Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Os filhos da meia-noite

By Salman Rushdie

(12)

| Mass Market Paperback | 9788461284962

Like Os filhos da meia-noite ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

156 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il mio primo incontro con questo autore e non mi posso lamentare per nulla!

    Is this helpful?

    Frencina said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La mezzanotte è quella del 15 agosto 1947, il giorno della proclamazione dell’indipendenza dell’India, e il protagonista, Saleem Sinai, è il primo dei milleuno bambini nati tra mezzanotte e l’una di quella memorabile data. Tutti posseggono doti strao ...(continue)

    La mezzanotte è quella del 15 agosto 1947, il giorno della proclamazione dell’indipendenza dell’India, e il protagonista, Saleem Sinai, è il primo dei milleuno bambini nati tra mezzanotte e l’una di quella memorabile data. Tutti posseggono doti straordinarie: forza erculea, capacità di diventare invisibili e di viaggiare nel tempo, bellezza soprannaturale. Ma nessuno è capace di penetrare nel cuore e nella mente degli uomini se non lui e il suo negativo alter ego, nato nel medesimo istante.
    S’intrecciano destini e storie più o meno memorabili a partire dal buco in un lenzuolo nella vallata del Kashmir, sul lago di Srinagar, fino ai sapori dei barattoli di Pinckle del quale Sinai, che guarda il mondo con gli occhi del bambino mai completamente estinto in lui, si fa imprenditore. Si passa dal Pakistan all’India, da Bombay a Delhi attraverso guerre, rivolte e tracolli economici ed emotivi trattando con magico realismo la massa informe di una materia troppo grande per essere dominata. Padma, la serva-padrona del protagonista, liquida rudemente il tutto come “un mucchio di chiacchiere”. Ma il vero centro di gravità del libro non è Sinai e la truppa di familiari e personaggi intorno a lui, bensì la Storia dell’India, ed inevitabilmente del Pakistan, che s’interseca con le vicende individuali. Una storia di conflitti di potere, classi dominanti e miserabili, sempre gli stessi, da una parte e dall’altra anche se cambiano nomi e circostanze. Una storia apparentemente senza uscite ne speranze, segnata da corruzione e grandi esplosioni di violenza. Tragica in sé, benché si tinga di comicità quando si mescola alla commedia della vita dei singoli.

    Is this helpful?

    Daria49 said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Splendido romanzo, ho ancora nelle narici tutti gli odori e sulle labbra il sapore dell'india.
    Piccolo appunto per l'edizione del libro: Errori di stampa in ogni dove, mai visto un libro così ridotto.

    Is this helpful?

    Marta said on Mar 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' la storia di Saleem Sinai, primo bambino nato alla mezzanotte del 15 agosto 1947 (giorno di proclamazione dell'indipendenza dell'India), ma anche del suo bellissimo paese. Un romanzone magico, narrato con ricchezza di dettagli e grossi preamboli ( ...(continue)

    E' la storia di Saleem Sinai, primo bambino nato alla mezzanotte del 15 agosto 1947 (giorno di proclamazione dell'indipendenza dell'India), ma anche del suo bellissimo paese. Un romanzone magico, narrato con ricchezza di dettagli e grossi preamboli (ma tutti con una ragione alle spalle, per farci capire meglio ciò che ci sta per venire raccontato, non sono mai fastidiosi!).
    Un libro grande che ho snobbato ingiustamente per anni temendo fosse noiosissimo (maledetti pregiudizi), invece è stato una bellissima sorpresa!
    Splendido anche il film che ne è stato tratto, che non avrebbe potuto essere più fedele e ben fatto, è riuscito ad aumentarmi in modo sproporzionato la fissa per l'India!!!

    Is this helpful?

    Cicely said on Mar 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo è un libro mirabolante, enciclopedico, in costante equilibrio tra resoconto storico e racconto magico. Il protagonista è Saleem Sinai, nato a mezzanotte del 15 agosto del 1967, esattamente il momento in cui l'India ha ottenuto l'indipendenza. ...(continue)

    Questo è un libro mirabolante, enciclopedico, in costante equilibrio tra resoconto storico e racconto magico. Il protagonista è Saleem Sinai, nato a mezzanotte del 15 agosto del 1967, esattamente il momento in cui l'India ha ottenuto l'indipendenza. Saleem ha un volto che sembra la cartina dell'India e lentamente si accorge anche di avere dei poteri magici. Può entrare nella mente delle persone. Non solo: ci sono persone con cui può stare in costante contatto telepatico: tutti i 10001 bambini nati come lui tra mezzanotte e l'una del suo stesso giorno. Sono bambini magici e disperati, come l'India, sono bambini che hanno dei doni, ma che litigano, che sono individualisti, che sono accecati dai loro rispettivi punti di vista e dalle loro lingue... I figli della mezzanotte sono il ritratto dell'India, e nel corso delle pagine la loro evoluzione e la loro storia diventa il resoconto simbolico di cosa accade in una nazione giovane e piena di doni quando piena di speranze si ritrova ad autogovernarsi.

    Is this helpful?

    Simona Garbarini said on Jan 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book