Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Odette Toulemonde

Et autres histoires

By

Editeur: Le livre de poche

3.8
(597)

Language:Français | Number of pages: 212 | Format: Mass Market Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Italian , German , English , Spanish

Isbn-10: 2253126624 | Isbn-13: 9782253126621 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous Odette Toulemonde ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Otto brevi racconti che ho trovato piacevoli, coinvolgenti e con un finale che sorprende.
    Ritratti di donne con le loro vite così diverse e allo stesso tempo uguali a tante altre.
    Son tutti belli, magari qualche racconto potrà piacere più di un altro, "L'intrusa" è quello che mi ha ma ...continuer

    Otto brevi racconti che ho trovato piacevoli, coinvolgenti e con un finale che sorprende.
    Ritratti di donne con le loro vite così diverse e allo stesso tempo uguali a tante altre.
    Son tutti belli, magari qualche racconto potrà piacere più di un altro, "L'intrusa" è quello che mi ha maggiormente spiazzato, l'ultimo "Il più bel libro del mondo", stringe il cuore.

    dit le 

  • 3

    Un libro dedicato “a tutte le Odette”, a tutte le donne che riescono a realizzare le loro aspirazioni, che non rinunciano alle loro esigenze, che si ostinano anche nella ricerca dell’amore, o che semplicemente ci provano.
    Come Wanda Winnipeg “giunta a quel punto felice nella vita di un’ambi ...continuer

    Un libro dedicato “a tutte le Odette”, a tutte le donne che riescono a realizzare le loro aspirazioni, che non rinunciano alle loro esigenze, che si ostinano anche nella ricerca dell’amore, o che semplicemente ci provano.
    Come Wanda Winnipeg “giunta a quel punto felice nella vita di un’ambiziosa in cui, alla fine, il cinismo produce saggezza: svincolata dalle esigenze morali, gode della vita così com’è e degli uomini così come sono, senza pigliarsela troppo” ma che per riconoscenza, o forse amore, riscatta un uomo dalle miserie di una vita.
    Come Odette che riesce a realizzare un suo sogno impossibile e ad impartire le sue lezioni di felicità.
    O come Hélène, cinica e disillusa, che grazie all’amore di Antoine riuscirà a vedere la vita sotto una luce diversa e riuscirà ad apprezzare anche una giornata di pioggia.
    Ma ci sono anche donne come Odile che purtroppo (e non volutamente) sono destinate a vivere di ricordi e a smarrire anche quelli più belli, perdendo anche la memoria di se stesse.
    O donne come Aimée, deluse dall’amore e dalla vita, così amareggiate che non riescono a godere di pochi veri rapporti di amicizia, e meditano solo vendetta; ma mai vendetta sarà più dolce.
    Come Isabelle che si renderà conto troppo tardi che l’amore è tutto ciò che basta.
    O come Rosa e tutte quelle “principesse scalze”che vivono ogni giorno della loro vita come se fosse l’ultimo.
    Eppure, non sono stata coinvolta da nessuna di queste donne, forse per questo il racconto che ho apprezzato di più è stato l’ultimo, quello che racconta di donne che combattevano per la libertà e che, temendo di non rivedere più le loro figlie, avevano deciso di scrivere “il più bel libro del mondo”.

    dit le 

  • 4

    Otto racconti, otto piccoli capolavori.
    Gli ultimi mi sono sembrati più leggeri, ironici e spensierati rispetto ai primi, che mi hanno fatto un effetto particolare.
    Mi ha ricordato quando da adolescente combinavo qualcosa, pensando tra l'altro di gabbare i miei genitori, e del momento ...continuer

    Otto racconti, otto piccoli capolavori.
    Gli ultimi mi sono sembrati più leggeri, ironici e spensierati rispetto ai primi, che mi hanno fatto un effetto particolare.
    Mi ha ricordato quando da adolescente combinavo qualcosa, pensando tra l'altro di gabbare i miei genitori, e del momento in cui mi dicevano che dovevano parlarmi...
    Quindi il mio conseguente terrore di essere stata beccata a dire la bugia del momento, e di prendere una bella punizione. Cominciava a battermi forte il cuore, era una battere talmente forte che lo sentivo non solo nel petto ma anche nelle orecchie, nella testa.
    Mi sembrava talmente tanto forte quel battere che secondo me lo sentivano anche gli altri, oppure mi guardavano il petto e vedevano come se qualcuno tirasse dei forti calci dall'interno.
    Ad un certo punto diventava un battere ovattato, come se fossi sotto acqua, e sentissi il rumore provenire dal fondo ancora più fondo e un'onda si propagasse.
    Poi magari i miei genitori mi dicevano una cosa qualsiasi di poco conto e l'adrenalina mi scendeva nella punta dei piedi come se dall'alto qualcuno rovesciasse un secchio di acqua fredda.
    Ecco questa è stata la sensazione dei primi racconti.

    dit le 

  • 5

    Ebbene...

    ... questo 2013 mi ha regalato un'altra bellissima collezione di racconti e la scoperta di un autore che rientra pienamente nel mio gusto...


    Otto racconti di donne e della loro ricerca della felicità, dovessi scegliere il preferito devo dire che farei fatica... Mi son piaciuti proprio tutt ...continuer

    ... questo 2013 mi ha regalato un'altra bellissima collezione di racconti e la scoperta di un autore che rientra pienamente nel mio gusto...

    Otto racconti di donne e della loro ricerca della felicità, dovessi scegliere il preferito devo dire che farei fatica... Mi son piaciuti proprio tutti!

    In ogni racconto le protagoniste sono piu' che definite, direi scolpite e in ciascun racconto c'e' un pizzico di mistero... quel che basta per intrigare il lettore...

    Lo stile è semplice ma dotato di grazia e di eleganza... con un gusto un po' retro'.

    Degna di nota la dedica che riporto: "... questi mazzi di fiori che partono alla ricerca di un cuore e non trovano che un vaso"

    dit le 

Sorting by
Sorting by