Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

O

By

Publisher: Temmuz

4.4
(8195)

Language:Türkçe | Number of Pages: 441 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Spanish , Italian , German , Chi traditional , Swedish , Russian , Dutch , Portuguese , Polish , Croatian , Czech

Isbn-10: 9754054975 | Isbn-13: 9789754054972 | Publish date:  | Edition 4

Translator: Gönül Suveren

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like O ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    King, genio del "brivido"...

    Senza dubbio, Stephen King è l'autore che rappresenta il genio della letteratura horror, che con le sue storie sa sconvolgere, terrorizzare e avvincere il lettore dall'inizio alla fine...
    Storia che fonda le sue radici negli incubi e nell'immaginario infantile, It altro non è che un mostro ...continue

    Senza dubbio, Stephen King è l'autore che rappresenta il genio della letteratura horror, che con le sue storie sa sconvolgere, terrorizzare e avvincere il lettore dall'inizio alla fine...
    Storia che fonda le sue radici negli incubi e nell'immaginario infantile, It altro non è che un mostro scoperto dai ragazzini nelle fogne, che risvegliatosi da un sonno millenario, rapisce i piccoli e li divora...
    Molti anni dopo It torna alla carica, pretendendo ancora oboli di sangue, ma quei ragazzini, oramai adulti, abbandoneranno la famiglia per cercare di sconfiggerlo...
    Molto bella e suggestiva la trasposizione cinematografica, che ha saputo evidenziare l'atmosfera da incubo creata dall'autore nel libro.
    Terrore allo stato puro. Atmosfere da incubo, combattimenti cruenti, e un delizioso lieto fine...molto raro in storie di questo tipo...
    Consigliato, sopratutto agli amanti del genere.
    Saluti.
    Ginseng666

    said on 

  • 5

    La cosa

    La storia, tratta di un gruppo di ragazzini del Maine, che per sfuggire alle cattiverie di una compagnia di bulli cerca rifugio nelle fognature della città.
    Sotto ai pertugi dell’apparente, tranquilla cittadina in cui abitano, vive da millenni una creatura mostruosa soprannominata “La Cosa” ...continue

    La storia, tratta di un gruppo di ragazzini del Maine, che per sfuggire alle cattiverie di una compagnia di bulli cerca rifugio nelle fognature della città.
    Sotto ai pertugi dell’apparente, tranquilla cittadina in cui abitano, vive da millenni una creatura mostruosa soprannominata “La Cosa”. La quale dopo un lungo sonno si risveglia e comincia a mietere varie vittime, la maggior parte delle volte si tratta di bambini.
    Ogni sua apparizione viene intervallata da poco più di un quarto di secolo di tranquillità ed ad ogni suo risveglio si susseguono una serie di sanguinosi omicidi per arrivare al culmine con una strage.
    La Cosa, appariva alle sue vittime sempre sottoforma di creature orribili come: mummie, lebbrosi, lupi mannari e tante altre creature spaventose che nell’immaginario collettivo creano ribrezzo ed orrore.
    Il gruppo di ragazzini comincia a dare la caccia a questa creatura ed in seguito stringono un giuramento.
    Passano gli anni ed il gruppo si scioglie, diventano adulti e per poter far carriera quasi tutti decidono di lasciare la loro città natale.
    It si risveglia e così ripartono anche gli omicidi, il capo della banda dei ragazzini decide di richiamare tutti i componenti per poter sconfiggere il mostro.
    Rincontrandosi scoprono anche che nessuno di loro era riuscito ad avere figli, probabilmente per colpa dei fatti che avevano segnato la loro esistenza fin dall’infanzia.
    È un romanzo horror con caratteristiche fantascientifiche il tutto descritto in maniera cruda e sinistra.
    I personaggi vengono rappresentati in maniera precisa e pulita e soprattutto questo temibile essere crea nella mente del lettore un’immagine veramente terrificante.

    said on 

  • 4

    Chi mi ha fatto veramente paura sono stati gli abitanti di Derry (non è Don Hagarty che a inizio libro dice forse quella che è tutta la verità? che IT è Derry?). Henry Bowers è per me terrificante.

    said on 

  • 4

    Ottimo lavoro anche se mi attendevo qualcosa di più...

    Recensione completa su:

    http://evasioneletteraria.blogspot.it/2014/12/ebook-it-di-stephen-king.html

    said on 

  • 5

    Tutto il nostro bagaglio

    Quello che siamo, che saremo, e come battono i nostri cuori ce lo dicono Ben, Bill, Bev, Stan, Mike, Eddie e Richie. La centralità dell'infanzia/pubertà nelle nostre vite, una promessa ineluttabile fatta da bambini e mantenuta da adulti, un amore vero che muove le sorti di tutti. Derry la cittadi ...continue

    Quello che siamo, che saremo, e come battono i nostri cuori ce lo dicono Ben, Bill, Bev, Stan, Mike, Eddie e Richie. La centralità dell'infanzia/pubertà nelle nostre vite, una promessa ineluttabile fatta da bambini e mantenuta da adulti, un amore vero che muove le sorti di tutti. Derry la cittadina cieca che implode su se stessa e che libera le catene di un vincolo trentennale.

    said on 

  • 5

    Capolavoro assoluto della letteratura horror, It è l'incarnazione del male assoluto e riesce a rendere benissimo quanto possano essere sconvolgenti i mostri della nostra infanzia.

    Ha due chiavi di lettura, quella metaforica è forse addirittura più forte di quella letteraria.

    said on 

  • 5

    Fa accapponare la pelle

    Questo libro mi ha fatto più paura di un film horror. Le scene descritte da Stephen King erano così vivide da farmi guardare continuamente alle spalle mentre lo leggevo.
    L'ho adorato, soprattutto per la maestria con cui l'autore è riuscito a muovere in parallelo le vicende dei sei bambini e ...continue

    Questo libro mi ha fatto più paura di un film horror. Le scene descritte da Stephen King erano così vivide da farmi guardare continuamente alle spalle mentre lo leggevo.
    L'ho adorato, soprattutto per la maestria con cui l'autore è riuscito a muovere in parallelo le vicende dei sei bambini e dei sei adulti, di cui è riscito a descrivere con precisione le caratteristiche fondamentali di ognuno di loro e la successiva evoluzione in età adulta, facendo si che tutto finisse com'era iniziato.

    said on 

Sorting by