Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Omega lo Sconosciuto vol. 2

Come topi in un labirinto

Di ,

Editore: Panini Comics - Marvel Italia

4.0
(28)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8865893265 | Isbn-13: 9788865893265 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Omega lo Sconosciuto vol. 2?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Si conclude la travolgente avventura di Omega lo sconosciuto, scritta dal romanziere Jonathan Lethem. Dopo che Lethem nel suo capolavoro, La fortezza della solitudine, parla di Omega Lo sconosciuto la Marvel gli affida una miniserie di questo psichedelico personaggio anni ’70, un vero e proprio culto! La storia di un supereroe extraterrestre e del ragazzo terrestre con cui condivide uno strano destino.
Ordina per
  • 4

    Non so dire se dopo questo volume Omega rimanga uno Sconosciuto... di certo, le vicende che lo hanno visto protagonista sono atipiche, controverse e miscelate di cultura pop e psichedelia.
    E' una lettura che non può lasciar indifferenti, quantomeno per l'originalità del prodotto e per la sua spe ...continua

    Non so dire se dopo questo volume Omega rimanga uno Sconosciuto... di certo, le vicende che lo hanno visto protagonista sono atipiche, controverse e miscelate di cultura pop e psichedelia. E' una lettura che non può lasciar indifferenti, quantomeno per l'originalità del prodotto e per la sua sperimentalità che si differenzia da qualsiasi altro prodotto Marvel degli ultimi anni. Vorrei davvero vedere Lethem all'opera con altre opere fumettistiche, perché il risultato è unico e sorprendente.

    ha scritto il 

  • 4

    Un fumetto culto degli anni '70 rivisitato da un romanziere di spessore come Lethem. Il tutto frullando pop, surrealismo, psicadelia e universo Marvel, per un risultato più che soddisfacente. Da leggere e rileggere l'ultimo capitolo.


    Recensione http://opinionista.noblogs.org/post/2011/12/2 ...continua

    Un fumetto culto degli anni '70 rivisitato da un romanziere di spessore come Lethem. Il tutto frullando pop, surrealismo, psicadelia e universo Marvel, per un risultato più che soddisfacente. Da leggere e rileggere l'ultimo capitolo.

    Recensione http://opinionista.noblogs.org/post/2011/12/29/fumetti-di-fine-anno/

    ha scritto il 

  • 4

    come ha scritto un mio amico(Simone Rastelli) uno sconosciuto in casa Marvel. una storia allucinata e grottesca che riprende un misconosciuto personaggio Marvel creato da Steve Gerber. Ci lamentiamo sempre che manca l'originalità..beh questo è originale++

    ha scritto il 

  • 0

    RECENSIONE SU LOSPAZIOBIANCO.IT

    Non si tratta di una semplice rivisitazione, ma piuttosto della resa di quello che la serie originale avrebbe potuto essere, se le scelte editoriali del tempo non ne avessero incanalato, diluito e drenato gli spunti più affascinanti e inquietanti.
    CONTINUA SU: http://www.lospaziobianco.it/42053- ...continua

    Non si tratta di una semplice rivisitazione, ma piuttosto della resa di quello che la serie originale avrebbe potuto essere, se le scelte editoriali del tempo non ne avessero incanalato, diluito e drenato gli spunti più affascinanti e inquietanti. CONTINUA SU: http://www.lospaziobianco.it/42053-omega-sconosciuto-universo-marvel-gerber-lethem-dalrymple

    ha scritto il 

  • 4

    Con questo secondo volume si conclude la miniserie di Jonathan Lethem, scrittore di cui ancora non ho letto nulla ma che nella rilettura del personaggio di "Omega" alla fine non se l'è cavata male: tante idee, tanti personaggi interessanti, sceneggiatura a mio parere troppo condensata (forse ris ...continua

    Con questo secondo volume si conclude la miniserie di Jonathan Lethem, scrittore di cui ancora non ho letto nulla ma che nella rilettura del personaggio di "Omega" alla fine non se l'è cavata male: tante idee, tanti personaggi interessanti, sceneggiatura a mio parere troppo condensata (forse rispecchia il suo stile di scrittura, non lo so). Nel primo volume si fa un po' fatica a entrare nel ritmo e nel modo di scrivere di Lethem, poi invece la lettura inizia a diventare interessante. Tre stellette e mezzo, potendo.

    ha scritto il