Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Orgullo y prejuicio y zombis

By ,,,

Publisher: Alberto Santos

3.1
(1443)

Language:Español | Number of Pages: 176 | Format: Softcover and Stapled | In other languages: (other languages) English , Italian , Chi traditional , Chi simplified , Swedish , German , French , Portuguese , Dutch , Polish , Korean

Isbn-10: 8495070529 | Isbn-13: 9788495070524 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Paperback

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Orgullo y prejuicio y zombis ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Se la conoce como "la extraña plaga", y a sus desafortunadas víctimas se las llama "los innombrables" o "los abominables". Por toda Inglaterra los muertos se levantan de nuevo, y ahora incluso las hijas de las mejores familias inglesas deben dedicar su vida a perfeccionar las artes marciales. Elizabeth Bennet es una guerrera valiente cuya habilidad con la espada solo es equiparable a su agudo ingenio y afilada lengua. Pero deberá enfrentarse a su más formidable enemigo, el altivo, engreído y atractivo señor Darcy. Cuando los dos enamorados se encuentren en el salón de baile o en el campo de batalla, aprenderán que nada, ni siquiera las bandas de ninjas, las hordas de zombis caníbales o las tías que desaprueban su unión, podrán impedir el amor verdadero.
Sorting by
  • 2

    Ingannevole

    Carino e a tratti anche abbastanza divertente, ma niente di che. Ammetto di non aver mai letto interamente l'opera di Jane Austen (e non ho intenzione di farlo), ma la trama a grandi linee la conoscevo. La parola "zombie" mi ha ingannato, mi aspettavo sì la storia originale ma con un po' di movim ...continue

    Carino e a tratti anche abbastanza divertente, ma niente di che. Ammetto di non aver mai letto interamente l'opera di Jane Austen (e non ho intenzione di farlo), ma la trama a grandi linee la conoscevo. La parola "zombie" mi ha ingannato, mi aspettavo sì la storia originale ma con un po' di movimento in più, credevo avrei potuto assaporare scene un po' splatter, e invece mi son ritrovata tra le mani un libro abbastanza noioso in cui queste creaturine mezze vive e mezze morte compaiono sì e no una volta ogni cinque capitoli. È anche vero però, che non avendo letto "l'originale" non ho potuto comprendere bene su quali aspetti del romanzo si facesse ironia. L'unico punto che ho divorato è stato il finale, più per finire il libro che per vero interesse.

    said on 

  • 4

    Devo ammettere che mi è piaciuto. La storia delle sorelle Bennet in una Inghilterra invasa dagli zombie dà una ventata di novità ed eccentricità ad un già ottimo libro. Non gli do il massimo dei voti solamente perché questo remake è una riscrittura dell'originale con qualche aggiunta: la storia e ...continue

    Devo ammettere che mi è piaciuto. La storia delle sorelle Bennet in una Inghilterra invasa dagli zombie dà una ventata di novità ed eccentricità ad un già ottimo libro. Non gli do il massimo dei voti solamente perché questo remake è una riscrittura dell'originale con qualche aggiunta: la storia e gli avvenimenti sono assolutamente gli stessi. Non mancano comunque qualche colpo di scena (Charlotte e Whickham su tutti) e parecchie scene comiche. Molto godibile si legge che è un piacere.

    said on 

  • 2

    Personalmente ho trovato il libro un pò noioso, l'ho portato a termine con difficoltà; le descrizioni ed i dialoghi sono lenti e a volte con poco filo logico. E' stata carina l'idea di inserire degli zombi in un'opera così famosa però credo si sarebbe potuto fare in modo migliore o forse l'opera ...continue

    Personalmente ho trovato il libro un pò noioso, l'ho portato a termine con difficoltà; le descrizioni ed i dialoghi sono lenti e a volte con poco filo logico. E' stata carina l'idea di inserire degli zombi in un'opera così famosa però credo si sarebbe potuto fare in modo migliore o forse l'opera da distorcere scelta, è davvero troppo famosa quindi suona strana leggerla così modificata.

    said on 

  • 0

    Proprio come l'originale (tanto che Jane Austen è citata - un po' pretenziosamente - come coautrice). In aggiunta tanti ninja, arti marziali e zombie, che sono la moda del momento. Fa sorridere l'idea (che poi è il motivo per cui si compra un libro del genere), e alcune trovate sono divertenti, m ...continue

    Proprio come l'originale (tanto che Jane Austen è citata - un po' pretenziosamente - come coautrice). In aggiunta tanti ninja, arti marziali e zombie, che sono la moda del momento. Fa sorridere l'idea (che poi è il motivo per cui si compra un libro del genere), e alcune trovate sono divertenti, ma alla lunga diventa pretestuoso e un po' stanca. Qualcuno potrebbe definirlo un'operazione commerciale (ma non lo è ogni libro, in fondo?), altri un gioco letterario alla moda. Assolutamente sconsigliato ai puristi e alle persone senza senso dell'umorismo (che spesso sono la stessa cosa).

    said on 

  • 1

    Da cultrice di "orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen mi sono sentita attratta dal binomio che poteva nascere tra due mondi da noi così lontani ed estranei come quello pre-vittoriano e quello degli zombie. Pensavo avrei trovato l'ironia tipica del libro come filo conduttore della storia e l'asso ...continue

    Da cultrice di "orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen mi sono sentita attratta dal binomio che poteva nascere tra due mondi da noi così lontani ed estranei come quello pre-vittoriano e quello degli zombie. Pensavo avrei trovato l'ironia tipica del libro come filo conduttore della storia e l'associazione tra quel mondo così formale ed i morti viventi immediata conseguenza di un tentativo di controllo sulla società. Ma quello che ho trovato è stata una banale ed alquanto infantile infarcitura, in un libro del quale non si è minimamente compresa la psicologia sia dell'epoca che dei personaggi, di modi di dire contemporanei, attraverso osservazioni fuori luogo ed una sanguinosa bramosia per il macabro. Il tutto poteva veramente risultare sagace se si fosse fatto un parallelo tra le capacità di Elisabeth di uccidere gli Innominabili e la sua altrettanto micidiale capacità di comprendere l'animo umano. Purtroppo ciò è lasciato solo alla fantasia del lettore annoiata dal trovare tante insulsaggini in un libro tanto equilibrato.

    said on 

  • 0

    Prendi un classico della letteratura e aggiungi un po' di ironia, arti marziali e zombie: quello che si puo' trovare nella versione di Grahame-Seth di Orgoglio e pregiudizio. Elizabeth Bennet e' splendida e mortale come La Sposa in Kill Bill, nonostante gli abiti della vecchia Inghilterra, cosi' ...continue

    Prendi un classico della letteratura e aggiungi un po' di ironia, arti marziali e zombie: quello che si puo' trovare nella versione di Grahame-Seth di Orgoglio e pregiudizio. Elizabeth Bennet e' splendida e mortale come La Sposa in Kill Bill, nonostante gli abiti della vecchia Inghilterra, cosi' come quasi tutte le sue sorelle.A turbare i combattimenti contro la peste immonda che affligge il regno arriva un reggimento, col suo strascico di amori, conquiste e delusioni. Il tenebroso Mr. Darcy, spietato assassino di morti viventi, dovra' ricredersi sul conto e sulla bellezza di Miss Bennet, finendo per innamorarsi di lei nonostante le differenze sociali o il parere contrario della zia. Tutto molto ben reso in una piacevole lettura.

    said on 

  • 3

    mi incuriosiva parecchio l'idea del classico della Austen con l'aggiunta degli zombie.. il risultato non fa gridare al capolavoro, ma mi ha divertito trovare le 5 sorelle Bennett come gueriere a difesa dell'Inghilterra contro l'esercito di Satana!
    Curioso anche il destino di Wickham e del povero ...continue

    mi incuriosiva parecchio l'idea del classico della Austen con l'aggiunta degli zombie.. il risultato non fa gridare al capolavoro, ma mi ha divertito trovare le 5 sorelle Bennett come gueriere a difesa dell'Inghilterra contro l'esercito di Satana! Curioso anche il destino di Wickham e del povero signor Collins..

    said on 

Sorting by