Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Oh, che splendore la mia vita

Di

Editore: Mondadori - Strade Blu

3.3
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 624 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804566787 | Isbn-13: 9788804566786 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Biography

Ti piace Oh, che splendore la mia vita?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"In principio eravamo felici. Ed eravamo sempre eccessivi. Quindi, in principio eravamo felici all'eccesso." Così comincia il viaggio alla scoperta della vita incredibile e frenetica di Sean Wilsey, che si trova nella non facile situazione di essere il figlio unico della più strana, ricca e grandiosa delle famiglie. La mamma di Sean è una bionda atomica che tiene il salotto più pazzesco degli anni Settanta: per lei è del tutto normale avere come ospiti nel suo favoloso superattico di marmo e di vetro stelle del cinema e Pantere Nere che con le loro vicende ora scabrose, ora terribili, si contendono la ribalta. Il padre, tanto danaroso quanto enigmatico, non esita a portare il figlio in giro in elicottero su San Francisco per impartirgli alcune bizzarre lezioni di vita. Questo terzetto vive apparentemente felice come sospeso "a duecentocinquanta metri d'altezza nel cielo di San Francisco; in un appartamento in cima a un palazzo in cima a un'altura: pieno di luce e di voci, di finestre e d'acqua, di ponti e di colline". Ma quando Sean compie nove anni il suo mondo va in pezzi: il padre divorzia per sposare la migliore amica della moglie. La madre prima propone disinvoltamente al figlio di suicidarsi insieme a lei, poi decide che la cosa migliore da farsi è riempire le sue valigie Vuitton per cominciare un vorticoso giro del pianeta. Il suo obiettivo: la pace nel mondo. E così il giovane Sean si trova a incontrare in rapida successione personaggi come Indira Gandhi, Helmut Kohl, Menahem Begin e il papa, che la sua fantasia di ragazzino in crisi vorrebbe diventassero suoi amici, in grado di convincere il padre a ritornare con la madre. Invece la situazione continua a precipitare, finché, dopo aver abbandonato ben cinque scuole, Sean approda in Italia a un istituto molto particolare che è anche una comunità terapeutica, dove vive un'esperienza dalla quale uscirà trasformato. Oh, che splendore la mia vita è un caleidoscopico inseguirsi di luoghi, cose, persone, emozioni: sesso, Russia, elicotteri, skinhead, skateboard, guerra nucleare, masturbazione, solitudine e - come c'era da sperare - salvezza finale.
Ordina per
  • 1

    Be brave

    To read this book you have to be... Brave! It is the story of the author's life but it is so boring and, sometimes, absurd that is really difficult to conclude it. In my edition, on the cover you can find a little review that present the book as the most fun ever read... Maybe they have read anot ...continua

    To read this book you have to be... Brave! It is the story of the author's life but it is so boring and, sometimes, absurd that is really difficult to conclude it. In my edition, on the cover you can find a little review that present the book as the most fun ever read... Maybe they have read another book!

    ha scritto il 

  • 4

    Beh, insomma, è consolante leggere che c'è chi ha avuto una famiglia più complicata della mia!
    A me è piaciuto, ma sono un'amante delle autobiografie; devo ammettere che in alcuni momenti la narrazione si inceppa e scatta la noia profonda. Con qualche taglio opportuno avrebbe potuto essere ...continua

    Beh, insomma, è consolante leggere che c'è chi ha avuto una famiglia più complicata della mia!
    A me è piaciuto, ma sono un'amante delle autobiografie; devo ammettere che in alcuni momenti la narrazione si inceppa e scatta la noia profonda. Con qualche taglio opportuno avrebbe potuto essere migliore.

    ha scritto il 

  • 3

    In effetti è molto, molto, troppo prolisso. E' ironico, per le prime duecento pagine è anche divertente, però tratteggia un mondo che francamente non trovo particolarmente interessanti. I personaggi si dividono fra gli scialbi senza sentimenti e gli psicopatici. Sì insomma, non lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 5

    Questo libro non è esilarante come riporta il commento in copertina di Dave Eggers. E' una storia tragica, scritta con un cinismo indifeso. Un giovane vita spesa e sperperata nel desiderio di ricevere approvazione da parte di due genitori distratti e malati di egocentrismo. L'autodistruzione, per ...continua

    Questo libro non è esilarante come riporta il commento in copertina di Dave Eggers. E' una storia tragica, scritta con un cinismo indifeso. Un giovane vita spesa e sperperata nel desiderio di ricevere approvazione da parte di due genitori distratti e malati di egocentrismo. L'autodistruzione, per il desiderio del protagonista di destare attenzione, di essere salvato, risulta nella storia quasi ineluttabile. la redenzione un caso fortunato.

    ha scritto il 

  • 0

    mammamia! non finisce più!
    in effetti c'è ironia, il gusto di curiosare in quest'infanzia miliardaria vippissima e infelice ma.. arrivata a pagina 250 calcolo che me mancano ancora poco meno di 400!!! qualche risatina più o meno amara in qua e in là, qualche spunto per ritenere la mia infan ...continua

    mammamia! non finisce più!
    in effetti c'è ironia, il gusto di curiosare in quest'infanzia miliardaria vippissima e infelice ma.. arrivata a pagina 250 calcolo che me mancano ancora poco meno di 400!!! qualche risatina più o meno amara in qua e in là, qualche spunto per ritenere la mia infanzia "povera ma bella" e poi?
    Insomma a me pare un libro inutile.
    Poi guardo la foto a tutta pagina in quarta di copertina e mi pare tutto torni: vuota e smagliante.

    ha scritto il