Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Orrore ad Amityville

Di

Editore: Sonzogno

3.5
(143)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 212 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Portoghese

Isbn-10: A000005762 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Horror , Mystery & Thrillers

Ti piace Orrore ad Amityville?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    ...fa più paura la copertina del libro che il contenuto...

    Se non avessi visto un mucchio di film horror, sicuramente avrei apprezzato questo libro che mi è invece apparso come un mucchio di roba trita e ritrita: la famiglia Lutz si trasferisce in una casa che è stata luogo di una strage familiare l'anno precedente. Dopo 28 giorni la famiglia fugge ...continua

    Se non avessi visto un mucchio di film horror, sicuramente avrei apprezzato questo libro che mi è invece apparso come un mucchio di roba trita e ritrita: la famiglia Lutz si trasferisce in una casa che è stata luogo di una strage familiare l'anno precedente. Dopo 28 giorni la famiglia fugge dalla casa stregata a causa dei fenomeni paranormali che vi si sono manifestati.
    La cosa che invece mi ha messo i brividi è stato lo scoprire un documetario su youtube dove i veri protagonisti della vicenda raccontono la loro esperienza. Per chi preferisse la pellicola alla carta stampata faccio presente che il racconto ha ben tre trasposizioni cinematrografiche (l'ultima del 2005).
    Buona casa stregata a tutti!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    ... letto in lingua originale ...


    Il film, quello originale del 1979, è uno dei miei film horror preferiti di quel periodo... e, nonostante gli evidenti limiti di "sceneggiatura" e di effetti speciali, resta comunque il migliore rispetto a tutta la serie e il remake che sono seguiti ...continua

    ... letto in lingua originale ...

    Il film, quello originale del 1979, è uno dei miei film horror preferiti di quel periodo... e, nonostante gli evidenti limiti di "sceneggiatura" e di effetti speciali, resta comunque il migliore rispetto a tutta la serie e il remake che sono seguiti negli anni.
    Ci sono, nella storia, alcuni fatti veri: Ronald DeFeo jr uccise tutta la famiglia, intorno alle 3.00 del mattino del 13 novembre 1974 presso la loro abitazione al 112 Ocean Avenue di Amityville (Long Island, New York). Tutti i componenti della famiglia (padre, madre e quattro figli) erano stati uccisi da un colpo di fucile alla nuca, distesi nei loro letti. DeFeo, dopo aver accusato il crimine organizzato, iniziò a dire che "una voce" gli aveva detto di elimiare la famiglia ma, nonostante gli anni trascorsi, la vera motivazione del massacro non è mai venuta alla luce e DeFeo stesso sembra aver cambiato versione più di una volta.

    Da qui il mito... l'anno seguente, dal dicembre 1975 al gennaio 1976, i coniugi Lutz e i loro tre figli si trasferirono nella casa che era stata dei DeFeo e da li scapparono, ventotto giorni dopo, raccontando di possessioni, diabiliche, voci, fantasmi, visioni, ecc...

    Jay Anson, nel romanzo, cerca di rendere una versione giornalistica accurata dei fatti, inserendo non solo le versioni dei Lutz, ma anche quelle del prete amico di famiglia che aveva bnenedetto la casa (e che fu perseguitato per questo) e di vari altri personaggi secondari, come uno dei poliziotti che intervenne la mattina del massacro dei DeFeo.
    La descrizione degli eventi, riportata in maniera pressoché eprfetta nel film del 1979, corrisponde a quella classica di qualsiasi film o libro horror, da "L'esorcista" in poi e, anche se i Lutz hanno da sempre mantenuto la loro versione (anche sottoponendosi alla macchina della verità), restano ancora da confermare tutti gli eventi che avrebbero circoandato i fatti misteriosi avvenuto in quei 28 giorni... e SOLO in quei 28 giorni, visto che le varie famiglie che ahnno abitato la casa prima dei deFeo e dopo i Lutz non hanno ami eprcepito neppure la benché minima vibrazione o corrente d'aria sospetta.

    La storia, che sia vera o meno, resta uno dei grandi misteri d'America ma, per come è narrata, risulta essere uno dei peggiori libri di indagine giornalistica (o pseudohorror) letti negli ultimi anni.
    Pur essendo stato interessante, più per l'interesse sulla vicenda che altro, se non fosse stato accomunato al ricordo della pellicola, avrebbe sinceramente rischiato un abbandono prematuro, dopo le prime pagine (o i primi giorni) della vicenda.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Orrore ad Amityville

    Il film, quello originale del 1979, è uno dei miei film horror preferiti di quel periodo... e, nonostante gli evidenti limiti di "sceneggiatura" e di effetti speciali, resta comunque il migliore rispetto a tutta la serie e il remake che sono seguiti negli anni.
    Ci sono, nella storia, alcuni ...continua

    Il film, quello originale del 1979, è uno dei miei film horror preferiti di quel periodo... e, nonostante gli evidenti limiti di "sceneggiatura" e di effetti speciali, resta comunque il migliore rispetto a tutta la serie e il remake che sono seguiti negli anni.
    Ci sono, nella storia, alcuni fatti veri: Ronald DeFeo jr uccise tutta la famiglia, intorno alle 3.00 del mattino del 13 novembre 1974 presso la loro abitazione al 112 Ocean Avenue di Amityville (Long Island, New York). Tutti i componenti della famiglia (padre, madre e quattro figli) erano stati uccisi da un colpo di fucile alla nuca, distesi nei loro letti. DeFeo, dopo aver accusato il crimine organizzato, iniziò a dire che "una voce" gli aveva detto di elimiare la famiglia ma, nonostante gli anni trascorsi, la vera motivazione del massacro non è mai venuta alla luce e DeFeo stesso sembra aver cambiato versione più di una volta.

    Da qui il mito... l'anno seguente, dal dicembre 1975 al gennaio 1976, i coniugi Lutz e i loro tre figli si trasferirono nella casa che era stata dei DeFeo e da li scapparono, ventotto giorni dopo, raccontando di possessioni, diabiliche, voci, fantasmi, visioni, ecc...

    Jay Anson, nel romanzo, cerca di rendere una versione giornalistica accurata dei fatti, inserendo non solo le versioni dei Lutz, ma anche quelle del prete amico di famiglia che aveva bnenedetto la casa (e che fu perseguitato per questo) e di vari altri personaggi secondari, come uno dei poliziotti che intervenne la mattina del massacro dei DeFeo.
    La descrizione degli eventi, riportata in maniera pressoché eprfetta nel film del 1979, corrisponde a quella classica di qualsiasi film o libro horror, da "L'esorcista" in poi e, anche se i Lutz hanno da sempre mantenuto la loro versione (anche sottoponendosi alla macchina della verità), restano ancora da confermare tutti gli eventi che avrebbero circoandato i fatti misteriosi avvenuto in quei 28 giorni... e SOLO in quei 28 giorni, visto che le varie famiglie che ahnno abitato la casa prima dei deFeo e dopo i Lutz non hanno ami eprcepito neppure la benché minima vibrazione o corrente d'aria sospetta.

    La storia, che sia vera o meno, resta uno dei grandi misteri d'America ma, per come è narrata, risulta essere uno dei peggiori libri di indagine giornalistica (o pseudohorror) letti negli ultimi anni.
    Pur essendo stato interessante, più per l'interesse sulla vicenda che altro, se non fosse stato accomunato al ricordo della pellicola, avrebbe sinceramente rischiato un abbandono prematuro, dopo le prime pagine (o i primi giorni) della vicenda.

    ha scritto il 

  • 3

    Intrigante la storia di questa casa infestata. 3 stelle perchè comunque la narrazione non mi è piaciuta particolarmente. Le vicende però mi hanno incuriosita tantissimo e son rimasta con più di qualche domanda.
    In ogni caso non riesco a comprendere come abbiano potuto resistere per ben 28 g ...continua

    Intrigante la storia di questa casa infestata. 3 stelle perchè comunque la narrazione non mi è piaciuta particolarmente. Le vicende però mi hanno incuriosita tantissimo e son rimasta con più di qualche domanda.
    In ogni caso non riesco a comprendere come abbiano potuto resistere per ben 28 giorni con anche dei bambini piccoli! Io sarei scappata molto prima e semmai, vista la curiosità inevitabile, sarei tornata con altre persone magari più preparate a studiare gli starni fenomeni.
    Ora navigherò in internet alla ricerca della storia dei De Feo prima e dei Lutz poi!

    ha scritto il 

  • 3

    molto interessante, visto che tratta una storia vera. avrei voluto che trattasse un po' di più il caso dei de feo, ma per il resto l'ho letto volentieri.
    non fa affatto paura, in quel senso mi ha lasciato piuttosto freddina, sarà perchè "finchè non vedo non credo" e, per ora, non ho mai vis ...continua

    molto interessante, visto che tratta una storia vera. avrei voluto che trattasse un po' di più il caso dei de feo, ma per il resto l'ho letto volentieri.
    non fa affatto paura, in quel senso mi ha lasciato piuttosto freddina, sarà perchè "finchè non vedo non credo" e, per ora, non ho mai visto niente.
    sarebbe bello se qualcuno scrivesse un libro sulla casa (e sui de feo) ora, a distanza di tempo, per sapere che è successo al ragazzo, alla famiglia lutz e soprattutto se la casa ha dato altri segni.

    ma il pozzo è mai stato controllato?
    peccato mi resterà la curiosità...

    ha scritto il 

  • 5

    No puedo comentar nada detalladamente de él porque lo leí hace muchísimo tiempo, eso sí, releído varias veces. Pero lo que si diré es que es el libro que mas miedo me ha hecho pasar de todos los que he leído de este género y eso ¡me encanta!. Además, pensar que es basado en hechos reales le da es ...continua

    No puedo comentar nada detalladamente de él porque lo leí hace muchísimo tiempo, eso sí, releído varias veces. Pero lo que si diré es que es el libro que mas miedo me ha hecho pasar de todos los que he leído de este género y eso ¡me encanta!. Además, pensar que es basado en hechos reales le da ese toque de morbillo.
    Recomiendo este libro a todo aquél que le guste leer en plena noche.

    ha scritto il 

  • 4

    Letto tutto d'un fiato...anche se, pur non essendo scettica per natura, e anzi, credendo per certi versi nel paranormale, ho fatto davvero fatica a leggerlo pensando che fosse una storia vera. Sarà che non credo particolarmente nelle forze demoniache, o che in alcuni punti mi ha ricordato davvero ...continua

    Letto tutto d'un fiato...anche se, pur non essendo scettica per natura, e anzi, credendo per certi versi nel paranormale, ho fatto davvero fatica a leggerlo pensando che fosse una storia vera. Sarà che non credo particolarmente nelle forze demoniache, o che in alcuni punti mi ha ricordato davvero troppo Shining...ma mentre leggevo, mi sono goduta la parte horror, senza pensare se realmente fossero cose accadute o inventate. In ogni caso, è una bella lettura!

    ha scritto il 

  • 4

    Ieri sera all'improvviso mi è venuto in mente questo titolo....credo di averlo letto attorno ai miei 17/18 anni e, a parte il fatto che facesse paura, c'è il buio totale sulla trama.La copertina è quella del solito Club degli Editori e ormai non ce l'ho più a casa.Senz'altro mi è piaciuto all'epo ...continua

    Ieri sera all'improvviso mi è venuto in mente questo titolo....credo di averlo letto attorno ai miei 17/18 anni e, a parte il fatto che facesse paura, c'è il buio totale sulla trama.La copertina è quella del solito Club degli Editori e ormai non ce l'ho più a casa.Senz'altro mi è piaciuto all'epoca....credo abbiano fatto anche il film dal titolo "Amityville Horror" film "di paura"!!:-)

    ha scritto il