Opium

Voto medio di 366
| 39 contributi totali di cui 32 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Inghilterra, 1838. Charles Stowe, figlio di un ricco mercante, parte perl'Estremo Oriente alla ricerca del tè più delicato. Nelle Indie scopriràl'esistenza del misterioso tè bianco, il cui commercio è nelle manidell'altrettanto misterioso Lu Chen. ...Continua
Ha scritto il 23/08/15
cerchi il tè... e trovi l'oppio!
Sebbene abbia l'aspetto fisico di un romanzo, si tratta in realtà di un racconto, a cui riconosco la qualità di esser scritto discretamente e di coinvolgere fin da subito il lettore. Fermine è una specie di versione transalpina di Baricco (ma ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 23/08/14
discreto
Non è brutto ma si puo fare a meno di leggerlo
Ha scritto il 20/05/14
Come sempre Fermine mette in poche pagine il suo sapiente stile narrativo che, in questo caso, ti fa sentire i profumi e i sapori della Cina di metà ‘800. Rispetto ad altri libri di Fermine questo è forse più sognante e distaccato dalla ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 08/02/13
Non è certo un romanzo all'altezza di Neve o del Violino Nero ma è altrettanto fluido e misterioso. Questa storia ci porta in Oriente, per farci conoscere l'antica via del tè che si intreccia con quella più viziosa dell'oppio. Anche qui ci sono ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 16/11/12
Da così così a bello anobii non ci da una via di mezzo. E la via di mezzo sarebbe piacevole. Ecco questo romanzo è piacevole.

Ha scritto il Apr 10, 2012, 18:17
Il suo viaggio sul fiume proibito l'aveva condotto dalla dolcezza verde del tè alla nera tenebra dell'oppio. E gli aveva fatto capire che la vita è l'oppio di cui non ci si stanca mai.
Ha scritto il Apr 10, 2012, 18:16
Stowe sapeva bene che le promesse più belle, anche se finiscono per diventare polvere di memoria, non superano mai la clessidra del tempo.
Ha scritto il Apr 10, 2012, 18:15
Poi, con un gesto intriso di tristezza, poggiò il capo sulla sua spalla. Una sensazione leggera, e dolce, come sentirsi addosso il fremito d'ali di una farfalla.
Ha scritto il Apr 10, 2012, 17:48
L'oppio è una cosa al tempo stesso dolcissima e terribile. Un po' come l'amore.
Ha scritto il Jan 21, 2010, 18:58
Peraltro Charles Stowe non aveva alcun motivo di rimpianto. Il suo viaggio sul fiume proibito l'aveva condotto dalla dolcezza verde del tè alla nera tenebra dell'oppio. E gli aveva fatto capire che la vita è l'oppio di cui non ci si stanca mai.
Pag. 173

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi