Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

O Hipnotista

Por

Editor: Porto Editora

3.3
(3074)

Language:Português | Number of Páginas: 560 | Format: Softcover and Stapled | Em outros idiomas: (outros idiomas) Italian , Spanish , Swedish , Dutch , Catalan , French , Norwegian , English , Danish , German , Chi traditional , Czech , Greek

Isbn-10: 9720040661 | Isbn-13: 9789720040664 | Data de publicação:  | Edition 1

Também disponível como: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like O Hipnotista ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
CHEGOU A VEZ DE LARS KEPLER
A grande revelação do policial nórdico

Erik Maria Bark é o mais famoso hipnotista da Suécia. Acusado de falta de ética, e com o casamento à beira do colapso, jurou publicamente nunca mais praticar a hipnose nos seus pacientes e há dez anos que se mantém fiel à sua promessa. Até agora.

Estocolmo. Uma família é brutalmente assassinada e a única testemunha está internada no hospital em estado de choque; Josef Ek, de apenas 15 anos, presenciou o massacre dos seus pais e irmã mais nova, sendo ele próprio encontrado numa poça de sangue, vivo por milagre.

Nessa mesma noite, Erik Maria Bark recebe um telefonema do comissário Joona Linna solicitando os seus serviços ¿ urge descobrir a identidade do assassino e para tal Josef deverá ser hipnotizado. Erik aceita a missão com relutância, longe de imaginar que o que vai encontrar pela frente é um pesadelo capaz de ultrapassar os seus piores receios.

Dias mais tarde, o seu filho de 15 anos, Benjamin, é sequestrado da própria casa. Haverá uma ligação entre estes dois casos? Para salvar a vida de Benjamin, o hipnotista deverá enfrentar os fantasmas do seu passado e mergulhar nas mentes mais sombrias e perversas que jamais poderia imaginar; o que tinha por difuso revela-se abominável, o que tinha por suspeito surge como demoníaco. Para Erik, a contagem regressiva já começou...

Uma leitura compulsiva carregada de suspense. Um mistério caracterizado por estranhos e inesperados contornos.

Sorting by
  • 3

    La prima indagine di Joona Linna

    Sicuramente non sono un esperto di thriller anche se apprezzo molto il genere e vorrei continuare ad approfondirlo... in ogni caso l'opera d'esordio dei coniugi svedesi, abbastanza corposa, si fa legg ...continuar

    Sicuramente non sono un esperto di thriller anche se apprezzo molto il genere e vorrei continuare ad approfondirlo... in ogni caso l'opera d'esordio dei coniugi svedesi, abbastanza corposa, si fa leggere con facilità e non annoia, benché pecchi d'inverosimiglianza in alcune scene tra le quali l'inseguimento al cimitero. La caratterizzazione dei personaggi e la costruzione dei dialoghi potevano essere migliorate e alcuni dettagli (come ad esempio i ragazzini con i soprannomi dei Pokemon) erano sicuramente tralasciabili poiché sembrano inseriti soltanto per allungare il brodo. Anche il finale, sicuramente forzato, mi ha lasciato un po' così!
    Ho apprezzato comunque l'ambientazione nordica e il ritmo veloce, oltre che l'idea principale della trama. Ho visto anche il film... un po' troppo lungo, probabilmente, ma non male.

    7.5/10

    dito em 

  • 2

    C'è qualcosa di marcio in Svezia

    C'è qualcosa di marcio in Svezia. Tutti questi morti ,i tagli netti alla gola, pazzi scriteriati, sono finiti tutti a Stoccolma? Di solito c'è un libro che faccio fatica a terminare,quest'anno il prem ...continuar

    C'è qualcosa di marcio in Svezia. Tutti questi morti ,i tagli netti alla gola, pazzi scriteriati, sono finiti tutti a Stoccolma? Di solito c'è un libro che faccio fatica a terminare,quest'anno il premio va di diritto a questo Ipnotista, con i suoi personaggi freddi, impenetrabili, non c'è un guizzo di simpatia per nessuno di essi. Arrancante.

    dito em 

  • 2

    Devo dare un'altra possibilità a L.K.?

    Non posso certo definire positivo l'approccio con la coppia di coniugi svedesi ed il loro primo libro. L'inizio mi lasciava sperare in una bella storia avvincente ma, proseguendo nella lettura è diven ...continuar

    Non posso certo definire positivo l'approccio con la coppia di coniugi svedesi ed il loro primo libro. L'inizio mi lasciava sperare in una bella storia avvincente ma, proseguendo nella lettura è diventato sempre meno interessante, con tanti eventi inutili, come se si volesse per forza raggiungere un numero elevato di pagine. I flashback inseriti, che avrebbero dovuto aiutare il lettore a capire, erano davvero troppo lunghi; molte cose, a mio avviso inverosimili, per non parlare dello stile di scrittura, poco coinvolgente e scorrevole. No, questo libro è appena sufficiente, più tento di recensirlo e più sono tentata di abbassare il voto. Mi resta l'interrogativo che ho formulato nel titolo, i libri successivi saranno migliori?

    dito em 

  • 4

    Buon thriller anche se forse mette un pò troppa carne al fuoco. Il personaggio di Erik come anche la moglie Simone inizialmente non riscuotono molto la mia simpatia per alcuni loro atteggiamenti. Molt ...continuar

    Buon thriller anche se forse mette un pò troppa carne al fuoco. Il personaggio di Erik come anche la moglie Simone inizialmente non riscuotono molto la mia simpatia per alcuni loro atteggiamenti. Molto più positivo l'ispettore Joona, anche se "pretende" sempre di avere ragione. Nel libro compaiono stragi familiari, baby-gang e il passato di Erik. Dopo più di metà libro compare un lungo capitolo con gli eventi del passato che però rischiano di far perdere un pò di vista i fatti del presente. Comunque nonostante queste piccole osservazioni, il libro mi è piaciuto molto, ritmo intenso e si arriva alla fine senza troppe pause. Curioso di leggere gli altri libri di Kepler (in cui compare ancora Joona mentre Erik riapparirà solo nell'ultimo).

    dito em 

  • 2

    Lungaggine

    Una storia che poteva essere avvincente, ma gli autori hanno scelto di dilungarsi su dettagli irrilevanti e trascurare cose ben più importanti.
    E infatti una volta terminato il libro, ancora mi pongo ...continuar

    Una storia che poteva essere avvincente, ma gli autori hanno scelto di dilungarsi su dettagli irrilevanti e trascurare cose ben più importanti.
    E infatti una volta terminato il libro, ancora mi pongo domande sulla storia.

    dito em 

  • 2

    Lars Kepler.... no grazie.

    Avevo grandi aspettative per questo autore che negli ultimi anni ho visto comparire spesso e volentieri nelle classifiche dei libri piu' venduti. Mi sono deciso a leggere il suo primo lavoro L'ipnotis ...continuar

    Avevo grandi aspettative per questo autore che negli ultimi anni ho visto comparire spesso e volentieri nelle classifiche dei libri piu' venduti. Mi sono deciso a leggere il suo primo lavoro L'ipnotista e devo dire che e' stata una deludente esperienza.

    dito em 

  • 1

    Madonna che boiata

    SI legge in un soffio, ma non è necessariamente un pregio. Difatti questo libro di pregi non ne ha. Ci sono due storie, una serve come pretesto per l'altra. Quella più interessante è quella che non vi ...continuar

    SI legge in un soffio, ma non è necessariamente un pregio. Difatti questo libro di pregi non ne ha. Ci sono due storie, una serve come pretesto per l'altra. Quella più interessante è quella che non viene sviluppata. Dialoghi idioti. Storia che ha meno credibilità di quella di Babbo Natale.
    Ovviamente ha venduto tantissimo

    dito em 

  • 2

    Per quel che mi riguarda questo libro è stato una grossa delusione. Mi è sembrato parecchio stereotipato e i personaggi non hanno fatto nessuna presa su di me. Francamente non riesco a capacitarmi del ...continuar

    Per quel che mi riguarda questo libro è stato una grossa delusione. Mi è sembrato parecchio stereotipato e i personaggi non hanno fatto nessuna presa su di me. Francamente non riesco a capacitarmi del successo che ha avuto.

    dito em 

  • 2

    Avrei dovuto dare una scorsa alle recensioni e non leggerlo; invece mi sono fidato del fatto che è stato un sacco in cima alle classifiche, e ho sbagliato.
    Il solito thriller nordico, ma con una marci ...continuar

    Avrei dovuto dare una scorsa alle recensioni e non leggerlo; invece mi sono fidato del fatto che è stato un sacco in cima alle classifiche, e ho sbagliato.
    Il solito thriller nordico, ma con una marcia in meno. L'idea poteva essere interessante, lavorare sul tema ipnosi e intrecciarlo con un giallo, ma è venuto fuori maluccio: trame che vagolano senza scopo, incroci casuali che non si spiegano bene nemmeno alla fine, personaggi che si comportano a casaccio solo x far tornare la trama, scrittura lenta e noiosa, insomma c'è pochissimo di buono dentro. Il fatto poi che sia scritto al presente è la goccia che fa traboccare il vaso: o sei bravissimo, o (come in questo caso) rallenta tutto e non aggiunge nulla.
    Insomma, purtroppo non sono capace di piantare lì un libro, ma dopo 200 pagine (su 600) mi ero stufato e ho fatto fatica ad arrivare in fondo. Statene alla larga.

    dito em 

Sorting by