Orgoglio e pregiudizio

Di

Editore: Newton & Compton (Biblioteca Economica Newton)

4.4
(23667)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Portoghese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Svedese , Russo , Ceco , Catalano , Greco , Giapponese , Croato , Ungherese , Polacco , Coreano , Galego

Isbn-10: 8881832917 | Isbn-13: 9788881832910 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Riccardo Reim

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Altri , Cofanetto , Rilegato in pelle , Audiocassetta , CD audio , eBook , Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Rosa

Ti piace Orgoglio e pregiudizio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Un grande classico

    E' un romanzo incantevole! Jane Austen riesce a catturare il lettore già dalle prime pagine e ci si ritrova catapultati immediatamente in quell'atmosfera, si riesce a scorgere la bella campagna ingles ...continua

    E' un romanzo incantevole! Jane Austen riesce a catturare il lettore già dalle prime pagine e ci si ritrova catapultati immediatamente in quell'atmosfera, si riesce a scorgere la bella campagna inglese. Non si può non rimanere affascinati da Elizabeth e da mr Darcy, da come il loro scontro si trasformi gradualmente in altro. Incantevole anche la descrizione di Pemberley, la tenuta di mr Darcy, chi non vorrebbe vivere là? Non mancano scene divertenti, ironia graffiante tipica della Austen, personaggi opportunisti e detestabili, ceti sociali diversi.
    Se siete amanti del lieto fine, se amate l'ironia e il romanticismo, la scrittura frizzante e mai banale, questo è il libro che fa per voi. E' un grande classico, capolavoro assoluto della Austen. Nel corso degli anni, l'ho riletto più e più volte e non mi stanca mai.

    ha scritto il 

  • 0

    Il pregiudizio a cui si accenna nel titolo è probabilmente il sentimento con cui inizialmente mi sono approcciata a questo libro, confesso infatti di averlo inizialmente bollato come harmony. Le prime ...continua

    Il pregiudizio a cui si accenna nel titolo è probabilmente il sentimento con cui inizialmente mi sono approcciata a questo libro, confesso infatti di averlo inizialmente bollato come harmony. Le prime cento pagine le ho infatti trovate
    piuttosto pesanti, in quanto non succede praticamente nulla di rilevante, e ciò mi ha ricordato perché qualche anno fa io l'abbia mollato senza troppi rimorsi. Superato quell' ostacolo la storia ha iniziato però a prendere una piega più coinvolgente, sebbene il mio interesse si sia mosso tra alti e bassi in maniera incostante.
    In particolare mi è piaciuta l'ironia lampante di Jane Austen e la sua capacità di procurare l'orticaria attraverso personaggi come là signora Bennet o il signor Collins, di cui a fatica si digerisce il comportamento, proprio come succede alla protagonista Elizabeth. Merita una menzione un personaggio così fuori dagli schemi sociali imposti, similmente alla Jane Eyre della Brontë.

    La storia non manca infine di riflessioni e riconosco di essermi sbagliata etichettandolo. Consigliato a chi cerca una lettura leggera ma non banale.

    ha scritto il 

  • 5

    Divenuto in assoluto dal primo momento il mio romanzo preferito! Nessuna critica, solo pregi.
    Il modo brillante in cui la Austen riesca a descrivere i pregiudizi e le ipocrisie dell'Inghilterra dell'O ...continua

    Divenuto in assoluto dal primo momento il mio romanzo preferito! Nessuna critica, solo pregi.
    Il modo brillante in cui la Austen riesca a descrivere i pregiudizi e le ipocrisie dell'Inghilterra dell'Ottocento è semplicemente magnifico!
    I personaggi, con i loro diversi e interessanti caratteri, rendono il libro vivace e frizzante, e ti trasportano completamente nel loro modo.
    Inutile dire che mi abbia totalmente ammaliato il fascino raffinato di Mr Darcy!
    Già non vedo l'ora di rileggerlo !

    ha scritto il 

  • 2

    Personalmente non mi è piaciuto.
    Vuoi per il linguaggio arcaico usato, per la trama, per le reazioni dei personaggio o per il loro modo di esprimersi e interagire.
    Ho valutato tutto: epoca, usi, costu ...continua

    Personalmente non mi è piaciuto.
    Vuoi per il linguaggio arcaico usato, per la trama, per le reazioni dei personaggio o per il loro modo di esprimersi e interagire.
    Ho valutato tutto: epoca, usi, costumi, necessità, la diversità nella visione del matrimonio..
    Resta il fatto che l'ho trovato una semplice accozzaglia di chiacchiericci e sparlazzare.
    Capisco che un matrimonio di un certo tipo fosse un'esigenza e che il significato di tale istituzione fosse completamente diverso da quello di oggi (anche se, purtroppo, non è sempre così). Capisco che l'autrice ha voluto raccontare una storia in modo leggero e divertente, che ha di proposito (probabilmente. Spero!) narrato solo le conversazioni e i pensieri frivoli dei personaggi tralasciando tutto un eventuale contorno di altri eventi.
    E capisco anche che la povera Elizabeth fosse un outsider nel voler sposarsi per amore..
    Resta il fatto che io le ho trovate, le sorelle, la madre e le altre donne, tutte delle cretine. Il padre, proprio all'inizio, ci avvisa che le sue coinquiline sono cretine, e io ho pensato: ma che cattivo a dire così! Andando avanti ho deciso che, non solo aveva ragione, ma che era anche quasi l'unico personaggio meritevole.
    Lui e il buon Mr Darcy sono gli unici che si salvano.
    Questo non vuol dire che Darcy mi sia apparso così figo come tutti dicono. Anzi. L'ho trovato un uomo retto e intelligente che spiccava tra lascemità circostante. Ma nulla di più. E il suo riscatto, la sua rivalutazione è solo apparente. Lui infatti non aveva fatto nulla per meritarsi la nomea di antipatico, insopportabile ecc.. Semplicemente non conosceva nessuno e non trovava nulla da dire ai perfetti idioti tra cui si è trovato. Sono LORO che l'hanno dipinto come un bastardo! Per poi accorgersi che era una brava persona.

    Avevo grandi aspettative, forse. Ho cercato in tutti i modi di farmelo piacere ma niente.
    Noioso, insulso, inutile, frivolo e chi più ne ha più ne metta.

    Trovo però coraggioso e in qualche modo innovativo lo spirito dell'autrice che racconta uno spaccato del suo tempo e che si è lanciata in un genere che oggi invade le librerie e quindi si merita 2* e non zero, quantità che averi dato se fosse stato scritto oggi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    小情小愛的世界

    不知道是不是譯文的關係,每讀完一個章節,我就想打瞌睡,讀起來好不暢快,直到劇情後半段才開始好轉。對我來說,一本好看的小說應該要是敘景、述事、寫人三者兼俱,讓讀者在閱讀時可以有些材料來建構一個世界,比方說眼前的森林是荗密還是稀疏?房子是什麼顏色?主角穿著什麼樣的衣服?,但這本書的特色是沒有敘景,少量述事,幾乎都在描寫人物,讓我看得很不習慣,有種像是世界建構到一半時,發現沒有天空,或是在一個擬真的世界 ...continua

    不知道是不是譯文的關係,每讀完一個章節,我就想打瞌睡,讀起來好不暢快,直到劇情後半段才開始好轉。對我來說,一本好看的小說應該要是敘景、述事、寫人三者兼俱,讓讀者在閱讀時可以有些材料來建構一個世界,比方說眼前的森林是荗密還是稀疏?房子是什麼顏色?主角穿著什麼樣的衣服?,但這本書的特色是沒有敘景,少量述事,幾乎都在描寫人物,讓我看得很不習慣,有種像是世界建構到一半時,發現沒有天空,或是在一個擬真的世界裡,人物卻是8 bits的感覺。

    書中描寫的是17、18世紀中產階級的日常生活,書裡面沒有戰爭或是家族內鬥等等的場面,有的只是兩三戶人家閒聊八掛和消磨時光的戲碼,他們不時參加舞會或是到鄰家串門子,說說某家公子哥兒的趣聞,但也許是太平淡了,我讀起來沒有什麼帶入感,做為一部愛情小說,它的確將愛情的成份發揮到的極緻,一本300頁的小說裡就有四條愛情線,但通篇都在說愛,總讓我覺得少了點什麼。

    撇開這些不談,作者珍.奧斯汀在人物刻劃確實有獨到之處。傲慢與偏見,對應著達西與莉琪兩人,雙方於舞會初見時就結下樑子,達西不可一世和瞧不起人的態度,讓莉琪對他著實產生不了好感,但達西本質其實不壞,只是在那樣的家庭背景和教育下,讓他無形中散發一種輕視別人的態度。而莉琪,一位飽讀詩書,頗有主見的新時代女姓,讓達西今後無論做什麼事情都不入她的眼,以致於後來的諸多誤解和偏見。

    但劇情一到轉折處,達西意識到自己的情感後,以及莉琪發現自己的偏見讓她完全誤達西時,那份轉變和掙扎都描寫得極為出色。我尤其喜歡他們兩個敞開心胸促膝長談的橋段,雖然達西依舊傲慢,但對莉琪卻多了一份小心。另外,寇林斯向莉斯求婚時,班奈特先生對莉琪說的話也是妙趣橫生,這段幽默的話,除了表明對女兒莉琪的支持外,也算是對自己庸俗妻子的一種反擊吧。

    這本完成於200多年前的小說,至今仍然被奉為愛情小說的經之作,雖然敘事方式己經不符潮流,但我們若坐時光機回到那個年代,光是能寫出這樣一位勇敢追愛的女性,也算是一種驚世駭俗的突破了。

    ha scritto il 

  • 5

    Rileggo la recensione che avevo fatto anni fa, allora è proprio vero che l'avevo letto e nn mi era piaciuto! Mi chiedo perché? Forse per il lieto fine che in genere mi fa scadere un pò la storia, fors ...continua

    Rileggo la recensione che avevo fatto anni fa, allora è proprio vero che l'avevo letto e nn mi era piaciuto! Mi chiedo perché? Forse per il lieto fine che in genere mi fa scadere un pò la storia, forse semplicemente perché nn era il libro giusto per quel particolare momento della mia vita...A distanza di anni l'ho riletto e divorato in pochi giorni, l'ho trovato spassoso, arguto, scritto magistralmente e ho finalmente subito il fascino del tanto osannato Darcy!

    ha scritto il 

  • 1

    La noia nella sua espressione più elevata

    Non mi sono mai annoiato così tanto leggendo un libro. Davvero!
    Non metto in dubbio che sia uno splendito spaccato della vita e della società dei secoli scorsi, ma la voglia di entrare in quella vicen ...continua

    Non mi sono mai annoiato così tanto leggendo un libro. Davvero!
    Non metto in dubbio che sia uno splendito spaccato della vita e della società dei secoli scorsi, ma la voglia di entrare in quella vicenda e mitragliare di schiaffi un po' tutti non è mai stata così forte.
    Per fortuna che c'era il signor Bennet, un uomo con una infinita pazienza e con quel tocco di umorismo del "massì, son ragazzi e chi se ne frega di cosa pensa la gente" che risolleva tutto.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per