Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

On the Beach

By

Publisher: Vintage

4.0
(82)

Language:English | Number of Pages: 320 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Japanese , Italian , Danish , Spanish , Dutch , Polish

Isbn-10: 0099530252 | Isbn-13: 9780099530251 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , School & Library Binding , Audio Cassette , Library Binding , Others , eBook , Audio CD

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like On the Beach ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
After the war is over, a radioactive cloud begins to sweep southwards on the winds, gradually poisoning everything in its path. An American submarine captain is among the survivors left sheltering in Australia, preparing with the locals for the inevitable. Despite his memories of his wife, he becomes close to a young woman struggling to accept the harsh realities of their situation. Then a faint Morse code signal is picked up, transmitting from the United States and the submarine must set sail through the bleak ocean to search for signs of life. "On the Beach" is Nevil Shute's most powerful novel. Both gripping and intensely moving, its impact is unforgettable.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    0

    Immaginate il mondo dopo la Terza guerra mondiale. Una guerra durata solo 37 giorni, ma che bastano ampiamente per distruggere tre quarti del nostro pianeta. All'altro quarto non rimane che ...continue

    Immaginate il mondo dopo la Terza guerra mondiale. Una guerra durata solo 37 giorni, ma che bastano ampiamente per distruggere tre quarti del nostro pianeta. All'altro quarto non rimane che aspettare: la nube radiattiva sta avanzando, e popolazione, scienziati e militari sono impotenti. Non resta che prepararsi al peggio, anche se neonati e amori in boccio non si meriterebbero una fine tale... All'approssimarsi della nube tossica si può solo ovviare all'agonia dei terribili sintomi prendendo una pillola, distribuita da ciò che rimane dello Stato, che anticipi e renda lieve la fine. Ingiustamente dimenticato, questo libro potente, disilluso, disincantato non è mai stato così attuale: (per fortuna?) il Vaticano è tra i paesi ormai distrutti, altrimenti cosa avrebbe pensato di questo dilagare dell'eutanasia?

    said on 

  • 4

    Un libro post-apocalittico che tratta l'argomento della fine del mondo in silenzio, come silenziose e impalpabili sono le radiazioni che inevitabilmente andranno ad estinguere il genere umano. ...continue

    Un libro post-apocalittico che tratta l'argomento della fine del mondo in silenzio, come silenziose e impalpabili sono le radiazioni che inevitabilmente andranno ad estinguere il genere umano. Nonostante si confermi sempre con le narrazioni intrecciate dei protagonisti,la certezza di ciò che si sta compiendo, si ha sempre la speranza, o meglio, la paradossale incertezza che invece prima o poi qualcosa cambi le sorti di questa storia. Solo nelle ultime battute , esattamente al pari dei personaggi del libro, si comprende e si accetta ormai disincantati la concretezza della fine ineluttabile di tutto.

    said on 

  • 5

    Uno dei 50 libri da portare sull'isola deserta (senza riferimenti al libro). Inquietante e ipnotico nella sua amara crudezza. Da vedere assolutamente, pure il film con Gregory Peck. Credetemi, ...continue

    Uno dei 50 libri da portare sull'isola deserta (senza riferimenti al libro). Inquietante e ipnotico nella sua amara crudezza. Da vedere assolutamente, pure il film con Gregory Peck. Credetemi, l'atmosfera che crea la lettura di questo libro è unica.

    said on 

  • 5

    Ci si può sentire bene dopo aver letto una simile storia? Sembra proprio di sì. A libro chiuso non c'è disperazione, nè speranza, ma una serenità che non so spiegare. Comprato ad una bancarella ...continue

    Ci si può sentire bene dopo aver letto una simile storia? Sembra proprio di sì. A libro chiuso non c'è disperazione, nè speranza, ma una serenità che non so spiegare. Comprato ad una bancarella di libri usati, all'interno, come segnalibro, c'era una foto di gente che balla ridendo. Sembra fatto apposta.

    said on 

  • 5

    Agghiacciante, nauseante - ma soprattutto disarmante - nella sua estrema eleganza, L'Ultima Spiaggia è un romanzo meraviglioso quanto terribile che dipinge la peggior situazione possibile: ...continue

    Agghiacciante, nauseante - ma soprattutto disarmante - nella sua estrema eleganza, L'Ultima Spiaggia è un romanzo meraviglioso quanto terribile che dipinge la peggior situazione possibile: l'estinzione della razza umana in seguito a un conflitto nucleare. Non c'è azione. Azione sensata, quanto meno. Non c'è speranza, quella vera; qualche illusione, e comunque poche. C'è solo l'inesorabile fine, sempre più vicina, inconcepibile, inaccettabile - ma presente e incombente. A rendere l'opera vincente è l'incredibile semplicità e sobrietà con cui l'autore riesce a narrare l'orrore estremo dell'apocalisse, senza per questo renderla meno terribile - tutt'altro. Brillante anche l'intelligenza della ricostruzione, non solo sul piano tecnico, ma anche su quello fanta-strategico; una condanna alla proliferazione nucleare, in cui a far paura non sono certo le grandi potenze - ma gli stati-canaglia. Un messaggio fortissimo, che andrebbe riscoperto in questi anni a tratti incerti. L'Ultima Spiaggia è forse il libro più terribile che abbia mai letto, ma è almeno altrettanto affascinante. Tutti dovrebbero leggerlo. I capi di stato mondiali dovrebbero averne una copia sempre poggiata sul comodino.

    said on 

  • 3

    Racconto fantascientifico post apocalisse nucleare. Sono rimastri superstiti in Australia e su un sottomarino Americano. Il romanzo affronta la certezza, in chi è sopravvissuto, di avere una vita "a ...continue

    Racconto fantascientifico post apocalisse nucleare. Sono rimastri superstiti in Australia e su un sottomarino Americano. Il romanzo affronta la certezza, in chi è sopravvissuto, di avere una vita "a termine" e come vari personaggi affrontano quest'ultima estate. L'equipaggio del sottomarino deciderà di rientrare negli Stati Uniti per verificare l'effettiva scomparsa degli abitanti e affrontare la propria morte a casa. No happy end.

    said on 

  • 5

    Presentazione di una delle infinite possibilità riguardanti l'autodistruzione dell'uomo. Si sente un leggero retrogusto di Tolkien che ne giustifica l'attrazione.

    said on 

  • 0

    sta sul mio comodino da un numero imbarazzante di anni, io invecchio, lui ingiallisce, e non lo leggo, sebbene molte persone mi dicano sia un bel romanzo. lo metto qua su anobi così forse mi ricordo ...continue

    sta sul mio comodino da un numero imbarazzante di anni, io invecchio, lui ingiallisce, e non lo leggo, sebbene molte persone mi dicano sia un bel romanzo. lo metto qua su anobi così forse mi ricordo di leggerlo.

    ^_^

    said on