Orgullo y prejuicio y zombis

By ,,,

Publisher: Alberto Santos

3.0
(1579)

Language: Español | Number of Pages: 176 | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) English , Italian , Chi traditional , Chi simplified , Swedish , German , French , Portuguese , Dutch , Polish , Korean

Isbn-10: 8495070529 | Isbn-13: 9788495070524 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Paperback

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Orgullo y prejuicio y zombis ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Se la conoce como "la extraña plaga", y a sus desafortunadas víctimas se las llama "los innombrables" o "los abominables". Por toda Inglaterra los muertos se levantan de nuevo, y ahora incluso las hijas de las mejores familias inglesas deben dedicar su vida a perfeccionar las artes marciales. Elizabeth Bennet es una guerrera valiente cuya habilidad con la espada solo es equiparable a su agudo ingenio y afilada lengua. Pero deberá enfrentarse a su más formidable enemigo, el altivo, engreído y atractivo señor Darcy. Cuando los dos enamorados se encuentren en el salón de baile o en el campo de batalla, aprenderán que nada, ni siquiera las bandas de ninjas, las hordas de zombis caníbales o las tías que desaprueban su unión, podrán impedir el amor verdadero.
Sorting by
  • 5

    Sono rimasta sinceramente delusa da questo libro! Speravo in qualche cambiamento, invece è copiato anche nei dialoghi..il film PPZ invece mi è piaciuto molto!

    said on 

  • 1

    Un po' di Austen, un po' di zombies: un esperimento non riuscito

    Piccola premessa. Ho amato e riletto più volte il classico di Jane Austen, ma non mi considero una purista né del testo né dei personaggi. Anzi, nuovi apporti al testo o diverse opinioni riguardo al l ...continue

    Piccola premessa. Ho amato e riletto più volte il classico di Jane Austen, ma non mi considero una purista né del testo né dei personaggi. Anzi, nuovi apporti al testo o diverse opinioni riguardo al libro le leggo o le guardo, nel caso di film, sempre con piacere. Ma il signor Grahame-Smith non è proprio riuscito nell'intento che si era prefigurato. Innanzitutto, ha dichiarato di aver trovato il testo originale noioso e incredibilmente è riuscito a renderlo ancora più noioso. Non si tratta di amare o non amare il trash o gli zombies, ma del fatto che tutti gli episodi di combattimento sono inseriti a caso, vanno in carrozza o camminano e questi appaiono dal nulla. In più è poco chiara la stessa situazione dell'epidemia. Ovvero, c'è questa pestilenza che gira e questi fanno feste, balli?? Per di più molti personaggi sono stati resi ancora più odiosi dell'originale(Lady Catherine ne è un esempio), e molti altri sono l'opposto. Andiamo, Elizabeth è una pazza assassina per più di metà libro! O della povera Mrs Gardiner che tradisce il marito, sena nessuna logica.
    Mi dispiace dirlo, ma questo è proprio il classico esempio di esperimento non riuscito, l'autore ha voluto strafare aggiungendo quel tocco trash alla storia originale, evitando però di modificarla, dato che si è limitato a copiarla.

    said on 

  • 1

    Orgoglio e pregiudizio e NOIA!

    Premetto che non ho mai letto Orgoglio e pregiudizio della Austin, per quanto conoscessi la trama, tuttavia qui mi pare che l’autore abbia fatto un copia-incolla dell’originale aggiungendovi qua e là ...continue

    Premetto che non ho mai letto Orgoglio e pregiudizio della Austin, per quanto conoscessi la trama, tuttavia qui mi pare che l’autore abbia fatto un copia-incolla dell’originale aggiungendovi qua e là qualche termine e ben poche situazioni che ricordino l’oriente, dato che Elisabeth Bennet e le sue quattro sorelle sono state addestrate all’arte di uccidere in Cina, nonché di tanto in tanto qualche lontano rimando agli innominabili.

    Eh sì, qui i non-morti si chiamano innominabili (mi sembra quasi il Colui-che-non-deve-essere-nominato di Harry Potter), a questo punto vorrei tanto capire perché nelle storie di zombie questi ultimi non vengano mai chiamati col proprio maledettissimo nome: ZOMBIE!!! Un’altra cosa che vorrei capire è il motivo per cui in un romanzo che si intitola “Orgoglio e pregiudizio e zombie” non esistano situazioni tipiche del genere, ma solo, di tanto in tanto, qualche loro timido attacco contro qualche sfortunato cocchiere, solo per essere poi disintegrati dall’abilità di queste formidabili spadaccine che si divertono a massacrarli. Qui i disgraziati zombie non durano più di un secondo, più che un senso di minaccia suscitano una grande compassione…

    In definitiva sconsiglio la lettura a chi è appassionato al filone zombesco, dato che qui di zombie – così come in molti altri romanzi che si spacciano per tali – non ce n’è neppure l’ombra.

    said on 

  • 4

    Amo il capolavoro di Jane Austen, è tra i miei romanzi preferiti. Questo è Orgoglio e Pregiudizio calato alla perfezione in un contesto apocalittico pieno di zombie.
    Lo trovo meravigliosamente riuscit ...continue

    Amo il capolavoro di Jane Austen, è tra i miei romanzi preferiti. Questo è Orgoglio e Pregiudizio calato alla perfezione in un contesto apocalittico pieno di zombie.
    Lo trovo meravigliosamente riuscito! A tratti c'è qualche momento tirato per i capelli, ma non guasta l'atmosfera romantica e ironica originale, né la nuova tensione creata dai non morti.

    said on 

  • 4

    Divertente... una Jane Austen con un tocco di Horror, non scevra da humour, la vera e autentica arte di prendersi in giro e storpiare un classico senza distruggelo. Questo libro è assurdamente piacev ...continue

    Divertente... una Jane Austen con un tocco di Horror, non scevra da humour, la vera e autentica arte di prendersi in giro e storpiare un classico senza distruggelo. Questo libro è assurdamente piacevole, sorprendentemente pieno di buon senso, con una trama che si regge in piedi molto meglio dei corpi degli zombie in decomposizione, con le sorelle Bennet pronte ad essere delle autentiche guerriere. Consigliato come lettura senza impegno.

    said on 

  • 4

    Divertente... una Jane Austen con un tocco di Horror, non scevra da humour, la vera e autentica arte di prendersi in giro e storpiare un classico senza distruggelo. Questo libro è assurdamente piacev ...continue

    Divertente... una Jane Austen con un tocco di Horror, non scevra da humour, la vera e autentica arte di prendersi in giro e storpiare un classico senza distruggelo. Questo libro è assurdamente piacevole, sorprendentemente pieno di buon senso, con una trama che si regge in piedi molto meglio dei corpi degli zombie in decomposizione, con le sorelle Bennet pronte ad essere delle autentiche guerriere. Consigliato come lettura senza impegno.

    said on 

  • 3

    Una divertente rilettura del classico di Jane Austen che grazie al cielo non ha praticamente niente a che fare con l'omonimo film del 2016...

    said on 

  • 4

    L'amore ai tempi degli zombie...

    "E' cosa nota e universalmente riconosciuta che Orgoglio & Pregiudizio è un capolavoro e quindi sarà soggetto a trasportazioni cinematografiche e non solo... ed eccoci arrivati al punto in cui qualcu ...continue

    "E' cosa nota e universalmente riconosciuta che Orgoglio & Pregiudizio è un capolavoro e quindi sarà soggetto a trasportazioni cinematografiche e non solo... ed eccoci arrivati al punto in cui qualcuno ha l'idea (brillante lo ammetto) di "copiare" il libro di pari passo ma con un piccolo elemento novità... gli zombie! A chi verrebbe mai in mente di far diventare la nostra eroina una paladina della giustizia contro la lotta agli zombie? Lo ammetto non a me, ma il risultato è piacevole seppur eccessivamente caricaturale in alcuni punti e troppo fantasioso/schifoso in altri. Comunque non sono qui per criticare (altrimenti non l'avrei comprato) o per rileggere l'originale... quindi tutto sommato mi sono goduta la lettura!
    P.S. Caro Seth Grahame-Smith passino gli zombie ma ninja, addestramenti in Cina e Pemberley versione giapponese ti prego no.

    said on 

  • 3

    Incredibile prova di riscrittura creativa !
    Sembra un oltraggio alla grande Austin e invece si legge volentieri e si ride anche.
    E' infatti spassoso godersi gli imperturbabili Darcy e i borghesi Benne ...continue

    Incredibile prova di riscrittura creativa !
    Sembra un oltraggio alla grande Austin e invece si legge volentieri e si ride anche.
    E' infatti spassoso godersi gli imperturbabili Darcy e i borghesi Bennet che mantengono i loro ruoli originali e poi ogni tanto hanno dei comportamenti bizzarri, soprattutto Lizzy nelle vesti di spietata sterminatrice di zombi, assetata di sangue...

    said on 

Sorting by