Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nunca me abandones

By Kazuo Ishiguro

(169)

| Paperback | 9788433970794

Like Nunca me abandones ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

A primera vista, los jovencitos que estudian en el internado de Hailsham son como cualquier otro grupo de adolescentes. Practican deportes, o tienen clases de arte donde sus profesoras se dedican a estimular su creativi-dad. Es un mundo hermético, do Continue

A primera vista, los jovencitos que estudian en el internado de Hailsham son como cualquier otro grupo de adolescentes. Practican deportes, o tienen clases de arte donde sus profesoras se dedican a estimular su creativi-dad. Es un mundo hermético, donde los pupilos no tienen otro contacto con el mundo exterior que Madame, como llaman a la mujer que viene a llevarse las obras más interesantes de los adolescentes, quizá para una galería de arte, o un museo. Kathy, Ruth y Tommy fueron pupilos en Hailsham y también fueron un triángulo amoroso. Y ahora, Kathy K. se permite recordar cómo ella y sus amigos, sus amantes, descubrieron poco a poco la verdad. El lector de esta espléndida novela, utopía gótica, irá descubriendo que en Hailsham todo es una re-presentación donde los jóvenes actores no saben que lo son, y tampoco saben que no son más que el secreto terrible de la buena salud de una sociedad.

1183 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ishiguro non è nuovo a storie crudeli e struggenti, come il suo celebre "Quel che resta del giorno", ma in questo romanzo trova un modo originale di raccontare la ricerca di un'identità e di un futuro e, al contempo, l'impossibilità della speranza."N ...(continue)

    Ishiguro non è nuovo a storie crudeli e struggenti, come il suo celebre "Quel che resta del giorno", ma in questo romanzo trova un modo originale di raccontare la ricerca di un'identità e di un futuro e, al contempo, l'impossibilità della speranza."Non lasciarmi" è la storia di un destino impietoso a cui non ci si può ribellare. Ma perché? Se conoscere la verità equivale a poter scegliere, perché i protagonisti rinunciano a questa libertà?
    Questo è il vero mistero del romanzo e di questi personaggi così dolorosamente simili a noi e, nello stesso tempo, non veramente conoscibili.

    Is this helpful?

    Vandoren18 said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Etica della clonazione

    http://www.roarmagazine.it/libri/non-lasciarmi-recensio… Che non sia una storia comune lo si comprende subito, fin dalla prima riga. Un nome, Kathy H., che ricorda nitidamente i nomi fittizi presenti talvolta sui giornali ma anche e soprattutt ...(continue)

    http://www.roarmagazine.it/libri/non-lasciarmi-recensio…

    Che non sia una storia comune lo si comprende subito, fin dalla prima riga. Un nome, Kathy H., che ricorda nitidamente i nomi fittizi presenti talvolta sui giornali ma anche e soprattutto la narrativa angosciante e spersonalizzante di Kafka fatta di personaggi spesso indicati in modo parziale e criptico, dal cognome di una sola lettera (come il protagonista de Il Processo, il signor K.). La narrazione sa mantenere una certa dose di mistero: il lettore non capisce immediatamente cosa di strano ci sia in quei ragazzini, perché la loro salute sia ritenuta così importante o la misteriosa Madame raccolga i disegni degli studenti. Svela gradualmente la verità, compatibilmente con la crescita e la maturità dei protagonisti.

    Is this helpful?

    RoarMagazine said on Sep 2, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Identità

    Anni '90. Gran Bretagna.
    Kathy rievoca l'infanzia e la gioventù trascorsa alla scuola Hailsham con Tommy, Ruth e tanti altri ragazzi e ragazze.
    Ma non sono gli anni '90 che abbiamo conosciuto noi (ucronia); qui si parla di assistenti e donatori.
    Co ...(continue)

    Anni '90. Gran Bretagna.
    Kathy rievoca l'infanzia e la gioventù trascorsa alla scuola Hailsham con Tommy, Ruth e tanti altri ragazzi e ragazze.
    Ma non sono gli anni '90 che abbiamo conosciuto noi (ucronia); qui si parla di assistenti e donatori.
    Con la lentezza propria di un ricordo che affiora il racconto è strutturato per analessi .
    Ci sono tanti punti oscuri nel percorso di crescita di questi ragazzi speciali.
    Questa è la storia della consapevolezza di un'identità a lungo tenuta nascosta.

    “A ripensarci, mi rendo conto che stavamo vivendo proprio quell'età in cui cominciavamo ad acquisire una certa consapevolezza- su chi eravamo, su quanto fossimo diversi dai nostri tutori, dalla gente del mondo fuori-ma non avevamo ancora capito cosa significasse.”

    Is this helpful?

    Dagio Maya (scambio solo ebook!) said on Aug 31, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Non è che mi abbia fatto impazzire questo libro. È molto inquietante innanzitutto. Bello in alcuni pezzi, originale senza dubbio, un po' pesante. Bambini allevati solo con lo scopo di donare organi. Bambini che nonostante siano cloni hanno anche lo ...(continue)

    Non è che mi abbia fatto impazzire questo libro. È molto inquietante innanzitutto. Bello in alcuni pezzi, originale senza dubbio, un po' pesante. Bambini allevati solo con lo scopo di donare organi. Bambini che nonostante siano cloni hanno anche loro un anima, dei sogni e delle aspirazioni nella vita. Sognano di avere un lavoro di Avere dei figli, semplicemente di stare più tempo con il loro amore. Ad un certo punto ti offre la speranza che almeno per i due protagonisti ci sia un prolungamento di tempo. Ma poi bruscamente ti toglie ancora quella. Esseri umani come animali da macello. Voto : 3

    Is this helpful?

    Giulia said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Un libro meravigliosamente terribile

    Terribile, perché aldilà della storia in sè, evidenzia come basta poco, anche in democrazia, per trasformare un paese in un covo di mostri eugeneticamente meravigliosi quanto disumani. Per me, è un elogio alla democrazia vigile e attenta, oltre ad un ...(continue)

    Terribile, perché aldilà della storia in sè, evidenzia come basta poco, anche in democrazia, per trasformare un paese in un covo di mostri eugeneticamente meravigliosi quanto disumani. Per me, è un elogio alla democrazia vigile e attenta, oltre ad un libro che si legge soffrendo nella sua bellezza.

    Is this helpful?

    Paolopoi said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un romanzo senza dubbio particolare, parte da un'idea che definirei agghiacciante, ma l'autore te la rappresenta in una maniera delicatissima. Non ci sono grandi svolte nel romanzo e dissentisco da chi lo definisce un romanzo distopico, non c'è disil ...(continue)

    Un romanzo senza dubbio particolare, parte da un'idea che definirei agghiacciante, ma l'autore te la rappresenta in una maniera delicatissima. Non ci sono grandi svolte nel romanzo e dissentisco da chi lo definisce un romanzo distopico, non c'è disillusione nè personaggi che vogliono sovvertire l'ordine delle cose, anzi, tutto sembra scorrere con una naturalezza tale da non stravolgere i sentimenti del lettore, viene in rilievo la delicatezza tipica dei romanzi nipponici, ma si vede anche la nota occidentale dell'autore. L'ho trovato carino, scorrevole, ma non di più di questo

    Is this helpful?

    Adriana said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book