On The Road

Pé na Estrada

Por

Editor: Brasiliense

3.7
(12978)

Language: Português | Number of Páginas: 380 | Format: Mass Market Paperback | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , Spanish , Chi traditional , Chi simplified , French , German , Italian , Swedish , Catalan , Dutch , Polish , Czech , Japanese

Isbn-10: 8525413208 | Isbn-13: 9788525413208 | Data de publicação:  | Edition 3

Também disponível como: Softcover and Stapled , Others

Category: Biography , Fiction & Literature , Travel

Do you like On The Road ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Sal Paradise é o narrador de On the road - pé na estrada. Ele vive com sua tia em New Jersey, Estados Unidos, enquanto tenta escrever um livro. Ele é inteligente, carismático e tem muitos amigos. Até que em Nova York ele conhece um charmoso e alucinante andarilho de Denver de personalidade magnética chamado Dean Moriarty. Dean é cinco anos mais novo que Sal, mas compartilha o seu amor por literatura e jazz, e a ânsia de correr o mundo. Tornam-se amigos e, juntos, atravessam os Estados Unidos, deparando-se com os mais variados tipos de pessoas, numa jornada que é tanto uma viagem pelo interior de um país quanto uma viagem de auto-conhecimento - de uma geração assim como dos personagens.
Sorting by
  • 3

    Sulla strada

    Cos'è quella sensazione che si prova quando ci si allontana in macchina dalle persone e le si vede recedere nella pianura fino a diventare macchioline e disperdersi? - è il mondo troppo grande che ci ...continuar

    Cos'è quella sensazione che si prova quando ci si allontana in macchina dalle persone e le si vede recedere nella pianura fino a diventare macchioline e disperdersi? - è il mondo troppo grande che ci sovrasta, è l'addio. Ma intanto ci si proietta in avanti verso una nuova folle avventura sotto il cielo.

    dito em 

  • 2

    Ho tenuto duro fino alla fine solo per l'ottimo gusto che Keruoac ha nello scrivere. La trama, nonostante sia un classico della beat generation, mi ha in parte annoiata. Trovo il personaggio di De ...continuar

    Ho tenuto duro fino alla fine solo per l'ottimo gusto che Keruoac ha nello scrivere. La trama, nonostante sia un classico della beat generation, mi ha in parte annoiata. Trovo il personaggio di Dean veramente irritante e ingiustamente scusato e perdonato. le descrizioni in compenso sono splendide.

    dito em 

  • 2

    SARÒ TROPPO BORGHESE...

    Proprio non mi è piaciuto.

    Quello proposto non è certo un positivo stile di vita, lo trovo piuttosto squallido e molto deprimente. L'autore non è assolutamente riuscito a trasmettermi nessun fascino ...continuar

    Proprio non mi è piaciuto.

    Quello proposto non è certo un positivo stile di vita, lo trovo piuttosto squallido e molto deprimente. L'autore non è assolutamente riuscito a trasmettermi nessun fascino per quella manciata d'anni trascorsi più che altro a sprecar tempo...

    dito em 

  • 5

    Uno dei libri imperdibili del XX secolo

    Capolavoro assoluto. Il lirismo onirico e la lucidità psichedelica di certi passaggi, soprattutto quando è presente il mitico Dean Moriarty, lasciano una traccia profonda nella mente e nel cuore del l ...continuar

    Capolavoro assoluto. Il lirismo onirico e la lucidità psichedelica di certi passaggi, soprattutto quando è presente il mitico Dean Moriarty, lasciano una traccia profonda nella mente e nel cuore del lettore.

    dito em 

  • 5

    Dean Moriarty, ormai me lo vedo davanti agli occhi: seduto al volante di un'auto, a torso nudo, il viso ossuto e lo sguardo fisso davanti... oppure quando dice "Yass, yass"... il santo idiota.
    Nota be ...continuar

    Dean Moriarty, ormai me lo vedo davanti agli occhi: seduto al volante di un'auto, a torso nudo, il viso ossuto e lo sguardo fisso davanti... oppure quando dice "Yass, yass"... il santo idiota.
    Nota bene: avevo iniziato a leggerlo nell'edizione mostrata, quella della collana di Repubblica; tuttavia ho trovato alcune espressioni o frasi molto curiose (es. "peperoni ardenti", "succhiarsi il palmo") e ne ho cercato la versione in originale, e lì quelle frasi volevano dire altro... per cui sono passato a leggerlo in versione originale. La traduzione di Repubblica è la prima fatta per Mondadori, che però ne ha rifatta una nel 2000, se ricordo bene.

    dito em 

  • 5

    il mio libro preferito

    le descrizioni nelle pagine ti fanno entrare in quel mondo beat, sembra di sentire il caldo del Messico o il freddo attraversando le montagne. Lo rileggo almeno una volta all'anno.

    dito em 

Sorting by
Sorting by