Orgoglio e preveggenza

o: Una verità universalmente riconosciuta

Di

Editore: TEA

3.4
(541)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 291 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8850212801 | Isbn-13: 9788850212804 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Zabini

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Rosa

Ti piace Orgoglio e preveggenza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di unsolido patrimonio debba essere in cerca di moglie." Ed è una verità cui non sisottrae Mr. Frederick Parrish, ricco e affascinante gentiluomo americano, chesta per convolare a nozze con Caroline Bingley. Un'atmosfera di festa avvolgei fidanzati e il matrimonio pare suggellare la promessa di una vita serena efelice. Ma presto la gioia s'incrina e la coppia è turbata da una serie distrani episodi: fenomeni di sonnambulismo, cavalli imbizzarriti senza unaragione, uno spaventoso incendio e misteriosi incidenti. Qualcuno staperseguitando i Parrish, ma la pericolosità della situazione pare sfuggire atutti. A tutti tranne a Elizabeth e Darcy, amici della giovane donna eanch'essi sposi novelli, che mettono da parte i progetti per la luna di mieleper aiutare Caroline.
Ordina per
  • 0

    Orgoglio e preveggenza

    Premetto di non essere una grande fan di Jane Austen. Ho letto giusto giusto un paio di romanzi (Orgoglio e pregiudizio e Ragione e sentimento); mi affascinano le atmosfere dell'epoca, ma niente di pi ...continua

    Premetto di non essere una grande fan di Jane Austen. Ho letto giusto giusto un paio di romanzi (Orgoglio e pregiudizio e Ragione e sentimento); mi affascinano le atmosfere dell'epoca, ma niente di più. Per questo quando ho iniziato la lettura di Orgoglio e Preveggenza ero abbastanza riluttante. Tuttavia strada facendo ho dovuto ricredermi, nel complesso non mi è dispiaciuto affatto. Si tratta di una sorta di seguito di Orgoglio e pregiudizio, che prende l'avvio dal matrimonio delle sorelle Bennet, Elizabeth e Jane, coi rispettivi Mr Darcy e Mr Bingley. Purtroppo il clima idilliaco di questo giorno di festa è destinato a dissolversi presto. Iniziano infatti a verificarsi strani episodi dapprima apparentemente innocui poi sempre più pericolosi ai quali nessuno sa dare una spiegazione. Le tinte del romanzo iniziano così a farsi gotiche e misteriose (e questo mi è piaciuto...più nelle mie corde). Un incidente in carrozza, un incendio nella notte e addirittura un omicidio: cosa c'è dietro a tutto questo? La curiosa e intelligente Elizabeth non può restare di certo passiva davanti a tali eventi; così insieme al novello sposo inizia la sua indagine privata che tra razionale e soprannaturale porterà alla soluzione del mistero. A parte il finale che con un cambio di stile mi ha dato l'impressione di leggere un giallo moderno, per il resto del romanzo l'autrice riesce a restare vicina allo stile della Austen. I personaggi ben caratterizzati non si distoscano troppo dall'originale (vedi la generosità di Jane o l'invadenza di Mrs Bennet) così come i dialoghi e le ambientazioni. Forse quel tocco di esoterismo che mi ha fatto apprezzare la lettura avrebbe fatto rabbrividire Jane Austen o forse si sarebbe divertita anche lei, chi lo sa. A me per ora è rimasto un pizzico di voglia a leggere qualche altro romanzo dell'originale. Si accettano consigli..

    ha scritto il 

  • 3

    Meglio rimanere sul pezzo

    Inizialmente avevo ritrovato con piacere le mie vecchie conoscenze tra le frecciatine pungenti di una ancora savia Caroline, l'anestetizzato Mr Hurst, la verve di Elizabeth, le gaffe di Mrs Bennet, ma ...continua

    Inizialmente avevo ritrovato con piacere le mie vecchie conoscenze tra le frecciatine pungenti di una ancora savia Caroline, l'anestetizzato Mr Hurst, la verve di Elizabeth, le gaffe di Mrs Bennet, ma poi gli inserti sono diventati veramente troppi e le deviazioni dal sentiero originale cominciano ad appesantire il racconto che sembra intricarsi sempre di più solo per esigenze di copione. Riconosco che comunque la conoscenza di Jane Austen è approfondita ma ho il sentore che letto uno dei romanzi della serie, sia come averli letti tutti.

    ha scritto il 

  • 2

    Idea carina, ma libro mediocre

    L'idea di raccontare un ipotetico sequel del celeberrimo 'Orgoglio e pregiudizio', ma in versione thriller, è molto carina e intrigante.
    Peccato, però, che la magia del mondo della Austen non sia per ...continua

    L'idea di raccontare un ipotetico sequel del celeberrimo 'Orgoglio e pregiudizio', ma in versione thriller, è molto carina e intrigante.
    Peccato, però, che la magia del mondo della Austen non sia per nulla riproposto né nella caratterizzazione dei personaggi, né nei dialoghi, né nella trama o nella concatenazione degli eventi.
    Romanzo leggero e non impegnativo, surreale e improbabile, adatto solo ed esclusivamente per qualche ora di svago.

    ha scritto il 

  • 2

    una occasione mancata (per scrivere un buon libro)

    Ambientazione interessante ed accurata ricostruzione degli usi e dei costumi del quotidiano.
    Finalmente si avvia ad essere un buon giallo,MA poi senza alcuna ragione devia verso l'esoterico. Deviazion ...continua

    Ambientazione interessante ed accurata ricostruzione degli usi e dei costumi del quotidiano.
    Finalmente si avvia ad essere un buon giallo,MA poi senza alcuna ragione devia verso l'esoterico. Deviazione che non ho gradito affatto. E nemmeno la conclusione a mio avviso troppo scontata. Insomma parte bene,ma si perde.
    Avrei apprezzato enormemente se si fosse poi rivelato un trucco.
    Forse si vede tutta l'inesperienza dell'autrice alla sua prima opera,ma purtroppo la biblioteca ha solo questa e io non intento proseguire l'approfondimento a mie spese.

    ha scritto il 

  • 4

    Per gli amanti di Jane Austen...È uno dei più bei sequel che abbia letto... Trama ben costruita... Suspence... Mistero.. Paranormale...Sono impaziente di leggere gli altri 3 libri che spero siano altr ...continua

    Per gli amanti di Jane Austen...È uno dei più bei sequel che abbia letto... Trama ben costruita... Suspence... Mistero.. Paranormale...Sono impaziente di leggere gli altri 3 libri che spero siano altrettanto ben scritti... 4 stelle più che meritate..

    ha scritto il 

  • 5

    Parliamo di una serie di libri, tutti ambientati dopo gli avvenimenti di Orgoglio e pregiudizio, che appunto riprendono i personaggi della Austen e proseguono le loro avventure, trasformando i Darcy i ...continua

    Parliamo di una serie di libri, tutti ambientati dopo gli avvenimenti di Orgoglio e pregiudizio, che appunto riprendono i personaggi della Austen e proseguono le loro avventure, trasformando i Darcy in una coppia di curiosi investigatori.
    Alcuni di questi libri contengono anche del paranormale, seppur non tutti. Avevo già letto il secondo della serie ovvero "Sospetto e sentimento", che avevo trovato molto carino, anche perché lo stile dell'autrice è scorrevolissimo e piacevole, seppur il mistero su cui tutto ruotava lo avevo trovato abbastanza prevedibile e quindi avevo provato molta meno suspance all'idea di scoprire come sarebbe andata a finire.
    Questa volta, nonostante ad un certo punto io sia comunque riuscita a capire cosa effettivamente stesse succedendo, devo dire che la storia mi ha coinvolta molto di più! C'è anche stato un bel colpo di scena verso la fine, che proprio non mi aspettavo.
    La storia parte dal giorno in cui vengono celebrate le nozze dei Darcy e dei Bingley e quindi assistiamo alla festa e scopriamo subito che anche Caroline Bingley si è fidanzata, con un facoltoso americato di nome Parrish. La ragazza sfrutta il giorno più bello di Elizabeth e Jane per darsi un sacco di arie, mostrando il proprio anello di fidanzamento e dicendo a tutti che si sposerà la settimana successiva.
    Ovviamente questo infastidirà molto Elizabeth anche perchè sarà costretta a rimandare il suo installamento a Pemberley.
    Ad ogni modo, una volta celebrato il matrimonio di Caroline si susseguono una lunga serie di strani avvenimenti, mentre la ragazza sprofonda in una depressione inspiegabile ed è preda di quelli che appaiono come attacchi di sonnambulismo o comunque momenti di estraniazione dalla realtà a causa di non si sa bene quale razza di stress.
    Da questo momento in avanti i Bingley, i Darcy, i Parrish ed alcuni altri personaggi si troveranno a convivere a Netherfield, mentre Elizabeth si avvicinerà sempre di più al vero mistero che si cela dietro al cambiamento di Caroline!
    La lettura mi ha appassionata un sacco, tant'è che l'ho letto in quattro giorni praticamente, lo stile della Bebris come ho detto è davvero piacevole e mi sono divertita molto a vedere Elizabeth nei panni di investigatrice.
    Trovo che questa serie sia davvero deliziosa e proseguirò sicuramente con la lettura degli altri libri!

    ha scritto il 

  • 5

    Le donne ne sanno una più del diavolo.... シ

    Ottimamente scritto e ricco di suspance, questo libro ha tutti gli ingredienti a me più cari, è un mix perfetto tra romanticismo e noir. La Bebris è bravissima nel miscelare le storie che crea, è il s ...continua

    Ottimamente scritto e ricco di suspance, questo libro ha tutti gli ingredienti a me più cari, è un mix perfetto tra romanticismo e noir. La Bebris è bravissima nel miscelare le storie che crea, è il secondo libro che leggo di questa autrice e presto leggerò il terzo che possiedo. Consigliato a chi ha amato Orgoglio e pregiudizio della Austen. ^_____^

    ha scritto il 

  • 4

    Le indagini di Mr. e Mrs. Darcy, vol. 1

    Premettendo che i romanzi della Austen mi piacciono anche se non ne sono una fan scatenata e che "Orgoglio e pregiudizio" l'ho letto una sola volta anni fa e non me lo ricordo benissimo, questo seguit ...continua

    Premettendo che i romanzi della Austen mi piacciono anche se non ne sono una fan scatenata e che "Orgoglio e pregiudizio" l'ho letto una sola volta anni fa e non me lo ricordo benissimo, questo seguito alternativo di "Orgoglio e pregiudizio", che da il via a una serie in cui saranno protagonisti i coniugi Mr. e Mrs. Darcy, l'ho trovato parecchio convincente. Il mercato editoriale pubblica molte fiction che prendono spunto dai classici della letteratura e dai loro personaggi più amati e sono viste con molto scetticismo e giudicati duramente da ogni appassionato e purista, ma lasciando da parte ogni prevenzione si possono trovare romanzi validi che pur non potendo mai competere con l'originale sono comunque dei buoni libri.
    "Orgoglio e preveggenza" per me rientra in pieno nella categoria sopra descritta. La storia inizia proprio dove la Austen aveva messo la parola fine alla sua, ovvero dal matrimonio tra Darcy ed Elizabeth Bennet. Avevo paura che le ambientazioni e il linguaggio utilizzato dall'autrice non potesse minimamente ricreare le atmosfere austeniane ma mi sono dovuta ricredere perché la scrittura e le descrizioni di ambienti e personaggi sono assolutamente pertinenti e la sensazione è stata proprio quella di rituffarsi in tale epoca, tra i personaggi del libro originale. E' stata una lettura piacevolissima che è stata per me una vera rivelazione, dato che mi aspettavo davvero molto ma molto di peggio. Invece la Bebris scrive bene e sa tenere alta l'attenzione del lettore. La novità della storia, novità che non è stata accolta positivamente dalla maggior parte dei lettori, è che la trama prende una piega da romanzo giallo, con un pizzico di paranormale, e questo stride molto con la natura dei libri della Austen che non avrebbero mai trattato tali tematiche. Prendo atto che questa è stata una mossa azzardata e che in effetti il lettore rimane un po' spaesato da questo cambiamento, anche io ho avuto qualche perplessità ad accettarlo, soprattutto sul finale, ma bisogna altresì prendere atto che è una realtà universalmente riconosciuta che questo libro non è stato scritto da Jane Austen ed è quindi inutile angustiarsi e desiderare a tutti i costi che l'abbia scritto lei, (non è così!!!) e prima il lettore amante dei classici si arrenderà all'evidenza e prima riuscirà ad apprezzare questo libro che, ripeto, è davvero ben scritto e ben descritto, meglio di così un'autrice del nostro secolo non so cos'altro potrebbe fare.
    In definitiva per me il voto è il massimo per quando riguarda lo stile di scrittura e un po' meno per quanto riguarda la trama in generale, ma comunque sono soddisfattissima di averlo letto e leggerò certamente anche i seguiti di questa serie. Dirò di più... ho trovato carinissima la presenza di citazioni tratte da "Orgoglio e pregiudizio" all'inizio di ogni capitolo e mi è piaciuto così tanto ritrovare i personaggi del libro che grazie alla Bebris "Orgoglio e pregiudizio" mi è addirittura venuta voglia di rileggerlo!!!

    ha scritto il 

  • 5

    Ho letto questa colonna con il fiato sospeso e con la mano pronta ad afferrare il volume successivo.
    Riassumendo, sono stati dei libri avvincenti e travolgenti. Ho apprezzato la delicatezza della scri ...continua

    Ho letto questa colonna con il fiato sospeso e con la mano pronta ad afferrare il volume successivo.
    Riassumendo, sono stati dei libri avvincenti e travolgenti. Ho apprezzato la delicatezza della scrittrice dell'inserirsi tra i personaggi della Austen e ancora di più mi sono divertita a leggere degli sviluppi nelle vite dei coniugi Darcy.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Lontano anni luce dallo stile schietto e ironico di Jane Austen, Carrie Bebris riesce a coinvolgere il lettore in una storia che si svolge immediatamente dopo il matrimonio tra Elizabeth e Darcy. Sebb ...continua

    Lontano anni luce dallo stile schietto e ironico di Jane Austen, Carrie Bebris riesce a coinvolgere il lettore in una storia che si svolge immediatamente dopo il matrimonio tra Elizabeth e Darcy. Sebbene a volte i discorsi pungenti tra i due neosposi sembrano essere un po' forzati, la trama nel complesso risulta scorrevole, anche se risulta difficile immaginare i due protagonisti di Orgoglio e Pregiudizio coinvolti in una strana storia di cacciatori di dote, magia e misticismo.

    ha scritto il 

Ordina per