baricco piace tantissimo, c'è chi invece non sopporta la sua scrittura. Non dico che sia sempre una garanzia, perché c'è stat...Continua
Nikla88
Ha scritto il 11/03/18
Danny Boodman T.D. Lemon Novecento. Il protagonista di questo breve romanzo ha un nome così eccentrico da attirare qualsiasi lettore a capirne il significato. 60 pagine intense, malinconiche e ottimiste direi, almeno queste sono le sensazioni che son...Continua
Patrizio Hlaic
Ha scritto il 22/02/18
novecento

Bello il libro monologo (racconto) bellissimo il film di Tornatore La leggenda del pianista sull'oceano del 1998 tratto dal libro

Bolano
Ha scritto il 20/02/18
Elegante

Idea originale, ben stesa sulla pagina
e rappresentata superbamente da Giuseppe Tornatore.


Ila
Ha scritto il Apr 10, 2018, 11:07
Il mondo, magari, non l'aveva visto mai. Ma erano ventisette anni che il mondo passava su quella nave: ed erano ventisette anni che lui su quella nave, lo spiava. E gli rubava l'anima.
Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 12, 2018, 21:51
Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu, sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi fare. Loro sono 88. Tu sei infinito. Q...Continua
Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 12, 2018, 21:51
Sapeva ascoltare. E sapeva leggere. Non i libri, quelli son buoni tutti, sapeva leggere la gente. I segni che la gente si porta addosso: posti, rumori, odori, la loro terra, la loro storia... Tutta scritta, addosso.
Antonio Cat.
Ha scritto il Mar 12, 2018, 21:51
Più il conto saliva, più ridevamo. E se io ci ripenso, mi sembra che era quella cosa lì, essere felici..
wolenboeken
Ha scritto il Aug 15, 2017, 08:42
Più il conto saliva, più ridevamo. E se io ci ripenso, mi sembra che era quella cosa lì, essere felici.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteca...
Ha scritto il Nov 24, 2015, 11:52
Collocazione: NR 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi