Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Omnibus

Esterno notte - S. - La Mia Vita Disegnata Male

Di

Editore: Coconino Press - Fandango

4.4
(166)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 367 | Formato: Paperback

Isbn-10: 887618127X | Isbn-13: 9788876181276 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Omnibus?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    bello! i racconti: alcuni buonissimi altri no, S. e LMVRM: sono veramente 'tosti'; i disegni non riescono a piacermi, ma insieme al testo (pessima calligrafia) riescono bene e le storie sono davvere belle!

    ha scritto il 

  • 5

    Molto bello.

    Ogni tanto ho dei pregiudizi infondati che mi impediscono "ad istinto" di fruire di certe opere, siano essi libri, film o altro. A volte - non spesso come vorrei, però... - vengo smentito, ed alcuni dei libri e film che più mi piacciono sono stati coinvolti in questo processo. Quando, dopo uno sf ...continua

    Ogni tanto ho dei pregiudizi infondati che mi impediscono "ad istinto" di fruire di certe opere, siano essi libri, film o altro. A volte - non spesso come vorrei, però... - vengo smentito, ed alcuni dei libri e film che più mi piacciono sono stati coinvolti in questo processo. Quando, dopo uno sforzo causato dalla suddetta preconcetta repulsione, ho finalmente ingranato nella lettura di quest'opera me ne sono innamorato. Storie differenti e differenti stili di disegno, ma al centro di tutto la vita e le esperienze, spesso negative, che ci può riservare. Consigliato anche per il prezzo veramente competitivo.

    ha scritto il 

  • 4

    Penalizzato dal formato

    É indubbiamente un bel libro pieno di storie emozionanti raccontate benissimo, ma purtroppo lo stile particolare di Gipi viene penalizzato dal formato: per risparmiare e conoscerlo come autore è un compromesso accettabile, però la voglia di vedere le tavole in tutto il loro splendore, a fine lett ...continua

    É indubbiamente un bel libro pieno di storie emozionanti raccontate benissimo, ma purtroppo lo stile particolare di Gipi viene penalizzato dal formato: per risparmiare e conoscerlo come autore è un compromesso accettabile, però la voglia di vedere le tavole in tutto il loro splendore, a fine lettura, è tanta. É uno sfizio che vale davvero la pena di togliersi.

    ha scritto il 

  • 4

    Il formato piccolo penalizza un po' i bellissimi disegni di Gipi, soprattutto in Esterno Notte, ma visto l'ottimo prezzo e la qualità del contenuto è un difetto più che sopportabile. Assolutamente consigliato come primo approccio con questo autore. La Mia Vita Disegnata Male è davvero straordinar ...continua

    Il formato piccolo penalizza un po' i bellissimi disegni di Gipi, soprattutto in Esterno Notte, ma visto l'ottimo prezzo e la qualità del contenuto è un difetto più che sopportabile. Assolutamente consigliato come primo approccio con questo autore. La Mia Vita Disegnata Male è davvero straordinario.

    ha scritto il 

  • 4

    Raccolta da avere per chi vuole avvicinarsi ad uno dei (pochissimi oggi come oggi) fumettisti italiani più originali e particolari, probabilmente non solo nel panorama italiano.
    Un omnibus che raccoglie tre diverse esperienze di disegno, storie e di vita. Non amo particolarmente il racconto autob ...continua

    Raccolta da avere per chi vuole avvicinarsi ad uno dei (pochissimi oggi come oggi) fumettisti italiani più originali e particolari, probabilmente non solo nel panorama italiano. Un omnibus che raccoglie tre diverse esperienze di disegno, storie e di vita. Non amo particolarmente il racconto autobiografico cosi esplicitamente esibito a meno che non sia Fellini a farlo al cinema, un mio limite. Ma nonostante questo ho apprezzato moltissimo LMVDM. Andiamo con ordine però:

    Esterno notte: la mia preferita. Lo stile è grezzo come sempre con questo autore nel disegno, qui sta la sua bellezza, oltre che nei colori notturni. Sei racconti calibrati benissimo per lunghezza ed esposizione, sperimentali tutti a loro modo anche nei testi oltre che nelle tecniche di disegno. Svettano "Via degli oleandri", "La storia di Faccia" e "Muttererde". "Via degli oleandri" poi è quella gemma che non ti aspetti: brevissima, un tocco d'artista ad illustrare in modo dolorosa la perdita dell'innocenza che noi, paradossalmente, non vedremo perché la storia finisce proprio quando questa sta per compiersi. C'è un aria malsana, un brivido potente in quelle poche pagine e in quei pochi disegni che fa intuire che qualcosa di maligno sta per accadere. Storia autobiografica come quasi tutte quelle di Gipi ma anche la più "ossessiva" della sua vita, un trauma vissuto che ritorna anche in LMVDM quasi a completare questa. Cinque stelle.

    S: la tendenza di Gipi che non mi piace molto nelle graphic novel è quella di disperdersi in continuazione raccontando di tutto, perdendo il filo del discorso e ritrovandolo in un gioco a flashback e salti in avanti tanto voluto quanto ora affascinante, ora poco attraente. In S., una sentita dedica al padre, si nota soprattutto questo ma si resta comunque affascinati dai colori, dalle storie di vita vissuta, dalle parole. Quattro stelle.

    La mia vita disegnata male: Gipi si mette a nudo, completamente, senza pudore. Con ironia e senza "abbellimenti" di sorta: la sua vita disegnata male, ovvero nell'unico modo possibile. Una fiera grottesca di sensi di colpa, disagi esistenziali e autoanalisi che riesce a non fare mai a meno dell'ironia, ed è questo a renderlo sempre molto bello. Particolari gli intermezzi colorati e "ben disegnati" con il pirata che campeggia in copertina dell'omnibus: Gipi disegna bene, col suo tratto sporco, grezzo, infantile, quasi amatoriale. Ma in realtà molto ben ponderato. Quattro stelle.

    E dopo "L'ultimo terrestre" al cinema, un film d'esordio come regista che fa ben sperare vista l'originalità anche in quel caso, direi ci troviamo di fronte ad un'artista eclettico che anche se non è facile da amare per i suoi lati spigolosi merita sicuramente di essere più conosciuto. Non lasciatevi scappare questa edizione con un ottimo rapporto qualità/prezzo: formato piccolino che non infastidisce più di tanto, carta non proprio eccezionale ma un ottimo punto di partenza per conoscere Pacinotti.

    ha scritto il 

  • 5

    I testi. I testi che scrive quest'uomo sono pura poesia.
    Le tinte fosche di Esterno notte, storie condensate in poche pagine, scintille di vita vissuta (il discorso di Faccia alla guardia giurata un non so che di Tarantiniano che mi garba non poco).
    S. è la più bella dedica che un figlio possa ma ...continua

    I testi. I testi che scrive quest'uomo sono pura poesia. Le tinte fosche di Esterno notte, storie condensate in poche pagine, scintille di vita vissuta (il discorso di Faccia alla guardia giurata un non so che di Tarantiniano che mi garba non poco). S. è la più bella dedica che un figlio possa mai fare ad un padre. E poi LMVDM, una delle cose più folgoranti che abbia mai letto... Ho scoperto un nuovo grande artista, è italiano e si chiama Gian Alfonso Pacinotti, in arte Gipi.

    ha scritto il 

Ordina per