Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ogni goccia di sangue

Di

Editore: timeCRIME

3.9
(103)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 518 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Olandese , Tedesco , Francese

Isbn-10: 8866880043 | Isbn-13: 9788866880042 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Annalisa Biasci

Disponibile anche come: eBook , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Ogni goccia di sangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Se ne sta lì, in piedi davan ti alla porta, coperta di sangue. È la vittima di un crimine? O ne è l’autrice?Joseph O’Loughlin è uno psicologo criminale che collabora con la polizia di Bristol, un mestiere che riesce a gestire visto che ‘il signor Parkinson’, come lo chiama lui, non lo ha ancora costretto a ritirarsi. A complicare ancora di più le cose ci si mettono la recente separazione dalla moglie e un rapporto difficile con la figlia più grande. Per Joe non è un gran momento; solo il lavoro, al quale si aggrappa con le poche forze rimaste, è la sua unica ancora di salvezza. Una sera Sienna, la migliore amica della figlia di Joe, si presenta alla porta di casa O’Loughlin. La ragazza è coperta di sangue; non apre bocca, è pallida, rigida, una statua di sale. Poco dopo il cadavere del padre di Sienna, Ray Hegarty, viene ritrovato dalla polizia: giace a faccia in giù accanto al letto della figlia. O’Loughlin comincia a investigare per proprio conto, ma ogni passo lo conduce verso un ginepraio in cui si cospira perché regni il silenzio, la menzogna, perché certe verità fanno male: e allora è meglio insabbiare, corrompere, trovare un capro espiatorio che paghi per gli errori di tutti. Ispirato a una storia vera, Ogni goccia di sangue conferma il talento cristallino di Robotham, consacrandolo definitivamente come uno dei più autorevoli protagonisti della scena del crime internazionale.e ne sta lì, in piedi davanti alla porta, coperta di sangue. È la vittima di un crimine? O ne è l’autrice?Joseph O’Loughlin è uno psicologo criminale che collabora con la polizia di Bristol, un mestiere che riesce a gestire visto che ‘il signor Parkinson’, come lo chiama lui, non lo ha ancora costretto a ritirarsi. A complicare ancora di più le cose ci si mettono la recente separazione dalla moglie e un rapporto difficile con la figlia più grande. Per Joe non è un gran momento; solo il lavoro, al quale si aggrappa con le poche forze rimaste, è la sua unica ancora di salvezza. Una sera Sienna, la migliore amica della figlia di Joe, si presenta alla porta di casa O’Loughlin. La ragazza è coperta di sangue; non apre bocca, è pallida, rigida, una statua di sale. Poco dopo il cadavere del padre di Sienna, Ray Hegarty, viene ritrovato dalla polizia: giace a faccia in giù accanto al letto della figlia. O’Loughlin comincia a investigare per proprio conto, ma ogni passo lo conduce verso un ginepraio in cui si cospira perché regni il silenzio, la menzogna, perché certe verità fanno male: e allora è meglio insabbiare, corrompere, trovare un capro espiatorio che paghi per gli errori di tutti. Ispirato a una storia vera, Ogni goccia di sangue conferma il talento cristallino di Robotham, consacrandolo definitivamente come uno dei più autorevoli protagonisti della scena del crime internazionale.
Ordina per
  • 3

    Sospensione della suspense

    Caro Stephen (King), ho preso questo dallo scaffale in biblioteca attratta dalla tua dichiarazione appioppata in copertina, che Robotham sarebbe un maestro della suspense. Forse in altre opere, non so ...continua

    Caro Stephen (King), ho preso questo dallo scaffale in biblioteca attratta dalla tua dichiarazione appioppata in copertina, che Robotham sarebbe un maestro della suspense. Forse in altre opere, non so. Questo romanzo invece per me manca proprio clamorosamente di suspense. Cioè, malgrado l'intreccio ricco di eventi e colpi di scena, non c'è quella tensione narrativa che ti tiene inchiodato; ho trovato particolarmente carenti le scene d'azione. Non essendoci granché a redimere questa mollezza, (il protagonista è piacevole, il cattivo non male, ma gli altri personaggi non sono certo memorabili; stessa cosa per dialoghi, ambientazione, stile...), non l'ho trovato un buon thriller.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi è piaciuto, non è niente di particolare, ma è un buon thriller e leggerò sicuramente altro di questo autore. E' scritto bene, ottimo l'intreccio, capacità di tenere alto l'interesse del lettore, in ...continua

    Mi è piaciuto, non è niente di particolare, ma è un buon thriller e leggerò sicuramente altro di questo autore. E' scritto bene, ottimo l'intreccio, capacità di tenere alto l'interesse del lettore, interessanti considerazioni sulla vita, sulla famiglia, sugli adolescenti, e un bel finale in piena regola, forse un po' troppa carne al fuoco, ma ripeto, godibilissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Senza dubbio un ottimo thriller,Robotham si conferma un ottimo narratore e il personaggio di O'Loughlin è uno di quelli che ti restano dentro,ma questa volta ho trovato la vicenda e la conseguente ste ...continua

    Senza dubbio un ottimo thriller,Robotham si conferma un ottimo narratore e il personaggio di O'Loughlin è uno di quelli che ti restano dentro,ma questa volta ho trovato la vicenda e la conseguente stesura poco incisiva e priva del solito ritmo.

    ha scritto il 

  • 3

    Tutti mentono, ogni giorno, ogni ora, svegli, addormentati, nel sogno, nella gioia e nel dolore. Se si tiene a freno la lingua, mentiranno le mani, i piedi, gli occhi, l' atteggiamento.

    Scorrevole e c ...continua

    Tutti mentono, ogni giorno, ogni ora, svegli, addormentati, nel sogno, nella gioia e nel dolore. Se si tiene a freno la lingua, mentiranno le mani, i piedi, gli occhi, l' atteggiamento.

    Scorrevole e con i giusti colpi di scena.
    Non avevo capito chi fosse l' assassino fino alle ultime pagine, e questo, secondo me, è indispensabile per la riuscita di un thriller.
    Joe mi piace, mi piacciono i suioi modi di fare non sempre ortodossi, le sue contraddizioni, il suo essere imperfetto.
    Ruiz, poi, l' ho adorato: nonostante sia un clichè (l' ex poliziotto dall' aspetto burbero, ma dal cuore tenero), la sua presenza è rassicurante e ci strappa più di un sorriso.
    E' il primo romanzo dell' autore che leggo, sicuramente mi procurerò gli altri.

    ha scritto il 

  • 3

    Piacevole ma non eccezionale

    Scorrevole e piacevole, ma non mi ha appassionato nel modo in cui mi sarei aspettata essendo "Ogni goccia di sangue" il sequel di "Il Manipolatore".
    Si dice che ogni buon libro dovrebbe contenere un e ...continua

    Scorrevole e piacevole, ma non mi ha appassionato nel modo in cui mi sarei aspettata essendo "Ogni goccia di sangue" il sequel di "Il Manipolatore".
    Si dice che ogni buon libro dovrebbe contenere un elemento, anche minimo, per cui valga la pena leggerlo, perchè è in quel piccolo dettaglio che si trova il valore dell'intera opera. E' ciò che che fa la differenza, che renda quella storia unica. E in questo caso dov'è?? Io non l'ho trovato. Mi sembra un romanzo scritto bene ma senza carattere. Tanti clichè, troppe coincidenze. Finale abbastanza (non troppo) a sorpresa, ma temo che nel lettore non lasci il segno.

    ha scritto il