Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Oceano mare

SCHEDA DOPPIA

By Alessandro Baricco

(356)

| Others

Like Oceano mare ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

1830 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un oceano mare di parole, evocativo, nebbioso e surreale.
    ...e non ho mica capito se mi è piaciuto davvero.

    Is this helpful?

    Itaka said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Oceano mare

    I. Non l'ho terminato, sono solo a pag. 105, ma mi sembra che ricordi Eliot: the waste land, the Death by water...
    Mi sbaglio o vi è qualche somiglianza?

    II. A pag.108 si parla di SOMMERSI E SALVATI. Il riferimento a Elliot è evidentissimo, un Ellio ...(continue)

    I. Non l'ho terminato, sono solo a pag. 105, ma mi sembra che ricordi Eliot: the waste land, the Death by water...
    Mi sbaglio o vi è qualche somiglianza?

    II. A pag.108 si parla di SOMMERSI E SALVATI. Il riferimento a Elliot è evidentissimo, un Elliot grande conoscitore di Dante, che ci aveva narrato di Ulisse i cui canti del ritorno lo avevano anticamente portato a casa, una casa a cui non tornano i sommersi: Primo Levi?
    Lo specchio del mare: chi ricorda?

    III. I primi si salvano, del tutto o in parte. Ci sarà qualche sommerso?

    IV. Bellissimo. Struggente. Non c'è dolore o ferita che resti INCONSOLABILE per sempre, se lo si vuole. A seconda dell'età in cui si decide di salvarsi si hanno maggiori possibilità di riuscita. E poi la vita va presa con un po' di allegria, per quello che è.
    I sommersi hanno comunque colpe da cui non vogliono allontanarsi.

    C'è davvero tanta letteratura qui ma anche molta bellezza.

    Is this helpful?

    Paola Rossella said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quote

    "È uno specchio, questo mare. Qui, nel suo ventre, ho visto me stesso. Ho visto davvero."

    Is this helpful?

    Simo Supernova said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La mia ancora

    Rileggerlo davanti al mare ha tutto un altro sapore.

    Is this helpful?

    Mary said on Aug 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro che è difficile per me giudicare oggettivamente dato che ho una sorta di legame affettivo con questo romanzo che mi impedisce di recensirlo in maniera del tutto imparziale. Basti pensare che lo leggo circa una volta l’anno.
    Baricco qui incanta ...(continue)

    Libro che è difficile per me giudicare oggettivamente dato che ho una sorta di legame affettivo con questo romanzo che mi impedisce di recensirlo in maniera del tutto imparziale. Basti pensare che lo leggo circa una volta l’anno.
    Baricco qui incanta con le parole, danza con il lessico, le strutture e trova un modo di scrivere incredibilmente evocativo e delicato. Il tutto si sposa con un tema, quello del mare, da sempre densissimo di immagini potenti, richiamo dei sentimenti più forti dell’animo umano.
    All’interno di questa ode al mare si srotolano le vicende dei villeggianti della locanda Almayer. Vicende al limite del paradossale, evocative e a tratti comiche nel loro essere bizzarre ed allegoriche.
    Avendo letto molto di Baricco vedo in ogni personaggio qualcosa di lui, un messaggio oltre che un racconto.
    Amo molto questo libro, provando a distaccarmi dai giudizi soggettivi ammetto che probabilmente il meglio Baricco lo da nelle fasi di racconto del mare, quando l’attenzione non è tanto sui personaggi quanto sull’elemento naturale. Lì Baricco si mostra incredibilmente creativo, delicato, abile e sensibile nel raccontarlo, riuscendo a riempire pagine e pagine di un qualcosa veramente difficile da dire: il mare, appunto
    Nelle fasi in cui ci si dilunga su alcune vicende dei personaggi il libro perde un po’ di profondità invece (ad esempio le parti finali su Bartleboom e Padre Pluche, sono carine, simpatiche, hanno un piccolo messaggio ma sono poco più che storielle).
    Da leggere se amate il mare nella sua visione romantica e cercate un libro che vi riappacifichi un po’ col mondo.

    Is this helpful?

    Alex-Noir said on Aug 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Al principio ho faticato a comprenderlo e mi ha lasciato perplessa il suo surrealismo.
    Ma poi finalmente mi sono messa a leggerlo nel silenzio del giardino, immersa nella sua poesia e l'ho ricominciato cercando di assaporarne la poesia e mi è piaciut ...(continue)

    Al principio ho faticato a comprenderlo e mi ha lasciato perplessa il suo surrealismo.
    Ma poi finalmente mi sono messa a leggerlo nel silenzio del giardino, immersa nella sua poesia e l'ho ricominciato cercando di assaporarne la poesia e mi è piaciuto.

    Alcune citazioni:
    "Questa è la riva del mare. Nè terra nè mare.
    E' un luogo che non esiste"

    E' un mondo di angeli

    "Sapete una cosa? Avrei detto che gli ammiragli stessero nel mare...
    "Anch'io avrei detto che i preti stessero nelle chiese
    "Oh bè, sapete. Dio è dappertutto
    "Anche il mare, Padre. Anche il mare"

    "tutto il resto era ancora nulla.
    Inventarlo, questo sarebbe stato meraviglioso"

    Is this helpful?

    Linda T said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book