Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Occhi negli occhi

Di

Editore: Mondadori

3.6
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804608714 | Isbn-13: 9788804608714 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Occhi negli occhi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sebastiano Schiappacasse fa il giornalista sportivo per un grande quotidiano milanese, ma considera la sua carriera ormai conclusa e vive i propri cinquant'anni tra affetti laterali e "marchette", come vengono chiamate in gergo le collaborazioni con altri giornali. In una grigia mattina di gennaio, però, il suo telefono squilla: è una convocazione del vicedirettore. Sebastiano deve partire per il Western Australia, subito. Laggiù, in una cittadina sconosciuta, è ricomparso Michele Monari: la star della televisione, l'autore di un grande bestseller, l'uomo scomparso da ormai dieci anni senza lasciare traccia... ma soprattutto il migliore amico di Sebastiano, con cui ha condiviso la giovinezza prima del tragico evento che ha segnato per sempre la vita di entrambi. Per questo Sebastiano non vorrebbe partire: intuisce che rischia di guastare il suo equilibrio incolore ma faticosamente raggiunto. Ancora non sa che in Australia un incontro felice e un nuovo mistero lo costringeranno a rimettersi in gioco, attraverso un'avventura che richiederà il coraggio di guardarsi indietro, per costruire il futuro lungo le tracce del passato perduto.
Ordina per
  • 3

    Occhi negli occhi fatto
    Sebastiano Sciappacasse (che è l'io narrante) e Michele Monari sono legati da solida amicizia sin dai giochi dell'infanzia trascorsa in Liguria. Entrambi giornalisti - sportivo e “marchettaro” il primo, poliedrica star televisiva ed anche scrittore il secondo - ma di ...continua

    Occhi negli occhi fatto
    Sebastiano Sciappacasse (che è l'io narrante) e Michele Monari sono legati da solida amicizia sin dai giochi dell'infanzia trascorsa in Liguria. Entrambi giornalisti - sportivo e “marchettaro” il primo, poliedrica star televisiva ed anche scrittore il secondo - ma di carattere molto diverso l'uno dall'altro, si perdono di vista per lunghi periodi di tempo, per poi ritrovarsi, darsi una mano e ricordare i tempi antichi. Fino a quando Sebastiano non viene chiamato dal suo giornale a recarsi in Australia sulle tracce di Michele che, dopo l'ultima “fuga”, è scomparso dopo aver compiuto un atto di eroismo che lo ha costretto, moribondo, in un letto di ospedale. Una trama che fino a metà del libro appare foriera di sviluppi straordinari e scoppiettanti ma che poi lentamente “si spegne” in un finale che è solo la consueta ripetizione delle situazioni di incoerenza e incostanza sentimentale, di tradimenti dalle conseguenze devastanti, di inquietudine psicologica, di spasmodica ricerca di una felicità che vuole essere duratura ma che si rivela sempre effimera. Pur trattandosi di una storia raccontata con abilità tecnica si tratta di un romanzo complessivamente deludente.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello. Oltre la solita bravura di Perrone nel raccontare vicende di nornale vita vissuta senza enfasi e con molto garbo, in questo romanzo c'e' anche un risvolto giallo che da' anche un po' di pepe alla scrittura.

    ha scritto il 

  • 4

    Molti si definiscono amici di altri, ma solo in rari casi si tratta di amicizia vera; quella tra il protagonista del libro, Sebastiano Schiappacasse, e Michele Monari è senza dubbio un'amicizia vera, forte!
    Sebastiano è un giornalista sportivo di un grande quotidiano milanese che viene mand ...continua

    Molti si definiscono amici di altri, ma solo in rari casi si tratta di amicizia vera; quella tra il protagonista del libro, Sebastiano Schiappacasse, e Michele Monari è senza dubbio un'amicizia vera, forte!
    Sebastiano è un giornalista sportivo di un grande quotidiano milanese che viene mandato in Australia perchè proprio lì è ricomparso Michele dopo dieci anni, suo amico ma anche autore di un bestseller.
    Durante questo viaggio, Sebastiano, oltre a ritrovare Michele, trova anche l'amore; mentre ci racconta questo viaggio l'autore ci racconta anche l'amicizia tra Sebastiano e Michele dimostrandoci come questo sentimento possa essere forte e duraturo sia nel tempo che di fronte ai vari ostacoli che la vita ci riserva.

    ha scritto il 

  • 3

    Nonostante l'inizio noioso sono andata avanti imponendomi di non abbandonarlo. In un certo senso, poi, decolla invogliandoti a leggere perchè la storia incuriosisce. 3* perchè si fa leggere, ma niente di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Voglio bene a Roberto Perrone perché è una bellissima persona. E amo i suoi libri perché sono come lui, pieni di umanità. Ha uno stile fresco e leggero, leggibilissimo, scorrevolissimo, ma non banale né piatto. E le sue storie, i suoi personaggi, che di per sé non hanno nulla di particolarmente o ...continua

    Voglio bene a Roberto Perrone perché è una bellissima persona. E amo i suoi libri perché sono come lui, pieni di umanità. Ha uno stile fresco e leggero, leggibilissimo, scorrevolissimo, ma non banale né piatto. E le sue storie, i suoi personaggi, che di per sé non hanno nulla di particolarmente originale, ti restano dentro perché sono storie vere, persone vere. Il resto è vita, dice Perrone nella noticina conclusiva. E si sente che è vero.

    ha scritto il 

  • 2

    Mah. C'è questo giornalista che viene convinto ad andare in australia a intervistare un italiano rimasto ustionato nel tentativo di salvare un gruppo di ragazzini in un incendio, e che si è rivelato uno scrittore famoso e suo migliore amico, scomparso da oltre trent'anni. Una storia inutile, un n ...continua

    Mah. C'è questo giornalista che viene convinto ad andare in australia a intervistare un italiano rimasto ustionato nel tentativo di salvare un gruppo di ragazzini in un incendio, e che si è rivelato uno scrittore famoso e suo migliore amico, scomparso da oltre trent'anni. Una storia inutile, un noioso susseguirsi di prevedibili flash back di infanzie e adolescenze a cavallo fra i settanta e gli ottanta, una storia d'amore insipida, un finale sciapo. Un libro che poteva benissimo rimanere nel limbo dei libri non scritti.

    ha scritto il 

  • 4

    perrone ha una grazia e una leggerezza nello scrivere che rendono gustoso e piacevole anche un libro non troppo originale. L'amore, le passioni, la vita raccontate come lui sa fare.

    ha scritto il