Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo

By Roberto Alajmo

(226)

| Others | 9788804534815

Like Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Ogni città ha il suo campionario di persone stravaganti, di simpatici einnocui "matti". Ma nessuna può vantare le bizzarrie quasi proverbiali degliabitanti di Palermo. Ecco dunque un repertorio, quasi un'enciclopedia, ditutti Continue

Ogni città ha il suo campionario di persone stravaganti, di simpatici einnocui "matti". Ma nessuna può vantare le bizzarrie quasi proverbiali degliabitanti di Palermo. Ecco dunque un repertorio, quasi un'enciclopedia, ditutti i personaggi più strampalati, di tutte le situazioni paradossali, ditutti gli episodi più curiosi e insensati avvenuti nella città siciliana: dalnobiluomo, che trovava traumatico il suono della sveglia e si inviava ognigiorno un telegramma per farsi svegliare dal postino, al mitomane convinto diessere il vero e unico erede di Federico II, fino alla vecchina sorda e ciecache, morto il canarino, continuò per anni ad ascoltare il melodioso canto diun limone.

27 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Roberto Alajmo, Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo, Milano, Mondadori, 2004, 105 pp., ISBN 978-88-04-53481-8.

    I palermitani sono conosciuti nel mondo per essere delle persone allegre, divertenti, spontanee, gradevoli, ospitali. ...(continue)

    Roberto Alajmo, Nuovo repertorio dei pazzi della città di Palermo, Milano, Mondadori, 2004, 105 pp., ISBN 978-88-04-53481-8.

    I palermitani sono conosciuti nel mondo per essere delle persone allegre, divertenti, spontanee, gradevoli, ospitali. Quando un turista percorre le vie del centro storico si rende subito conto di questa simpatia e disponibilità: egli è immerso in un mondo fantastico, dove colori, profumi, cultura e tradizione si mescolano fra loro, inebriando ...
    http://libidolegendi-librido.blogspot.it/2014/01/nuovo-…

    Is this helpful?

    LIBRidO said on Jan 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tutta verità. A volte la nostra realtà palermitana supera la fantasia dello scrittore più fantasioso.

    Is this helpful?

    Gaetano Zizzo said on May 10, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'unica cosa veramente "da pazzi" l'ho fatta io nel momento in cui ho acquistato questo libro. Scandalosamente superfluo.

    Is this helpful?

    Alberto Gobetti said on Dec 7, 2011 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Non è un libro di cui non si possa fare a meno, purtuttavia si tratta di una lettura veloce, gradevole e comica. C'è un dato da considerare, pare che i soggetti citati siano esistiti o tuttora esistenti - in tutta sincerità qualche personaggio l'ho r ...(continue)

    Non è un libro di cui non si possa fare a meno, purtuttavia si tratta di una lettura veloce, gradevole e comica. C'è un dato da considerare, pare che i soggetti citati siano esistiti o tuttora esistenti - in tutta sincerità qualche personaggio l'ho riconosciuto e ricordato - perciò ai palermitani potrebbe/dovrebbe sorgere la curiosità e controllare se Alajmo li abbia ricompresi nel repertorio palermitano dei... pazzi!
    Fra i tanti, uno su tutti ha conquistato la mia simpatia:
    "Uno era Alessandro Paternostro, l'impresario teatrale che vendette nei paesi della provincia I dialoghi delle Carmelitane di Bernasos spacciandolo per uno spettacolo di spogliarello e venne perciò costretto a fuggire di corsa da dovunque si fosse fermata la compagnia. [...] Un'altra volta, da un tavolino dell'Extrabar, Paternostro lanciò una pernacchia dedicata al principe Gianfranco Alliata, candidato alle elezioni per il partito monarchico. Il principe gli mandò i padrini per sfidarlo a duello e lui accettò. Si riservò solo, quando i padrini dello sfidante gli chiesero, il diritto di scegliere l'arma. Rispose: «a cavuci 'nto culu»."

    Is this helpful?

    De Lempicka said on Oct 11, 2011 | 2 feedbacks

  • 3 people find this helpful

    all'inizio si ride, poi ci si accorge di come il libro sia solo all'apparenza caotico e nasconda un flusso logico preciso, quasi come se fosse un poema in prosa.

    una meraviglia che meriterebbe di esser conosciuta di più.

    Is this helpful?

    intortetor said on Jul 4, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (226)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 105 Pages
  • ISBN-10: 8804534818
  • ISBN-13: 9788804534815
  • Publisher: Mondadori
  • Publish date: 2004-01-01
Improve_data of this book