Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Nube di passeri

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.1
(221)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 493 | Formato: Altri

Isbn-10: 8882747093 | Isbn-13: 9788882747091 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Perria

Genere: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Nube di passeri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel Giappone feudale di metà Ottocento tre americani fanno visita al signoredi Akaoka, il giovane Genji, appartenente a una casta che da secoli tramandail dono della profezia, un dono che a chi lo possiede sembra piuttosto unamaledizione. Queste visioni, infatti, hanno già portato il nobile Shigeru asterminare la famiglia. Ora incombono su Genij, unico sopravvissuto almassacro, che ha appena ereditato il lontano castello Nube di Passero,rivelandosi un vero enigma per i suoi avversari: è lo sprovveduto sentimentaleche sembra o la sua raffinata bellezza nasconde una mente affilata e reale?
Ordina per
  • 5

    Cinque stelle, o quattro e mezzo molto abbondanti..non lo so ancora.
    Non lo so perchè sono stata talmente impressionata da questo romanzo che la mia valutazione oggettiva potrebbe aver sorvolato sui difetti perchè abbagliata dai pregi.
    Innanzitutto l'ambientazione: una storia ambienta ...continua

    Cinque stelle, o quattro e mezzo molto abbondanti..non lo so ancora.
    Non lo so perchè sono stata talmente impressionata da questo romanzo che la mia valutazione oggettiva potrebbe aver sorvolato sui difetti perchè abbagliata dai pregi.
    Innanzitutto l'ambientazione: una storia ambientata nell'antico giappone feudale nel momento in cui ha i primi contatti con il mondo occidentale..Ecco, è bastata l'ambientazione per mandarmi in tilt. La trama: ben articolata, mai un momento di stallo o di noia, mai uno sbadiglio. I personaggi: ben caratterizzati i principali, ma si riesce ad affezionarsi anche a quelli marginali.
    La scrittura: fluida ed elegante, non ho trovato nessuna pecca stilistica e cambi di Pov sono ben gestiti.
    Tutto questo è bastato per farmi dare il massimo dei voti. In effetti mi chiedo perchè essere in dubbio..forse per il finale che ad un certo punto comincia ad essere chiaro ma dopotutto è anche ovvio..se conosciamo le visioni del protagonista! E comunque io non ero nemmeno tanto sicura di come andasse a finire..si capisce,è vero, prima dell'ultima pagina ma non tanto prima!

    ha scritto il 

  • 2

    Un libro innocuo. Già dalle prime pagine capiamo (neanche il dono della preveggenza lo avessimo noi anziché il protagonista...) che tutto andrà per il meglio, senza grossi colpi di scena né momenti che lasciano il fiato sospeso.
    Se cercate un libretto vagamente avventuroso, da leggere prima ...continua

    Un libro innocuo. Già dalle prime pagine capiamo (neanche il dono della preveggenza lo avessimo noi anziché il protagonista...) che tutto andrà per il meglio, senza grossi colpi di scena né momenti che lasciano il fiato sospeso.
    Se cercate un libretto vagamente avventuroso, da leggere prima di addormentarvi per fare sogni tranquilli, prego, servitevi pure.
    Se cercate l'Oriente, tenetevi alla larga.

    ha scritto il 

  • 3

    Raffinato ma un po' esile

    La scrittura è piacevole, raffinata e riflessiva, tuttavia ho finito di leggerlo senza un particolare coinvolgimento. Lo consiglio a tutti gli amanti del genere, ma senza troppe aspettative.

    ha scritto il 

  • 4

    Appasionanatel romanzo di fantasia con ambientazione storica.
    Molto complessi ed affascinanti sono i personaggi di questo libro da cui traspare la cultura in cui sono nati e cresciuti: Giappone medievale e Stati Uniti fine ‘800.
    La trama molto scorrevole, tutt’altro che banale ti fa ...continua

    Appasionanatel romanzo di fantasia con ambientazione storica.
    Molto complessi ed affascinanti sono i personaggi di questo libro da cui traspare la cultura in cui sono nati e cresciuti: Giappone medievale e Stati Uniti fine ‘800.
    La trama molto scorrevole, tutt’altro che banale ti fa partecipare a questa storia di samurai con l’aggiunta di un filone western che all’inizio ti sorprende ma in seguito ti fa capire e conoscere le vere motivazioni per cui i missionari si sono recati in una terra così lontana.
    Leggerò anche il seguito ‘le profezie della dama Shizuka’

    ha scritto il 

  • 4

    Come un poliedro

    Quattro stelline pienissime per questo insolito romanzo a metà fra il genere cappa e spada e il western...
    La cosa più interessante del libro è la sua strutturazione, accuratissima e particolare: ogni personaggio aggiunge un pezzo personalissimo di storia, che così a mano a mano si dipana. ...continua

    Quattro stelline pienissime per questo insolito romanzo a metà fra il genere cappa e spada e il western...
    La cosa più interessante del libro è la sua strutturazione, accuratissima e particolare: ogni personaggio aggiunge un pezzo personalissimo di storia, che così a mano a mano si dipana. La realtà appare multisfaccettata e niente è mai come sembra. Matsuoka in questo è abilissimo, le quasi 500 pagine scorrono velocemente senza nessun calo di attenzione da parte del lettore.

    ha scritto il 

  • 4

    un buon libro.. ben scritto e scorrevole... un libro dei tempi antichi con il profumo di un giappone pieno di onore e samurai.... quattro stelline pienamente meritate!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Storia di una storia

    Siamo nell'anno 1861, quando Genji Okumichi, daimyo di Akaoka, riceve nel suo territorio lo sbarco di alcuni missionari cristiani, tra cui si trova Emily, che gli appare immediatamente brutta: i suoi colori sono sbagliati, le sue forme sono sbagliate, le sue vesti sono sbagliate. In poche parole, ...continua

    Siamo nell'anno 1861, quando Genji Okumichi, daimyo di Akaoka, riceve nel suo territorio lo sbarco di alcuni missionari cristiani, tra cui si trova Emily, che gli appare immediatamente brutta: i suoi colori sono sbagliati, le sue forme sono sbagliate, le sue vesti sono sbagliate. In poche parole, è una bianca occidentale. Nulla a che vedere con le raffinate dame di compagnia di cui Genji si circonda, prima tra tutte la bellissima Heiko, che in realtà non è solo una cortigiana, ma un'abile assassina.
    Tra giochi di potere, combattimenti a fil di spada, attentati esplosivi, viaggi, incontro-scontro con la tecnologia, religione cristiana e misticismo zen a confronto, la vita dell'affascinante Genji e quella della pudica Emily finiranno per intrecciarsi in modo indissolubile, adempiendo ad una profezia che egli, dotato del dono, ha avuto in passato. Una profezia che lo avvisava anche delle modalità della sua morte.
    E alla fine la diversità del corpo di Emily diventerà la più bella delle scoperte, e l'estetica di Genji evolverà così come la fede troppo casta di Emily, permettendo loro di avvicinarsi e di avvicinare due mondi apparentemente così lontani.
    Perciò sarà proprio Emily a tradurre in inglese la storia della vita di Genji, ovvero 'Genji monogatari', un romanzo storico giapponese dell'XI secolo che costituisce una delle pietre fondanti della letteratura di quel paese d'Oriente; così, la letteratura racconta se stessa, mentre pone a confronto due mondi tanto estranei e ci mostra come vincerne le distanze: col potere delle parole.
    "Ogni vera comunicazione, anche fra due persone che parlano la stessa lingua, richiede una traduzione. Alla fine, il nostro cuore deve udire ciò che non si può esprimere a parole."
    Il tutto è raccontato con una bellezza quasi indescrivibile, con metafore poetiche e descrizioni minuziose, ma senza mai scadere nella pedanteria. I personaggi sono tutti approfonditi, dal primo all'ultimo, e mostrano caratteri complessi, tutti animati da almeno doppie intenzioni, non sempre positive, ma non sempre negative; ci troviamo l'amore disinteressato, la pazzia gelosa, il calcolo meschino e la fedeltà sino alla morte; e in mezzo ci troviamo talmente tante sfumature che potremmo riconoscere ogni personaggio solo da come muove la mano o usa la spada o si inchina a Genji.
    Per questo, non possiamo che inchinarci anche noi.

    ha scritto il 

  • 5

    superbo, così come il prequel/sequel " le profezie della dama shizuka".
    una storia particolare, che intreccia passato, presente (della storia, quindi passato storico) protagonisti di epoche diverse, soprannaturale, e fa riflettere nei passaggi in cui non si sa in che tempo si sia: è lei che ...continua

    superbo, così come il prequel/sequel " le profezie della dama shizuka".
    una storia particolare, che intreccia passato, presente (della storia, quindi passato storico) protagonisti di epoche diverse, soprannaturale, e fa riflettere nei passaggi in cui non si sa in che tempo si sia: è lei che esiste e loro devono ancora venire? è lei che si riaffaccia nel passato? che diavolo sta succedendo, in quella stanza? favoloso.

    ha scritto il