Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Open

An Autobiography

By

Publisher: HarperCollins Publishers

4.3
(4167)

Language:English | Number of Pages: 400 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Chi traditional , Italian , Dutch , French , Spanish

Isbn-10: 0007281439 | Isbn-13: 9780007281435 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook , Others , Audio CD

Category: Biography , Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure

Do you like Open ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
He is one of the most beloved athletes in history and one of the most gifted men ever to step onto a tennis court - but from early childhood Andre Agassi hated the game. Coaxed to swing a racket while still in the crib, forced to hit hundreds of balls a day while still in grade school, Agassi resented the constant pressure even as he drove himself to become a prodigy, an inner conflict that would define him. Now, in his beautiful, haunting autobiography, Agassi tells the story of a life framed by such conflicts. Agassi makes us feel his panic as an undersized seven-year-old in Las Vegas, practicing all day under the obsessive gaze of his violent father. We see him at thirteen, banished to a Florida tennis camp. Lonely, scared, a ninth-grade dropout, he rebels in ways that will soon make him a 1980s icon. By the time he turns pro at sixteen, his new look promises to change tennis forever, as does his lightning fast return. And yet, despite his raw talent, he struggles early on. We feel his confusion as he loses to the world's best, his greater confusion as he starts to win.
After stumbling in three Grand Slam finals, Agassi shocks the world, and himself, by capturing the 1992 Wimbledon. Overnight he becomes a fan favorite and a media target. Agassi brings a near-photographic memory to every pivotal match, and every public relationship. Alongside vivid portraits of rivals, Agassi gives unstinting accounts of his brief time with Barbra Streisand and his doomed marriage to Brooke Shields. He reveals the depression that shatters his confidence, and the mistake that nearly costs him everything. Finally, he recounts his spectacular resurrection and his march to become the oldest man ever ranked number one. In clear, taut prose, Agassi evokes his loyal brother, his wise coach, his gentle trainer, all the people who help him regain his balance and find love at last with Stefanie Graf. With its breakneck tempo and raw candor, Open will be read and cherished for years. A treat for ardent fans, it will also captivate readers who know nothing about tennis. Like Agassi's game, it sets a new standard for grace, style, speed and power.
Sorting by
  • 4

    Un ragazzo, un uomo

    Un vero racconto di formazione di un ragazzino che non conosce infanzia, giochi, spensieratezza, scelte, un rapporto "normale" con i suoi genitori (quale rapporto lo è?) e che brucia le tappe e anche ...continue

    Un vero racconto di formazione di un ragazzino che non conosce infanzia, giochi, spensieratezza, scelte, un rapporto "normale" con i suoi genitori (quale rapporto lo è?) e che brucia le tappe e anche un po' se stesso a nome di una cosa che odia. Bello, tenero, duro e assolutamente reale. Ho in passato ammirato lo sportivo, mi sono incuriosita del personaggio oggi mi sembra di aver conosciuto un po' di più l'uomo.

    said on 

  • 4

    Talento - volontà - fiducia - perseveranza - strategia

    Una storia che ogni atleta (o aspirante atleta) dovrebbe conoscere. Nessuno sa mai abbastanza quanti sacrifici comporta una vittoria. Spesso ci fermiamo all'apparenza delle persone, a ciò che si vede, ...continue

    Una storia che ogni atleta (o aspirante atleta) dovrebbe conoscere. Nessuno sa mai abbastanza quanti sacrifici comporta una vittoria. Spesso ci fermiamo all'apparenza delle persone, a ciò che si vede, all'aspetto più superficiale e visibile. Il dietro le quinte? La storia che resta nell'ombra? E' ciò che resta invisibile agli occhi dell'osservatore esterno (e agli obiettivi fotografici) che spesso rende umano il personaggio, che ci rende CHI siamo.

    said on 

  • 3

    Letto da: Laura.

    Agassi e' sempre stato un personaggio che mi e' piaciuto, anche se spesso e' stato molto criticato per il suo comportamento.
    Leggere la sua storia, scritta con onesta' e limpidezza, m ...continue

    Letto da: Laura.

    Agassi e' sempre stato un personaggio che mi e' piaciuto, anche se spesso e' stato molto criticato per il suo comportamento.
    Leggere la sua storia, scritta con onesta' e limpidezza, mi ha aiutato a capire che "L'immagine NON e' tutto".
    Agassi, cosi' come altri tennisti famosi o in generale altri personaggi famosi, ha avuto sicuramente una vita agiata e privilegiata grazie alla fama e ai soldi guadagnati, ma come tutti noi ha dovuto cercare, e anche quasi giustificare al mondo, il senso della sua vita.
    Sono contenta che l'abbia trovato. Allez Agassi!!!

    said on 

  • 4

    Un eroe molto umano.
    Un racconto schietto, divertente, avvincente, un po' ruffiano, piacevole.
    Scritto bene, non direi: nelle ultime dieci pagine ti trovi davanti dieci righe che ti fan pensare ad un ...continue

    Un eroe molto umano.
    Un racconto schietto, divertente, avvincente, un po' ruffiano, piacevole.
    Scritto bene, non direi: nelle ultime dieci pagine ti trovi davanti dieci righe che ti fan pensare ad un deja vu , invece son le stesse identiche di pagina 33 (ctrl C - ctrl V) inoltre i congiuntivi sono come 'I Babilonesi' ne La vita è bella di Benigni, tutti morti.
    Ma è bello. Me lo sono bevuto. Mi sono esaltata a parlarne con chi di Agassi è stato fan e ne ha seguito la carriera.
    Comprendo il successo del libro e mi fa piacere ne abbia avuto tanto perchè, se quello che ci ha raccontato non son tutte fregnacce, come quelle che raccontava ai giornalisti, immagino possa aver investito i proventi anche per aiutare gli altri.
    Perchè alla fine dei giochi Agassi, è un buon cristo, uno cui volere bene.

    said on 

  • 5

    Come un missile

    Avevo sempre provato un misto di invidia e riluttanza per chi pratica sport a livello agonistico: pensavo come sarebbe incredibile avere una passione così forte da investirci una vita è come sarebbe l ...continue

    Avevo sempre provato un misto di invidia e riluttanza per chi pratica sport a livello agonistico: pensavo come sarebbe incredibile avere una passione così forte da investirci una vita è come sarebbe limitante, in egual misura, investirci la vita intera. Questo libro è una rivelazione: scritto in un modo che ti vien voglia di divorarlo e poi speri che non finisca mai, mi ha impressionato per come, descrivendo centinaia di match nella vita di Agassi ,non mi abbia annoiato una sola volta. É come se ora volessi appassionarsi al tennis anche se so che non lo farò mai. É la conferma ulteriore che quando la gente pensa che hai tutto in realtà non Sa che il tutto, per ognuno di noi, é molto relativo. Ma anche che la tenacia nell'inseguire la propria gioia personale é l'unica cosa a portarci davvero in alto.

    said on 

  • 4

    Mi piace(va) seguire il tennis (quando era fruibile in tv in chiaro), ma francamente non ho mai amato Agassi, soprattutto per i suoi atteggiamenti che mi sembravano da tipico americano viziato. Questa ...continue

    Mi piace(va) seguire il tennis (quando era fruibile in tv in chiaro), ma francamente non ho mai amato Agassi, soprattutto per i suoi atteggiamenti che mi sembravano da tipico americano viziato. Questa biografia mi ha fatto ricredere, in quanto emerge un personaggio che ha avuto un'infanzia "negata" e una carriera costellata da problemi fisici e psicologici. Un solitario, nonostante le apparenze, ed un uomo che ha sempre odiato il tennis. E comunque, un grandissimo campione.

    said on 

Sorting by