Oggetto quasi

Voto medio di 383
| 53 contributi totali di cui 50 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Nell'immaginario di José Saramago gli oggetti si distraggono spesso dalle lorofunzioni di oggetti per assumere un'indipendenza pericolosa, come può esserlola fantasia. In "Sedia" la protagonista principale è appunto la sedia occupatada una ... Continua
Ha scritto il 16/10/16
Lo spazio tra le cose
Quanto è bello l’immaginifico mondo di Saramago e come è bello sprofondarci dentro, come nella sedia del primo racconto, il rallenty di una sedia che di disfa metafora della fine della dittatura Salazarista. Gli oggetti si disfanno o si ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 15/09/16
"Il certo è molto meglio, soprattutto quando l'incerto lo si è aspettato a lungo."
Solo a una mente geniale e superiore come quella di Saramago poteva venire in mente di dare vita propria alla sedia che ha causato la morte di Salazar, o descrivere i sogni e i desideri dell'"ultimo" dei centauri!!!
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 28/01/16
LA COSCIENZA DEGLI OGGETTI
LETTO IN EBOOK --- A volte i premi nobel mi deludono, ma non José Saramago. La sua creatività, fantasia, eleganza e raffinatezza si colgono persino in un’opera minore come la piccola raccolta di racconti surreali “Oggetto quasi”.Il primo ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/12/15
Così è Saramago. Grande.
"...I vasi sanguigni che le ossa del cranio credevano di proteggere, e scriviamo proprio credevano nel suo significato corretto, perchè sarebbe sembrato brutto che delle ossa così vicine al cervello non fossero state in grado di compiere, per ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 23/11/15
bellissimi racconti con atmosfere surreali ed inquietanti

Ha scritto il Sep 01, 2014, 19:54
"Adesso bisogna ricostruire tutto".
E una donna aggiunse:
"Non c'era altro da fare, visto che le cose eravamo noi. Gli uomini non saranno mai più rimessi al posto delle cose".
Pag. 111
Ha scritto il Aug 10, 2010, 21:55
Lui sollevò la mano libera e tutto il suo corpo tracciò il gesto di una parola che non si udì.
Pag. 115
Ha scritto il Aug 10, 2010, 21:54
E fu così che giunse a valle, come se il viaggio facesse parte del sogno che non aveva fatto mentre dormiva.
Pag. 109

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi