Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Orlando

By Virginia Woolf

(30)

| Paperback | 9788496520103

Like Orlando ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Orlando, un jove de la cort de la reina Elisabet I, al segle XVI, no envelleix. Viatjarà com a ambaixador fins a Constantinoble, on després de dormir durant set dies es desperta transformat en una dona. Torna a Anglaterra i recorperà cinc segles de l Continue

Orlando, un jove de la cort de la reina Elisabet I, al segle XVI, no envelleix. Viatjarà com a ambaixador fins a Constantinoble, on després de dormir durant set dies es desperta transformat en una dona. Torna a Anglaterra i recorperà cinc segles de la història.

241 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un piccolo capolavoro, trama avvincente, fantasiosa, a tratti grottesca, con una buona dose d'ironia che la Woolf in questo e altri romanzi dimostra di possedere.

    Is this helpful?

    Unteconchaplin said on Aug 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro complesso come, d’altronde, lo è la scrittrice. Un fantasy utopico (Harold Bloom). Un’ironia che è rivolta verso la realtà sociale. Orlando è un uomo, o meglio un giovane che diventa donna all’improvviso. È un aristocratico elisabettiano che è ...(continue)

    Libro complesso come, d’altronde, lo è la scrittrice. Un fantasy utopico (Harold Bloom). Un’ironia che è rivolta verso la realtà sociale. Orlando è un uomo, o meglio un giovane che diventa donna all’improvviso. È un aristocratico elisabettiano che è immortale. Il romanzo inizia con il protagonista che ha 16 anni e finisce quando ne ha 36, ma quei vent’anni coprono oltre tre secoli di storia. Harold Bloom nel suo “Canone occidentale” scrive che in Orlando l’amore è sempre amore della lettura. La Woolf in questo è una sacerdotessa pragmatica che spinge questo amore in ogni aspetto della vita, quasi sciamanica, di Orlando. È l’amore per la letteratura come rifugio allo screditarsi delle ideologie che salva la cultura. Woolf giustifica il mondo sostanzialmente come fenomeno estetico e mostra le donne come specchi del narcisismo maschile.
    Il libro non ha un finale e, indipendentemente dai cambiamenti conditi di umorismo e di una religione che è l’adorazione dell’arte, è una difesa della poesia “mezzo ironica , mezzo seria”.

    Is this helpful?

    Diceros said on May 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Purtroppo Virginia Woolf non fa per me. L'ho trovato letteralmente interminabile. Non finiva più

    Is this helpful?

    Ilsuccodimela said on Mar 19, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Canzone N. 3

    Tre sono le “cose felici” di questo Febbraio appena andato

    3 Leggere questo libro fino a tardi e addormentarmi con la luce accesa…Risvegliarmi nel bel mezzo della notte con un’antica voglia: farmi rimoboccare le coperte dalla mamma

    2 Scoprire che, ...(continue)

    Tre sono le “cose felici” di questo Febbraio appena andato

    3 Leggere questo libro fino a tardi e addormentarmi con la luce accesa…Risvegliarmi nel bel mezzo della notte con un’antica voglia: farmi rimoboccare le coperte dalla mamma

    2 Scoprire che, pur essendo single...sotto la pioggia con un ombrello scassato e una confezione d’acqua di 6 bottiglie da 1L...con le scarpe zuppe e la sigaretta spenta in bocca...il rosso pedonale e il fiato corto...posso ridere di me fino alla lacrime.

    1 Cantare alla Pesca che prepara il pranzetto dell’amore...
    “Continuo a credere che non ci sia nessuna logica…nella natura dei sentimenti, nelle cose che non sai capire e ti vedo a volte piangere ed è come morire”

    (Orlando non ha bisogno di recensioni, di vicini, di amici e di nessuna cazzata del ventunesimo secolo)

    Is this helpful?

    Lour Des said on Mar 2, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    "Orlando amava per natura i luoghi solitari e i vasti panorami, e amava sentirsi, per sempre, per sempre solo."

    Ad Orlando, al quale la fortuna aveva fatto ogni dono - vasellame, biancheria, case, servitori, tappeti, letti a profusione - bastava aprire un libro perché questa montagna di beni dileguasse in fumo. I nove acri di pietra che formavano la sua cas ...(continue)

    Ad Orlando, al quale la fortuna aveva fatto ogni dono - vasellame, biancheria, case, servitori, tappeti, letti a profusione - bastava aprire un libro perché questa montagna di beni dileguasse in fumo. I nove acri di pietra che formavano la sua casa svanivano; i centocinquanta valletti sparivano; gli ottanta cavalli da sella diventavano invisibili; e ci vorrebbe troppo tempo a enumerare i tappeti, i divani, i finimenti, le porcellane, le argenterie, le ampolle, le scaldavivande e gli altri beni mobili, spesso d'oro massiccio, che sotto l'influsso del miasma svaporavano come bruma sul mare. Così era, e Orlando restava solo, intento a leggere, nudo. (pag. 59)

    Is this helpful?

    Macbetto said on Feb 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo nel complesso, per i messaggi che si vogliono trasmettere e per alcuni affreschi strepitosi, ma difficile, difficile, difficile!

    Is this helpful?

    Gio Dulcinera said on Jan 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection