Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Opere e giorni

Testo greco a fronte

Di

Editore: Garzanti Libri

4.0
(37)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 81 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8811363233 | Isbn-13: 9788811363231 | Data di pubblicazione:  | Edizione 4

Genere: Fiction & Literature , Da consultazione

Ti piace Opere e giorni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Esiodo, il più antico scrittore di cui si abbiano notizie storiche, trascorsela vita nel podere lasciatogli dal padre in Beozia, trovando proprio nellavoro la principale ispirazione per la sua vocazione di poeta. "Opere egiorni", infatti, è un poemetto didascalico che raccoglie norme perl'agricoltura e la navigazione e tratta i problemi della convivenza e dellavera giustizia. È dunque una ricchissima fonte di informazioni sullecondizioni di vita nella Grecia arcaica, ma è soprattutto un "poema suldestino dell'uomo", perché attraverso miti, favole e insegnamenti Esiododimostra il fondamento etico e religioso del lavoro, unico strumento cheriscatta l'uomo dalla condizione ferma e gli permette di vivere dignitosamentein armonia con il cielo.
Ordina per
  • 4

    La prassi scolastica (perlomeno la mia prassi scolastica) dedica poco spazio ad Esiodo, tutto a scapito dell’immenso Omero, in buona parte credo per formazione scolastica ed universitaria (è lo stesso motivo per cui non so nulla di Pindaro – ricordo chiaramente che la mia professoressa del liceo ...continua

    La prassi scolastica (perlomeno la mia prassi scolastica) dedica poco spazio ad Esiodo, tutto a scapito dell’immenso Omero, in buona parte credo per formazione scolastica ed universitaria (è lo stesso motivo per cui non so nulla di Pindaro – ricordo chiaramente che la mia professoressa del liceo diceva che Pindaro è troppo importante per farlo male, cosa che la portò a non farlo piuttosto che a farlo bene – in compenso ci fece leggere Levi-Strauss che non so perché ero convinto fosse stato marito di Marylin Monroe, vabbé).

    (continua qua: http://cheremone.wordpress.com/2012/01/01/giorno-sacro-e-il-primo/ )

    ha scritto il