Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Procurar Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

O Restaurante no Fim do Universo

Por

Editor: Sextante

4.1
(4956)

Language:Português | Number of Páginas: 240 | Format: Paperback | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , Spanish , German , French , Italian , Dutch , Japanese , Latvian , Chi traditional , Czech , Polish , Greek , Slovenian , Hungarian

Isbn-10: 857542128X | Isbn-13: 9788575421284 | Data de publicação:  | Edition 1

Também disponível como: Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like O Restaurante no Fim do Universo ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
O que você pretende fazer quando chegar ao Restaurante do Fim do Universo? Devorar o suculento bife de um boi que se oferece como jantar ou apenas se embriagar com a poderosa Dinamite Pangaláctica, assistindo de camarote ao momento em que tudo se acaba numa explosão fatal? A continuação das incríveis aventuras de Arthur Dent e seus quatro amigos através da galáxia começa a bordo da nave Coração de Ouro, rumo ao restaurante mais próximo. Mal sabem eles que farão uma viagem no tempo, cujo desfecho será simplesmente incrível. O segundo livro da série de Douglas Adams, que começou com o surpreendente O guia do mochileiro das galáxias, mostra os cinco amigos vivendo as mais inesperadas confusões numa história cheia de sátira, ironia e bom humor. Com seu estilo inteligente e sagaz, Douglas Adams prende o leitor a cada página numa maravilhosa aventura de ficção científica combinada ao mais fino humor britânico, que conquistou fãs no mundo inteiro. Uma verdadeira viagem, em qualquer um dos mais improváveis sentidos.
Sorting by
  • 5

    Come sempre assurdo e attuale

    Douglas Adams inventa un mondo incredibile e assurdo riuscendo a renderlo attuale e assolutamente plausibile.
    E' sempre bello leggerlo. Questo ennesimo romanzo è una conferma.

    dito em 

  • 3

    Adams ripeto è un bravissimo scrittore. Ci vuole del talento per mettere così tanta carne a cuocere e non esasperare il lettore. Nella mia recensione del primo libro della saga, avevo scritto che è un grande, ma non me la sentivo di dire che è un genio come spesso viene dipinto. Dopo aver letto a ...continuar

    Adams ripeto è un bravissimo scrittore. Ci vuole del talento per mettere così tanta carne a cuocere e non esasperare il lettore. Nella mia recensione del primo libro della saga, avevo scritto che è un grande, ma non me la sentivo di dire che è un genio come spesso viene dipinto. Dopo aver letto anche questo rimango della mia opinione.

    dito em 

  • 3

    El único libro que me he leído del la saga del "autoestopista galáctico" y aparte del bizarrismo que acompaña toda la obra (y parece ser una característica de la saga) consigue sacarte unas risas en algunos momentos. En general, el carácter extraño del libro es lo que te logra enganchar y hacer q ...continuar

    El único libro que me he leído del la saga del "autoestopista galáctico" y aparte del bizarrismo que acompaña toda la obra (y parece ser una característica de la saga) consigue sacarte unas risas en algunos momentos. En general, el carácter extraño del libro es lo que te logra enganchar y hacer que no dejes de leer hasta el final. Estoy deseando leerme el resto de los libros de la saga.

    dito em 

  • 3

    Ripensando al primo la trama mi sembra meno brillante, il finale poi é decisamente deludente.. l'autore, con l'intenzione di scriverne un altro, ti lascia con l'amaro in bocca.
    Quello che non cambia é l'umorismo, geniale!

    dito em 

  • 4

    Decisamente non ai livelli del primo. Resta pur sempre affascinante e pieno di trovate geniali. Dà ancora la voglia di continuare la saga, cosa che farò al volo!

    dito em 

  • 2

    Facciamo 2 e mezzo

    Mi aspettavo di più da seguito di "Guida galattica per autostoppisti". Invece mi sono persa nella trama, secondo me un po' troppo contorta, e soprattutto priva di fatti particolarmente significativi. Sembra più che altro un gran preludio ai libri successivi, ma se davvero è così allora mi verrebb ...continuar

    Mi aspettavo di più da seguito di "Guida galattica per autostoppisti". Invece mi sono persa nella trama, secondo me un po' troppo contorta, e soprattutto priva di fatti particolarmente significativi. Sembra più che altro un gran preludio ai libri successivi, ma se davvero è così allora mi verrebbe da togliere anche la seconda stella.

    dito em 

  • *** Este comentário contém <i>spoilers</i>! ***

    3

    Schema della trama: eroi teletrasportati in un luogo x, si trovano in pericolo, trovano un modo per teletrasportarsi in un altro luogo x, si trovano in pericolo, etc.
    Nonostante le ovvie lacune nella trama, che risulta molto frammentaria e a tratti irritante, la forza del libro sta nelle si ...continuar

    Schema della trama: eroi teletrasportati in un luogo x, si trovano in pericolo, trovano un modo per teletrasportarsi in un altro luogo x, si trovano in pericolo, etc.
    Nonostante le ovvie lacune nella trama, che risulta molto frammentaria e a tratti irritante, la forza del libro sta nelle singole situazioni. Se nel precedente romanzo (sicuramente scritto meglio) il tutto era caratterizzato da un divertente cinismo, qui Adams passa a un tono grottesco a tratti inquietante (i passeggeri di un aereonave mantenuti in sonno criogenico per 900 anni nell' attesa vana del rifornimento di salviette umide; l' alto-borghesia dello spazio che guarda la fine dell' universo come fosse al cinema; la macchina di prospettiva totale).
    Quel 42 che in 'Guida galattica per autostoppisti' mi era sembrata solo una divertentissima presa in giro, nel secondo libro si carica di un' aura mistica che lo porta al livello del monolito di Kurbrik. Ma la verità sulla risposta alla domanda fondamentale sarà un vero schock o Adams si sta tirando la zappa sui piedi?

    dito em 

  • *** Este comentário contém <i>spoilers</i>! ***

    0

    第一集比較有趣><

    p.135
    「嗨,馬文,」柴法德說,大步朝他走去。「嘿,小子,我們可真高興看見你。」

    馬文轉身,它盡一張完全無生命的金屬臉所能,露出怨懟的表情。

    「不,你不高興,」它說,「從來沒有人高興過。」

    「隨你便,」柴法德說著轉身對那些太空船擠眉弄眼。福特跟上他。

    「不,我們真的很高興,」崔莉恩說著用一種它非常厭惡的方式拍它的肩膀。「在這裡等了我們這麼久。」

    「五千七百六十億三千五百七十九年,」馬文說。「我數了。」

    p.150
    每個重要的銀河文化 ...continuar

    第一集比較有趣><

    p.135
    「嗨,馬文,」柴法德說,大步朝他走去。「嘿,小子,我們可真高興看見你。」

    馬文轉身,它盡一張完全無生命的金屬臉所能,露出怨懟的表情。

    「不,你不高興,」它說,「從來沒有人高興過。」

    「隨你便,」柴法德說著轉身對那些太空船擠眉弄眼。福特跟上他。

    「不,我們真的很高興,」崔莉恩說著用一種它非常厭惡的方式拍它的肩膀。「在這裡等了我們這麼久。」

    「五千七百六十億三千五百七十九年,」馬文說。「我數了。」

    p.150
    每個重要的銀河文化都傾向經歷三個不同且明顯的階段,也就是生存、質疑和世故,有名如何、為何和何處的三階段。

    比方說,第一階段最重要的問題是:「我們要如何弄吃的?」第二階段的問題是:「我們為何要吃?」第三階段則是:「我們去何處吃午餐?」

    p.154
    「亂編?」馬文轉頭設法做出驚訝的樣子。「我為什麼要亂編?生命用不著亂編就已經夠糟了。」

    第二十八章
    p.198

    統治人的主要問題──主要問題之一,因為問題有很多──就是你找什麼人來被統治;或者不如說什麼人設法讓被統治者讓他們統治。

    簡而言之:那些渴望統治別人的人根據該事實本身,就一定是最不適合幹這事的人,這是眾所周知的。簡而言之簡而言之:任何能讓自己被選為總統的人絕不該被允許幹這事。簡而言之簡而言之簡而言之:人就是問題。

    因此我們面對的情況如下:一連串的銀河總統都非常享受掌握權力的甜頭好處,於是乎鮮少注意到他們根本沒有權力。

    而他們身後的陰影中──是誰?

    如果任何想統治的人都不該統治,那到底有誰能統治?

    dito em 

Sorting by