Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

O Hipnotista

Por

Editor: Porto Editora

3.3
(2997)

Language:Português | Number of Páginas: 560 | Format: Softcover and Stapled | Em outros idiomas: (outros idiomas) Italian , Spanish , Swedish , Dutch , Catalan , French , Norwegian , English , Danish , German , Chi traditional , Czech , Greek

Isbn-10: 9720040661 | Isbn-13: 9789720040664 | Data de publicação:  | Edition 1

Também disponível como: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like O Hipnotista ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
CHEGOU A VEZ DE LARS KEPLER
A grande revelação do policial nórdico

Erik Maria Bark é o mais famoso hipnotista da Suécia. Acusado de falta de ética, e com o casamento à beira do colapso, jurou publicamente nunca mais praticar a hipnose nos seus pacientes e há dez anos que se mantém fiel à sua promessa. Até agora.

Estocolmo. Uma família é brutalmente assassinada e a única testemunha está internada no hospital em estado de choque; Josef Ek, de apenas 15 anos, presenciou o massacre dos seus pais e irmã mais nova, sendo ele próprio encontrado numa poça de sangue, vivo por milagre.

Nessa mesma noite, Erik Maria Bark recebe um telefonema do comissário Joona Linna solicitando os seus serviços ¿ urge descobrir a identidade do assassino e para tal Josef deverá ser hipnotizado. Erik aceita a missão com relutância, longe de imaginar que o que vai encontrar pela frente é um pesadelo capaz de ultrapassar os seus piores receios.

Dias mais tarde, o seu filho de 15 anos, Benjamin, é sequestrado da própria casa. Haverá uma ligação entre estes dois casos? Para salvar a vida de Benjamin, o hipnotista deverá enfrentar os fantasmas do seu passado e mergulhar nas mentes mais sombrias e perversas que jamais poderia imaginar; o que tinha por difuso revela-se abominável, o que tinha por suspeito surge como demoníaco. Para Erik, a contagem regressiva já começou...

Uma leitura compulsiva carregada de suspense. Um mistério caracterizado por estranhos e inesperados contornos.

Sorting by
  • 1

    Ipnosi creata dalla noia

    In effetti questo libro è talmente noioso da creare una specie di stato ipnotico. Uscitene finchè siete in tempo!

    dito em 

  • 1

    Non avrei mai pensato che un thriller potesse essere noioso e zero coinvolgente! Se si potesse dare mezza stella…..l'avrei fatto senza remore!

    dito em 

  • 1

    Imbarazzante

    Provo molta pena per gli autori di questo libro, perché non dev'essere facile essere oggetto di critiche e offese, soprattutto se il mittente sono io.
    In molti, tra le recensioni, fanno notare l'assur ...continuar

    Provo molta pena per gli autori di questo libro, perché non dev'essere facile essere oggetto di critiche e offese, soprattutto se il mittente sono io.
    In molti, tra le recensioni, fanno notare l'assurdità della scena dell'inseguimento notturno in un cimitero: la caccia all'uomo viene interrotta da una donna che passeggiava nel parco.
    E molti si sono focalizzati lì, sulla stronzata numero 1. Ma vogliamo parlare della seconda? "Ero qui per mettere i fiori sulla tomba di Ingrid Bergman". Quanto può essere insulsamente autocelebrativo un libro? E che motivo c'era di inserire questo segmento? Mi sembra un tentativo malcelato di "cartolina svedese", patetico, veramente patetico.

    Inutile soffermarsi, poi, sulla trama e sugli errori, incongruenze. inesattezze ed inutilità di cui è disseminato il libro. Alcuni particolari, secondo gli autori, avrebbero dovuto aggiungere spessore ai personaggi, immagino. Perciò l'ispettore "butta una buccia di banana nel cestino dell'immondizia". Particolare di rilevanza pantagruelica, devo riconoscerlo.
    Una delle peggiori cose mai lette.

    dito em 

  • *** Este comentário contém <i>spoilers</i>! ***

    0

    Sono partita a leggere questo libro con basse aspettative perchè avevo letto varie recensioni negative. Devo invece dire che a me è piaciuto. Addirittura leggendo certe recensioni mi sembra di aver l ...continuar

    Sono partita a leggere questo libro con basse aspettative perchè avevo letto varie recensioni negative. Devo invece dire che a me è piaciuto. Addirittura leggendo certe recensioni mi sembra di aver letto un libro diverso...c'è chi dice che è un libro soporifero, io invece l'ho trovato adrenalinico soprattutto nella parte iniziale, da poco prima del rapimento di Benjamin, in pratica dal ricovero di Josef, e anche nel finale,nella parte della scoperta di Lydia prima e ricerca del nascondiglio poi e di tutto quello che è accaduto in seguito. Ho trovato invece un po' noiosa la parte "dei dieci anni prima", quella del gruppo di ipnosi...cioè, interessante sicuramente il metodo e le storie dei vari componenti del gruppo, ma a mio avviso si potevano tagliare varie pagine in questo punto, a favore della storia principale del libro.
    Odiosissima Simone, mi ha infastidita appena l'ho conosciuta nella storia e non ho cambiato idea alla fine, però devo dire che personaggi come lei e suo padre (che era partito male ma che poi ho rivalutato nel corso della storia) non ci stanno male in storie come questa, perchè gli antipatici non è detto che debbano stare per forza solo tra i cattivi ma anzi, tra i buoni risaltano ancora di più. In conclusione, per me libro promosso, senza lode ma comunque la sufficienza piena se la guadagna e probabilmente leggerò altro di questa coppia svedese.

    dito em 

  • 2

    Ho aspettato cinque anni dalla sua pubblicazione per leggerlo ...ed ora so esattamente perché non mi attirava. Un giallo sufficiente, bella trama, interessante il personaggio dell'ipnotista........ma ...continuar

    Ho aspettato cinque anni dalla sua pubblicazione per leggerlo ...ed ora so esattamente perché non mi attirava. Un giallo sufficiente, bella trama, interessante il personaggio dell'ipnotista........ma nulla di più. Caotico, forse per la scrittura a due mani? A tratti noioso...gli autori si perdono in dettagli che non aggiungono nulla allo svolgimento della trama e che rendono la lettura troppo lenta. Inoltre, davvero troppe le ripetizioni, quasi di interi brani, con quell'effetto di deja vù che proprio non sopporto. Niente a che fare col vero giallo svedese. Ma Stoccolma è così........barbara? Concordo con chi ha definito questo libro "un'americanata".

    dito em 

  • 1

    Volevo non commentare ma mi sento in dovere di avvisare chi ama la lettura. Se non fosse ambientato in Svezia, se non fosse scritto da svedesi, direi che è una vera "americanata"; irreale, esagerato.. ...continuar

    Volevo non commentare ma mi sento in dovere di avvisare chi ama la lettura. Se non fosse ambientato in Svezia, se non fosse scritto da svedesi, direi che è una vera "americanata"; irreale, esagerato...tutto ciò che rispecchia il canovaccio "thriller" è inserito in questo libro. Per non parlare della scrittura: puerile, con continue ripetizioni (scarsa fantasia degli autori ??). Questo è il mio personale parere...mi spiace per chi ama questo libro, ma non concepisco come possa aver avuto tale successo.

    dito em 

  • *** Este comentário contém <i>spoilers</i>! ***

    4

    Thriller abbastanza avvincente e ben costruito, che si basa sulla figura dell'ipnotista, emarginato a seguito di un "infortunio" professionale che dopo dieci anni e a caro prezzo si rivela non essere ...continuar

    Thriller abbastanza avvincente e ben costruito, che si basa sulla figura dell'ipnotista, emarginato a seguito di un "infortunio" professionale che dopo dieci anni e a caro prezzo si rivela non essere stato tale. Significativa anche la figura del poliziotto che ha sempre ragione....

    dito em 

  • 4

    La trama mi è piaciuta, i personaggi anche... ma alcuni passi/episodi per me hanno avuto troppo spazio, rendendo meno scorevvole la lettura. Altra nota negativa il tempo dei verbi: personalmente non a ...continuar

    La trama mi è piaciuta, i personaggi anche... ma alcuni passi/episodi per me hanno avuto troppo spazio, rendendo meno scorevvole la lettura. Altra nota negativa il tempo dei verbi: personalmente non amo i libri scritti al presente!

    dito em 

Sorting by